Mandi Parte 3

451Report
Mandi Parte 3

Era sabato. Finalmente ho potuto vedere Mandi e il suo corpo stupendo, oh quelle tette. Mi morsi il labbro mentre pensavo a lei. Oh merda, cosa avrei indossato? Balzai in piedi e guardai nel mio armadio, nient'altro che magliette e jeans. Niente di tutto questo era appropriato per un appuntamento. Sono sgattaiolato fuori dalla mia stanza e sono andato in camera di mia madre. Per fortuna se n'era andata. Ho aperto il suo armadio lentamente ed è stata la prima cosa che ho visto.

Era appeso a circa tre quarti a sinistra nel suo armadio. Era uno splendido vestito di pizzo rosa con una cintura marrone. Era scollato e aveva minuscole maniche ad aletta. Non sapevo quanto tempo sarebbe durato per me perché sono alto e mia madre è bassa. L'ho strappato dal suo attaccapanni e sono corso in camera mia.

Provando il vestito, sembrava perfetto. Non era stretto, non era troppo grande, mi calzava come un guanto. Mi voltai e mi guardai allo specchio. Sembravo favoloso. Se mi acconciassi i capelli nel modo giusto sarei bellissima da morire. Mi sono tolto il vestito e l'ho adagiato con cura sul letto.

Mi sono messo dei pantaloncini e una maglietta e mi sono diretto in cucina. Altre 5 ore prima che potessi vedere Mandi. Ho aperto il frigorifero e ho tirato fuori un'insalata già preparata. L'ho portato in tavola e ho mangiato. Non era buono ma non era terribile.

Ho finito di mangiare e ho messo il piatto nel lavandino. Non sapevo come prepararmi per un appuntamento così ho chiamato la mia amica Jenna.

Jenna non riusciva a credere ai miei capelli quando è arrivata. Era così scioccata e non riusciva a smettere di toccarmi i capelli. Mi disse che sapeva esattamente di cosa avevo bisogno e si diresse verso la stanza di mia madre. Dieci minuti dopo, uscì con una piastra e la trousse di mia madre. Mi ha detto di indossare quello che avrei indossato e poi incontrarla in sala da pranzo.

Cinque minuti dopo, sono uscito con il vestito di mia madre. La mascella di Jenna cadde e rimase senza parole. Tutto quello che riusciva a mormorare era "wow".

"Infatti, NO?" chiesi mentre lei faceva roteare il dito dicendomi di girarmi.

"Sorprendente."

"Grazie, l'ho rubato dall'armadio di mia madre stamattina."

"Hai fatto bene, ora siediti, dobbiamo fare qualcosa per questi capelli." Mi sono seduto e ho lasciato che mi lisciasse i capelli. Trenta minuti dopo, aveva finito. "Oh mio Dio. Bellissimo. Ora passa al trucco. Penso che tu abbia bisogno di un po' di rosa per l'ombretto e forse un piccolo accenno di fard. Sicuramente hai bisogno di un rosa che risalti per le tue labbra."

"Uh huh, uh huh, uh huh era tutto quello che potevo dire. Mi fidavo di Jenna con tutto il cuore. Eravamo migliori amiche dalla seconda elementare quando mi sono trasferita in questa città. Abbiamo condiviso tutto. Ero triste quando me lo diceva le sue scelte su dove voleva andare per il college, ma quando ne ha scelto uno vicino, sono stato sollevato.

La parte migliore di questo restyling non era che lo stesse facendo il mio migliore amico, no, sarebbe stato troppo semplice per la mia mente. Era che a qualcuno importava davvero, e il fatto che Jenna indossasse una maglietta scollata così vicino alla mia faccia.

"Un po' di questo", quando sentii un pennello sfiorarmi la palpebra. "Un po' di quello," mentre sfumava sull'altro. "E un po' di questo," il pennello mi accarezzò le guance. "E infine... quello," e sentii il tubetto di rossetto scorrere sul mio labbro inferiore e leggermente sopra quello superiore.

Stropicciai le labbra e Jenna fece un passo indietro per ammirare la sua creazione. Il suo viso era in soggezione. Volevo sapere cosa ha visto. Mi ha portato per mano nella mia stanza e mi ha messo davanti allo specchio. Ero senza parole.

Se c'è mai stata una Barbie leggermente sovrappeso, quella ero io in quel momento. Sembravo fantastico.

Guardando l'orologio, avevo del tempo da perdere, circa due ore prima di dover uscire. Jenna e io abbiamo parlato e lei voleva sapere chi fosse la persona fortunata con cui stavo uscendo. Ho descritto Mandi meglio che potevo. Jenna si è congratulata con me. Sono stato di nuovo felice per un momento della mia vita mentre parlavamo e continuavamo. Quando rideva era il massimo. Inclinò leggermente la testa all'indietro e fece una risata di cuore. Questo è ciò che ho amato di lei, è sempre così genuina e sapevi come si sentiva dalle sue espressioni e dal modo in cui parlava. Quando si arrabbiava, aveva un piccolo accento country da morire. Potrebbe rendere la mia giornata la migliore di quelle orribili.

Abbiamo parlato e parlato e finalmente è arrivato il momento di andare. Ho salutato Jenna ed entrambi ci siamo lasciati. Sono andato da Francisco e sono arrivato verso le sei e mezza. Nessun segno di Mandi da nessuna parte.

Sei e quarantacinque e ancora niente Mandi. Forse era una ragazza puntuale invece che mattiniera. Ne sono arrivati ​​sette e ancora nessun Mandi. Sette quindici. Sette e mezza. Otto. Mandi non era in vista.

"Fottuta puttana," borbottai sottovoce mentre uscivo. Ad ogni passo scendeva una nuova lacrima. Non potevo prenderlo. Come poteva essere così crudele? Sono andato a casa di Jenna con le lacrime che mi rigavano il viso.

Jenna ha aperto la porta e mi ha abbracciato quando mi ha visto.

"Non hai bisogno di quella stronza tesoro. Sei troppo buona per lei," disse mentre cercava di confortarmi, "hai bisogno di qualcuno che si prenda cura di te, che non voglia giocare con le tue emozioni." Rimasi lì ad abbracciarla. Si staccò e mi guardò. Mi spinse indietro i capelli dietro le orecchie e mi asciugò le lacrime dagli occhi. Si chinò e mi baciò sulla guancia. "Meriti di più."

L'ho guardata negli occhi ed è stato quel momento in cui ho capito. Mi sono avvicinato e abbiamo condiviso un dolce bacio. Dopo che il bacio divenne più profondo e appassionato, le accarezzai il seno.

Jenna era come me, un po' sovrappeso ma aveva un bell'aspetto. Era alta circa 5'6 "e aveva lunghi capelli castani di cui ero geloso a causa delle onde e del volume che avevano. I suoi seni erano più o meno uguali ai miei ma il suo sedere era più piccolo. Amavo il suo aspetto ma la trascuravo perché Pensavo fosse etero, ma in quel momento in cui abbiamo incrociato gli occhi, ho capito che era una storia diversa.

Ho lasciato cadere la mano sul fondo della sua maglietta e gliel'ho tolta, interrompendo il bacio. Le baciai dolcemente il collo e lavorai sul suo petto. Allungai una mano dietro di lei e le sganciai il reggiseno, lasciandolo scattare in avanti e lasciando che i suoi seni fossero liberi e sciolti. Glielo staccai dalle spalle e le baciai prima il seno sinistro, piantando un piccolo bacio e poi facendo roteare la lingua attorno al suo capezzolo prima di succhiarlo nella mia bocca. Mi sono avvicinato al suo seno destro e gli ho dato lo stesso affetto, ma raschiando leggermente i denti contro il suo capezzolo. Lei gemette e si contorse e ci trasferimmo nella sua stanza. Ho dato le spalle al suo letto e lei mi ha fatto sedere sul letto mentre ci baciavamo. Tornai sul letto e lei seguì ogni mia mossa. Allungò una mano dietro di me e mi slacciò il vestito. Sono scivolato fuori e sono caduto a terra. La mia bocca trovò di nuovo il suo seno sinistro mentre le slacciavo la cintura e liberavo la patta dei suoi jeans. Si tolse i pantaloni e li gettò contro la porta. Le baciai lo stomaco e le feci scivolare la mano sulle mutandine, esercitando una leggera pressione sulla sua clitoride. Ha giocato con i miei capelli mentre le sfilavo le mutandine con i denti e le leccavo la gamba mentre lo facevo. Ho cambiato le sue posizioni in modo che potesse sdraiarsi e ho avvicinato il mio viso al suo luogo celeste e sacro. Ho fatto un respiro profondo e ho annusato il frutto di Dio prima di decidere di dare un morso alla pesca che Dio si era creato. L'ho leccata dalla sua piccola area macchiata al clitoride e lei si contorceva sotto la mia lingua. L'ho stuzzicata, leccandole le cosce e muovendole la clitoride prima di tuffarmi dentro. Ho infilato due dita dentro il suo buco stretto e ho iniziato a muoverle lentamente ma profondamente.

"Più forte," gemette e io seguii i suoi ordini. Ho pompato le mie dita dentro e fuori di lei più velocemente di quanto avessi mai fatto a nessuno prima. Continuavo a leccarle e succhiarle la clitoride, spingendola oltre il limite. Mi afferrò il viso con le cosce e mi fece gobba. Mentre cavalcava la mia lingua, i suoi gemiti sono diventati sempre più forti finché non ha emesso quello che chiamerò un piccolo urlo prima che il suo succo celeste si riversasse da lei. L'ho leccato tutto e ho baciato il suo corpo.

"È stato fantastico," disse mentre mi baciava sulle labbra.

"Grazie," risposi, appoggiando la testa sul suo petto. "Non sapevo che ti piacessero le ragazze."

"Nemmeno io, ma c'è qualcosa in te."

"C'è qualcosa in tutti. Ognuno ha le proprie stranezze." Ha giocato con i miei capelli e mi sono addormentato su di lei. Comfort. È tutto ciò che volevo e di cui avevo bisogno. Quella notte ho pensato a Jenna. Nessun pensiero per la puttana che ha cercato di tenermi sulle spine. Solo pensieri pacifici e amorevoli mentre dormivo rannicchiato accanto a Jenna.

Storie simili

Le figlie controllate dalla mente di papà Capitolo due: Regalo di compleanno alla ciliegia della figlia

Le figlie controllate dalla mente di papà Capitolo due: Regalo di compleanno alla ciliegia della figlia Una storia di controllo mentale con fibbia per cintura Per mionome3000 Copyright 2020 Note: Grazie a WRC264 per la lettura beta di questo! Il mio quarantaquattresimo compleanno non era andato affatto come mi aspettavo. Come avrei potuto prevedere che la mia figlia più giovane Tonya sarebbe diventata così civettuola, che avrebbe finito per impalare la sua figa vergine sul mio cazzo e cavalcarmi finché non fossimo venuti entrambi? L'idea di fare sesso con Tonya, figuriamoci con una qualsiasi delle mie figlie, era stata un'idea estranea...

2K I più visti

Likes 0

Innocenza Pt 1

Codici: D/s, NC, V, M/f Dichiarazione di non responsabilità: la storia seguente contiene menzione dello stato del Vermont. Questo può riportare immagini traumatiche per chiunque abbia mai vissuto quel tipo di esperienza. Se il Vermont è discutibile per te o per chiunque nella tua famiglia, ti consigliamo vivamente di non continuare a leggere. Se continui a leggere e sei offeso dalla presenza del Vermont, sei stato avvisato. Innocenza C'è solo qualcosa da dire sul rovinare l'innocenza. Molte persone glorificano lo stupro di una vergine, ma non si chiedono mai perché. È il fatto che sono in grado di fare qualcosa che...

1.4K I più visti

Likes 0

Winning A Genie Harem Capitolo 4: La lezione di sottomissione della studentessa

Vincere un genio harem Capitolo quattro: lezione di sottomissione della studentessa Di miopenname3000 Diritto d'autore 2019 Nota: grazie ad Alex per la beta che legge questo! Personaggi Personaggi principali Corey Derrickson: anziano del college, amico di Kyle Unmei, ha avuto la possibilità di sposare uno dei quattro geni, ciascuno di una tribù diversa, se riesce a trovarli alla St. Maria Theodora Catholic School! Aleah Buckley: la prima schiava sessuale di Corey. Senior del college. L'ha reclamata dopo che Kyle ha suggerito che sarebbe stata una buona candidata per avviare l'harem di Corey. Tania Buckley: la sorella minore di Aleah. La seconda...

907 I più visti

Likes 0

House Girl X - Mongolia

Alle 9 del mattino, ora locale, io e Rick Cheney eravamo in volo, volando verso nord da Negombo, Sri Lanka, a Ordos, Mongolia Interna, Cina. Il nostro aereo era più pesante di due passeggeri, una mora inglese di alabastro con un passato danneggiato e una focosa ragazza irlandese con capelli rosso fuoco e una passione da eguagliare. Dopo aver raggiunto l'altitudine, il mio prototipo di aereo aveva adattato la sua aerodinamica alla sua configurazione ultra-elegante per la velocità. Una rotta diretta verso la nostra destinazione richiederebbe solo un paio d'ore di volo, ma non potremmo rischiare di essere scoperti volando a...

804 I più visti

Likes 0

Un favore per Danny Boy - Una storia di Halloween

AVVERTIMENTO! Questo avviso potrebbe non essere necessario per questa particolare storia, ma lo includo perché è necessario per la maggior parte delle mie storie. Se decidi di leggere altre mie storie, assicurati di leggere le informazioni e gli avvertimenti all'inizio di ogni storia. Tutta la mia scrittura è destinata SOLO agli adulti di età superiore ai 18 anni. Le storie possono contenere contenuti sessuali forti o addirittura estremi. Tutte le persone e gli eventi raffigurati sono fittizi e qualsiasi somiglianza con persone vive o morte è puramente casuale. Azioni, situazioni e risposte sono SOLO fittizie e non dovrebbero essere tentate nella...

858 I più visti

Likes 0

Tutto per papà 3: Dolce estate

È la prima settimana dell'estate 1989, l'estate in cui compio 15 anni. Non riesco a credere quanto sia bello il tempo, caldo, ma non troppo. Come prima cosa al mattino, scendo in cucina con indosso solo il mio due pezzi. È blu brillante e anche se non è un bikini, non è nemmeno uno di quei due pezzi da vecchia signora. Si lega su entrambi i lati dei miei fianchi e la parte superiore si lega dietro il mio collo e appena sotto le mie spalle. Sciolgo i nodi. Prendo un bicchiere di succo e mi dirigo dritto verso il ponte...

761 I più visti

Likes 0

Ora è la tua occasione, ragazzo

Storia di Fbailey numero 415 Ora è la tua occasione, ragazzo La nostra famiglia è piuttosto unita e abbiamo sempre compagnia nei fine settimana. Papà è vicepresidente in un'azienda manifatturiera qui in città, mamma è segretaria esecutiva in un'altra azienda manifatturiera in città, e io ho quattordici anni e andrò al liceo in autunno. La terza media è un po' spaventosa per me. Essere un nerd informatico, vergine, e avere una grande casa nella parte migliore della città mi renderà sicuramente un bersaglio per gli atleti. Non vedo l'ora di farlo. La nostra camera familiare era il luogo d'incontro generale. Aveva...

761 I più visti

Likes 0

Papà e Megan-La conclusione

La mattina dopo, quando sono tornato al lavoro, ho ricevuto alcune notizie sconvolgenti. Sembrava che il mio ultimo progetto che ho completato due settimane fa, il cliente avesse dei problemi nell'implementare i protocolli che avevo preparato per lui e aveva richiesto i miei regali per guidarlo attraverso di loro. Ciò significava che dovevo volare a Los Angeles il prima possibile. Ha pagato un sacco di soldi alla nostra azienda per produrre questi protocolli, quindi il mio capo voleva che fossi lì per assisterlo in ogni modo possibile, Non importa quanto tempo ci vuole. I bambini sarebbero partiti tra una settimana e...

697 I più visti

Likes 0

Seduzione di una moglie conservatrice

Liz e io ci siamo sposati giovani, io avevo 21 anni e lei solo 18, poco più che fighe in realtà. I nostri genitori non pensavano che sarebbe durato a lungo, ma in qualche modo siamo cresciuti e abbiamo costruito insieme un solido matrimonio felice. Vorrei che tu potessi vedere le foto di Liz nel suo abito da sposa, sembrava una perfetta bambola di porcellana! È alta 5 piedi e 3 con capelli castano scuro e occhi castano scuro, 110 libbre e ha una figura sinuosa e splendidi seni 34C dalla forma perfetta che si adattano bene e in alto sul...

711 I più visti

Likes 0

Detenzione 15 Conclusione Parte 1

Hanno bussato alla porta... mia madre. Non mi ero accorto che era tornata a casa. Ero così preso dai miei pensieri su Chris e Luke, che tutto intorno a me svanì e scomparve. Ma il suono della sua voce mi riportò alla realtà. Avrei voluto che mi avesse appena lasciato in pace, così potevo essere pacificamente infelice con i miei pensieri. Brandon, sei qui? Ho pensato di stare zitto, sperando che pensasse che me ne fossi andato e non mi avrebbe disturbato. Ma anche comunque, avrebbe aperto la porta ed sarebbe entrata comunque nella mia stanza. Non c'era davvero modo di...

697 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.