Una possibilità per una nuova vita sessuale; Parte 14 (Finale)

981Report
Una possibilità per una nuova vita sessuale; Parte 14 (Finale)

“Ciao Robbi!”

«Kelsey?»

Seduta sul divano di fronte a mia madre c'era la mia ex, Kelsey. Che cazzo ci faceva qui.

"Ciao dolcezza!" disse la mamma alzandosi e venendo verso di me, abbracciandomi.

"Si è appena presentata alla porta e ha supplicato di lasciarla parlare con te." Lei sussurrò. “Non è una mia scelta darle una seconda possibilità, ma dipende da te. Mi dispiace davvero ma sono appena stato chiamato e devo andare al lavoro e sono già in ritardo. Dipende da te quello che fai, Robbie, ma io ti amo e ti sostengo. Mi abbraccia in un caldo abbraccio e poi si affretta a raccogliere le sue cose e poi si dirige fuori dalla porta.

Ero ancora sulla soglia del salotto.

"Ciao Robbie, per favore, vieni a sederti?" disse Kelsey con tono innocente.

"Perché sei qui?" Quasi ringhio.

"Per favore, siediti e lasciami spiegare!"

"Perché?" Ringhio decisamente questa volta.

Kelsey inizia a sospirare leggermente, "per favore Robbie mi sei mancato per favore siediti!"

Mi siedo a malincuore sul divano opposto a lei e dico pan morto "parlare!"

"Ok, allora" iniziò mentre nuove lacrime le rigavano il viso.

“È vero, mi sei davvero mancato, mi dispiace tanto per quello che ho fatto. È stato un momento di debolezza. Mi mancavi così tanto e mi sono sentito solo e mi mancava l'intimità. Non significava niente tra me e lui.

"Per quanto?" chiesi serio.

"Che cosa?" Lei balbettò.

"Per quanto?" dissi lentamente, pronunciando chiaramente ogni parola.

"Cosa intendi?"

"Per quanto tempo mi hai scopato alle spalle?" dissi con calore nella voce.

"Non significava niente!"

"Non mentirmi!" ho sputato.

Kelsey singhiozzò più forte prima di riuscire a parlare, "circa due mesi".

Una nuova ferita mi ha colpito. Ero su di lei e su quello che mi aveva fatto, ma il tradimento mi faceva ancora male.

“Vattene” dissi a denti stretti.

"No per favore!" Ha supplicato mentre correva accanto a me. Era in ginocchio davanti a me.

“Per favore, dammi un'altra possibilità Robbie, mi dispiace così tanto piccola. Non mi sono mai reso conto di quale cosa meravigliosa avessi fino a quando non l'ho persa. Per favore, riportami indietro” le sue mani giunsero in preghiera mentre si appoggiava a me.

Volevo tanto buttarla fuori, ma i vecchi sentimenti stavano invadendo. Come potevo provare pietà per lei dopo quello che aveva fatto. Sembrava così sincera e genuina ma non puoi riparare quella fiducia.

"Kelsey, penso che dovresti andare!" dissi con evidente meno rabbia.

"Per favore Robbie!" Ha supplicato di più mentre si avvicinava a me. La sua testa era a pochi centimetri dal mio inguine. "Lascia che ti faccia perdonare!" Disse mentre iniziava ad accarezzarmi l'inguine con la mano.

Si sedette un po' spingendo il petto in fuori e mostrando il suo ampio seno.

"Lasciami dire quanto mi dispiace!" Le sue lacrime si erano fermate quando un sorriso ironico prese il suo posto.

“Kelsy! È troppo tardi per quello” le dissi ma non feci alcuno sforzo per spostarla.

"Per favore piccola, so quanto ti piace" disse mentre armeggiava con i miei jeans e li apriva.

Non ho detto niente ora mentre mi tirava fuori il cazzo floscio dai pantaloni.

"Vedi, ricorda quanto mi sento bene" sorrise mentre mi accarezzava lentamente e io iniziai a indurirmi.

Ero ancora oltremodo incazzato con lei e non avrei mai potuto perdonarla, ma hey cos'è stata un'ultima scopata. gliela faccio vedere.

"Succhiami il cazzo cagna" le ordinai.

C'era una luce nei suoi occhi come se pensasse di vincere. Si chinò in avanti e rapidamente raccolse il mio cazzo semi duro in bocca e iniziò immediatamente a succhiare. Devo ammettere che lei era brava a succhiare il cazzo e io ero duro in pochissimo tempo.

Aveva uno stupido sorriso sul viso mentre mi guardava con le mani che mi scuotevano l'asta. Pensa sinceramente che io l'abbia perdonata. Pfft sì giusto, le afferro la parte posteriore della testa e la costringo a ricadermi su di me. Tengo la mia mano lì e controllo il ritmo con cui lei succhia. Tiene il passo con i miei comandi e geme attorno alla mia asta mentre quasi mi prende per tutta la lunghezza.

Continuo a Kelsey a succhiarmi il cazzo per cinque minuti buoni e sono così assorbito da quanto sia bello che mi manchi Stacey che torna a casa.

Me ne rendo conto solo quando la mia mano viene schiaffeggiata e sostituita dalla sua mentre afferra una manciata di capelli di Kelsey.

Con un forte urlo mentre Kelsey viene strappata via da me mentre Stacey la trascina a terra.

"Che cazzo di puttana" urla Kelsey mentre si tiene la nuca.

Mi siedo lì senza parole e guardo Stacey negli occhi, piena di rabbia.

Si lancia di nuovo verso Kelsey afferrandola di nuovo per i capelli e trascinandola sul pavimento.

Kelsey urla più forte dal dolore "lasciami andare fottuta puttana, vattene!"

SCHIAFFO

Guardo mentre Stacey schiaffeggia Kelsey in faccia, Kelsey rimane in silenzio. Con una forza impressionante, Stacey porta Kelsey all'altezza degli occhi.

“Mia madre e mio fratello potrebbero averti dato una seconda possibilità, ma non lo farò. Vattene da casa mia e non avvicinarti mai più a mio fratello o alla mia famiglia o ti stacco la testa, capito? le ruggì Stacey.

Kelsey piena di singhiozzi si limita ad annuire con la testa mentre Stacey la spinge indietro verso la porta. Kelsey mi dà un'occhiata prima di correre fuori dalla porta principale piangendo istericamente.

Sbattendo la porta, Stacey entra e mi fissa.

"Stacey non lo ero!" Ho iniziato a difendermi.

"La mamma mi ha detto che era qui!" Ha ringhiato e rapidamente ha chiuso la distanza da me, poi mi ha afferrato per il colletto "verrai con me!" chiese mentre mi tirava su.

Sono rimasto colpito dalla sua forza mentre mi trascinava di sopra nella mia camera da letto. Mi ha buttato sul letto e ha sbattuto la porta. Si tolse il top e la maglietta, seguita rapidamente dai jeans. Si arrampicò sul letto in reggiseno e mutandine e mi spinse indietro. Il mio cazzo ora sporge libero.

Senza parole ha afferrato il mio cazzo e se lo è infilato in bocca.

“Stacey I...” ha provato a parlare ma è stata sopraffatta dal piacere quando mia sorella si è messa al lavoro.

Mi ha succhiato il cazzo con una fame che non avevo mai visto. La sua testa oscillava su e giù con un ritmo veloce poiché era quasi alla base ogni volta. La saliva le gocciolava dalla bocca e mi sfregava l'asta e ricopriva la base e le mie palle. Lei gemeva ad ogni succhiata mentre mi prendeva in profondità nella sua gola.

"Santo cielo" ansimai.

Stacey ora mise la sua mano destra alla base della mia asta e lavorò in tangente con la sua bocca. Mentre la sua testa oscillava su e giù, la sua mano la seguì e la torse mentre andava. Dannazione, mi sentivo bene.

"Ugh Stacey, continua così!" Gemetti mentre la mia testa si inclinava all'indietro sul suo letto mentre afferravo le lenzuola.

La sua testa oscillava più velocemente mentre succhiava con più forza, cazzo ero vicino.

"Stacey, Stacey, sto per venire!" le dico mentre il piacere inizia a prendere il sopravvento.

In qualche modo Stacey va ancora più veloce e mi manda ben oltre il limite.

"Uuhhhhh" grugnisco forte mentre esplodo quasi dolorosamente nella bocca di mia sorella. I miei fianchi si sollevano dal letto mentre sbattono a ogni colpo di sperma. Stacey si attacca e continua a succhiarmi e lei ingoia il mio carico.

"Santo cielo" crollo di nuovo sul letto mentre lei tiene la bocca avvolta intorno alla mia asta. Il suo ritmo rallenta ma fa ancora schifo. Dopo diversi minuti di lenta suzione con uno schiocco, il mio cazzo lascia la sua bocca.

"Stacey, santo cazzo" comincio a parlare prima che lei mi interrompa.

"Non parlare, vieni qui e mangiami la figa!" Chiese mentre si sedeva contro il muro, tirando di lato le mutandine.

Feci come mi era stato detto e mi sdraiai tra le sue gambe. Potevo vedere che era già bagnata e oh così invitante. Mentre mi avvicinavo a lei, mi afferrò la testa e mi attirò a sé. Il mio viso era soffocato dalla sua dolcezza mentre mi mettevo al lavoro.

Ho iniziato a leccare i suoi succhi con la lingua mentre la trascinavo su e giù per la sua fessura. I suoi succhi scorrevano e sebbene un po 'piccante non era di cattivo gusto.

"Cazzo sì Robbie" gemette mentre i suoi fianchi si piegavano un po'.

La mia lingua ha continuato a leccare su e giù. Di tanto in tanto vorticoso attorno al suo tenero nocciolo. Ogni volta che mi imbattevo nella sua clitoride, la sua presa sulla mia testa si faceva più stretta.

"Smettila di prendermi in giro" ringhiò mentre mi teneva fermo.

Ho iniziato a prestare maggiore attenzione al suo clitoride mentre lo succhiavo nella mia bocca.

"Uh cazzo sì fratellino, succhialo" gemette.

Usando le labbra e la lingua ho prestato particolare attenzione alla sua clitoride. Succhiandolo e mordicchiandolo prima di morderlo delicatamente e tirarlo con i denti prima di fargli roteare la lingua intorno.

"Oh dio, mi sento così bene!"

Ho continuato i miei movimenti ma con più ritmo. Ogni tanto trascinavo la mia lingua piena sulle sue labbra prima di divorare di nuovo la sua clitoride. Stacey ora aveva una presa salda sulla mia testa al punto che quasi mi faceva male.

"Proprio lì piccola, proprio lì" gridò dimenando i fianchi.

Riuscii a stringere la mano e inserii due dita dentro di lei. Usando la mia bocca sul suo clitoride e scopandola con le dita ho portato mia sorella all'orgasmo.

Ha tenuto la mia faccia contro il suo inguine strettamente mentre veniva nella mia bocca. I suoi succhi scorrevano mentre urlava di piacere. Le sue gambe si aggrapparono ai miei fianchi mentre il suo corpo diventava rosso per il calore. Mi ha tenuto lì per diversi istanti prima di rilasciarmi. Le sue mani ora presero il lato del mio viso e mi tirarono verso di lei.

Non appena le nostre teste furono allo stesso livello, si lanciò in un profondo bacio appassionato. La sua lingua fu istantaneamente nella mia bocca mentre la esplorava a fondo. Il nostro bacio non era normale perché c'era il gusto combinato dei nostri orgasmi. Non era qualcosa che mi piaceva, ma la pura passione mi aveva preparato a ricominciare e mi ha coinvolto subito. Ricambiai il suo bacio con uguale passione mentre respirava pesantemente.

"Fuck me" disse semplicemente interrompendo il bacio.

Non ho ripetuto mentre mi allontanavo da lei mentre si muoveva sulle mani e sulle ginocchia. Il suo culo paffuto mi fissava mentre entravo dietro. Non ci siamo fermati mentre entravo rapidamente e con forza in lei.

Ci fu un piccolo sussulto di Stacey mentre invadevo la sua femminilità. Mi sono imposto completamente dentro di lei prima di iniziare a scoparla con spinte dure e veloci.

I nostri corpi sbattevano l'uno contro l'altro mentre scopavo la fica di mia sorella con lussuria primordiale. Questo stava costruendo da giorni ed era fottutamente fantastico.

Stacey si aggrappò al letto e cercò di seguire il mio ritmo. Grugnivo ad ogni spinta mentre lei gemeva ad ogni colpo contro di lei.

Ho cercato di mantenere il ritmo più veloce possibile e per alcuni minuti ci sono riuscito. Poi ho iniziato a rallentare. Stavo fino a toccare il fondo in lei ogni volta, ma non è stato così veloce. Non fraintendetemi, è stato comunque fantastico.

"Fanculo il mio culo Robbie!"

"Che cosa?"

"Ho detto fottimi il culo!" chiese.

Mentre mi tiravo fuori da lei si sdraiò sul letto ma spinse i fianchi e il sedere verso l'alto.

“Sii veloce e non andare piano. E non fermarti!

Mi sono avvicinato dietro di lei e le ho afferrato il culo separandoli. Il mio cazzo luccicava nei suoi succhi e l'ho allineato con il suo buco raggrinzito. C'è stata una piccola resistenza mentre cercavo di infilare il mio membro nel suo anello stretto.

"Nngghhh" gridò a denti stretti mentre cercavo di spingermi dentro.

Con un po' più di forza e uno schiocco improvviso il mio cazzo affondò nel culo di mia sorella. Mi sono spinto in profondità e mi sono tenuto lì.

"Ho detto non fermarti, fottimi!" Lei ringhiò.

L'ho fatto e ho cominciato a scoparla con ritmo e vigore rinnovati.

Cazzo, era stretta. Questa è stata la mia prima esperienza nel scopare il culo di una ragazza e santo cielo è stato fantastico. Il suo anellino stretto mi stringeva ogni centimetro.

L'ho scopata duramente nel culo per diversi minuti e mi stavo godendo ogni secondo. Potevo sentirla alzare ulteriormente i fianchi e guardare mentre la sua mano scompariva sotto di lei e tra le sue gambe.

“Voglio che tu mi venga nel culo, Robbie! Scarica quel carico dentro di me! Gemette mentre si avvicinava all'orgasmo.

Con spinte significative ero vicino. Le mie palle si sono strette e pochi secondi dopo sono esploso.

Sono affondato fino in fondo nel suo culo mentre lo riempivo di sperma caldo. Proprio in quel momento si era sfregata fino all'orgasmo ed è venuta mentre il suo culo era pieno di sperma di suo fratello.

"Uuuhhhhhh" gememmo entrambi mentre ci godevamo il nostro climax combinato.

Rimasi lì per diversi momenti raccogliendomi prima di crollare accanto a lei. Stacey ancora sdraiata a faccia in giù.

"Cazzo che era caldo" ansimai.

"Sì" disse mentre giaceva lì senza muoversi.

La prossima cosa che so che mi sveglio al sole che splende attraverso la mia finestra. Mi guardo intorno in preda al panico e non c'è traccia di Stacey. Avevo ancora la mia maglietta e i miei jeans erano ancora giù fino alle caviglie. Non c'era nemmeno traccia dei suoi vestiti.

Mi sono tolto i vestiti, ne ho indossati di nuovi e sono andato a cercarla. Mentre uscivo dalla mia stanza ho incontrato mamma.

"Ehi, guarda dove stai andando stupido!" La mamma mi ha deriso mentre le cadevo addosso.

"Oh mio Dio, mi dispiace mamma, non stavo prestando attenzione, stavo solo andando in bagno!"

"Stai più attento la prossima volta" sorrise mentre si allontanava da me. "E voi siete sorelle in bagno, quindi potete usare le mie!" Disse mentre scendeva le scale.

"Grazie mamma!" gridai mentre aspettavo che scendesse le scale prima di bussare alla porta del bagno.

"Occupato" gridò di rimando Stacey.

"Lo so fammi entrare!" Busso di nuovo.

"Chi è?"

«Stacy. Sono solo io!"

"Ciao solo io dammi un minuto."

Non ho potuto fare a meno di ridacchiare per la frustrazione. Pochi istanti dopo apre la porta con indosso solo un asciugamano avvolto intorno alla vita.

"Oh ciao fratellino" sorrise.

«Stacey che diavolo hai che non va?»

"Cosa intendi?" Ha detto in finta offesa.

“Allora ieri sera? Con Kelsey e poi noi e ora recitare è questo!

"Senti ssshh" disse allungando il dito e premendolo contro il mio labbro.

"Ci siamo ancora per stasera?" Lei chiese.

Ho semplicemente annuito.

“Bene, parleremo stasera! Adesso fammi tornare, grazie” sorrise e chiuse la porta.

“Ma ho bisogno del bagno” dissi alla porta chiusa ma lei non rispose.

Ho finito per usare solo il bagno di mamma e tornare nella mia stanza.

Il resto della giornata l'ho passato a fare le faccende domestiche aiutando la mamma. Falciato il prato e qualche lavoro in giardino.

Era tardo pomeriggio e stavo riordinando gli attrezzi da giardino quando Stacey uscì per parlarmi.

"Ehi, mettiti in mostra!" Mi ha detto. Devo ammettere che mi sono tolto il top perché era un'altra giornata calda.

"Ehi" dissi mentre mi asciugavo la fronte.

"Sei eccitato per stasera?" Mi chiese mentre mi squadrava dall'alto in basso.

"Certo che lo sono" mi fletto involontariamente.

"Bene, voglio che tu ti vesta elegante per favore!" Detto questo, fece scorrere il dito lungo il mio petto e poi se ne andò.

L'ho osservata mentre lo faceva. Ha volutamente ondeggiato i fianchi per mettere in risalto il suo culo, quel perfetto culo succoso. Mi stavo innervosendo.

Sono riuscito a rimettere a fuoco me stesso e ho finito prima di rientrare.

"Beh, ciao" la mamma mi prendeva in giro mentre mi fischiava.

“Ciao mamma” dissi un po' imbarazzata.

"Ehi, mio ​​bel ragazzo di bell'aspetto che si pavoneggia."

"Stavo solo andando a fare un pisolino, duro lavoro quel lavoro in giardino" ridacchiai a metà.

“Oh, c'è il mio signor utile, grazie tesoro. Presto partirò per il mio turno di notte, quindi ci vediamo domani mattina!" Disse mentre si avvicinava e mi dava un bacio sulla testa.

“Ok mamma, a domani! Ti amo!"

"Ti amo di più" sorrise ampiamente prima che andassi di sopra nella mia stanza e crollassi sul mio letto.

Dopo quelli che sembravano minuti, ero di nuovo in piedi e mi stavo preparando. Ho fatto una doccia calda e mi sono rifinito il viso. Avevo una piccola quantità di peli sul viso, ma volevo solo sistemarli un po'. Mi acconciai i capelli come meglio potevo prima di andare a vestirmi.

Non ero esattamente sicuro di quanto intendesse Stacey ben vestita. Sono sicuro che non intendeva un abito a tre pezzi. Ho scelto un paio di belle scarpe brogue marroni, jeans in denim scuro, una camicia bianca e una giacca blu scuro. Devo ammettere che mentre mi guardavo allo specchio avevo un bell'aspetto.

Scesi le scale, mi sedetti sul divano e aspettai che Stacey scendesse.

Ho dovuto aspettare solo una decina di minuti quando ho sentito il suono rivelatore dei tacchi sulle scale. Mi alzai, mi sistemai e andai a salutarla. Il mio cuore si è fermato.

“Robby? Perché stai fissando così? chiese mia sorella scendendo lentamente le scale.

Sembrava incredibile. Aveva dei tacchi con cinturino nero nel punto in cui il laccio le arrivava a metà polpaccio. Indossava un vestito rosso attillato che abbracciava così bene la sua figura. È arrivato a metà coscia. Aveva una cinghia incrociata sulla schiena e due pieghe che scendevano su ciascun lato della sua ampia scollatura molto esposta. I suoi lunghi capelli castani erano lisci da un lato. Il suo trucco ha appena messo in risalto ancora di più le sue caratteristiche naturali.

«Robby?» Chiese nervosamente mentre ora era in piedi accanto a me in fondo alle scale.

"Stacey... sei davvero fantastica" dissi, con la bocca spalancata.

"Oh basta" lei arrossì.

"Serio. Hai un aspetto incredibile!

"Beh, grazie" disse mentre mi dava un tenero bacio sulle labbra, "anche tu non hai un brutto aspetto." Mi ha rivolto un sorriso caloroso che mi ha sciolto le viscere.

"Andiamo?" Si è offerta.

"Sì, lascia."

Stacey indossò una giacca di pelle nera e uscimmo dalla porta. Mi sono offerto di guidare come dovrebbe fare un gentiluomo e perché non ero sicuro che Stacey potesse guidare con quelle cure.

Stacey mi ha detto che aveva prenotato un posto dall'altra parte della città, vicino alla baia. Ci sono voluti solo poco meno di venti minuti per arrivarci e il viaggio è stato davvero piacevole e piacevole. Entrambi ci siamo sentiti così a nostro agio e a nostro agio. La relazione fratello-sorella c'era, ma c'era un livello in più.

Il ristorante si chiamava The Marine Room. Era sul molo e si affacciava sulla baia. Era un ambiente così bello e l'interno del posto era ancora migliore. Si potrebbe dire che era un locale di classe e sono contento che ci siamo vestiti bene.

“Buonasera e benvenuti in Sala Marine, avete una prenotazione?” chiese una piccola ragazza messicana carina. Indossava un vestito nero attillato che sembrava molto tradizionale ma le stava comunque benissimo.

"Sì, dovrebbe essere sotto Henderson?"

"Ah sì, proprio da questa parte per favore." Abbiamo seguito la giovane cameriera attraverso il ristorante e fino a un posto davvero incantevole vicino alla finestra.

"Posso prendere i tuoi cappotti?" Si è offerta.

"Sì grazie" disse Stacey mentre si toglieva la giacca. Stava decisamente girando alcune teste. Mi sono tolto anche la giacca del vestito e l'ho consegnata.

"La tua serva stasera sarà Sarah e arriverà subito." Ci ha rivolto un sorriso caloroso e poi se n'è andata.

“Stacey questo posto è fantastico!” Rimasi senza fiato mentre ci sedevamo. È stato davvero fantastico.

"Ho sempre voluto venire qui e non riuscivo a pensare a nessuno migliore con cui stare qui!"

"Aww Stacey davvero non dovevi ma sì, grazie." dissi debolmente.

"È il più piccolo dei ringraziamenti per tutto quello che hai fatto Robbie!" Disse, le sue guance diventarono più rosee.

"Pensavo fosse un appuntamento?" Scherzavo.

"Robbie" piagnucolò mentre scherzosamente mi schiaffeggiava la mano che era sul tavolo. “Sono serio, solo tutta quella faccenda con Brad. Non potrei mai ringraziarti abbastanza.

“Stacey davvero non avevi anche tu e rifarei tutto da capo per te. Farei qualunque cosa per te!" Le presi la mano nella mia.

Potevo vedere il luccichio delle lacrime fresche raccogliersi intorno a lei in fondo ai suoi occhi. Ci siamo solo fissati. Una profonda comprensione e amore che era forte e lo sentivamo entrambi.

“Scusate se vi disturbo entrambi” c'era una ragazza alta e abbronzata. I suoi capelli neri raccolti in una coda di cavallo dietro di lei. Un caldo sorriso sul suo viso mentre stava lì ad aspettare pazientemente.

"Scusa" disse Stacey mentre ritraeva velocemente la mano.

"Oh no non esserlo, è bello vedere una coppia innamorata" ha sorriso prima di continuare "ecco i tuoi menu e anche le offerte speciali."

"Grazie" abbiamo detto entrambi all'unisono mentre prendevamo i nostri menu.

"Posso offrirti un drink?"

"Prendo un bicchiere di rosso della casa, per favore", disse Stacey.

"E lei signore?" Si è rivolta a me.

"Solo un po' d'acqua per me, per favore" sorrisi di rimando.

"Certo subito" con quello si voltò e se ne andò.

"Non ti dispiace se bevo qualcosa, vero?" Disse Stacey con una punta di nervosismo nella voce.

"Affatto. Ho detto che avrei guidato e che puoi divertirti ancora di più! l'ho presa in giro.

"Oh che gentiluomo" ridacchiò.

"Come sempre" strizzai l'occhio.

Quasi due ore dopo siamo usciti dal ristorante. È stato di gran lunga uno dei migliori pasti che ho avuto nella mia vita e la compagnia che ho condiviso con mia sorella lo ha reso ancora migliore.

"Davvero non dovevi pagare per quella Stacey" dissi mentre mi prendeva sottobraccio.

"È stato un piacere, sai come guadagno i miei soldi extra e le cose sono andate bene di recente."

"Cattiva ragazza" la presi in giro.

"Oh, lo sai che lo sono" sorrise mentre mi allontanava dalla direzione della macchina e verso il bordo del molo.

"Ma onestamente grazie Stacey!" dissi seriamente mentre ci trovavamo vicino al bordo dell'acqua.

"Prego" sorrise mentre mi guardava, i nostri occhi si incontrarono. Non c'era bisogno di dire altre parole mentre ci avvicinavamo e ci baciavamo. Fu un bacio caldo e tenero. Le mie mani si avvolsero intorno alla sua vita mentre le sue mani si alzavano e si avvolgevano attorno al mio collo e alle mie spalle. Il bacio non è stato affrettato. Avrei potuto baciarla in quel momento per sempre. Ci siamo solo abbracciati.

Alla fine abbiamo rotto il bacio e ci siamo semplicemente fissati. Un piccolo sorriso ironico le apparve sul viso prima che mi baciasse di nuovo. Questo bacio era diverso, molto diverso. Faceva caldo e si è rapidamente appassionato. Le sue mani mi tirarono più forte mentre facevo lo stesso. Una mano la tirava saldamente dentro di me mentre l'altra le accarezzava il sedere.

Gemette nel nostro bacio mentre le nostre lingue si esploravano a vicenda, bocche ormai fin troppo familiari.

"Dio Robbie" sussurrò a cavallo mentre interrompeva momentaneamente il bacio. La sua lingua era tornata nella mia bocca.

Rimanemmo lì a pomiciare ea palpeggiare per qualche minuto buono. Il mio cazzo ora era duro come una roccia e per quanto lo amassi, ne avevo bisogno di più. Entrambi avevamo bisogno di più.

"Andiamo a casa!" Ho detto a lei.

"Perché aspettare?"

"Cosa intendi?"

"Dai Robbie, non essere ingenuo" ha scherzato.

Ho seguito i suoi occhi mentre guardava verso la macchina.

"Non puoi essere serio?" Ridacchiai a metà.

"Mortale" aveva di nuovo il sorriso diabolico.

Poi mi prese per mano e mi riportò frettolosamente alla macchina. Entrambi siamo saltati dentro.

"Avvia la macchina e inizia a guidare" ha chiesto.

"Ok" ho semplicemente detto e ho fatto come ha detto.

Mi ha indirizzato verso un grande parcheggio vuoto per un centro commerciale e mi ha detto di separarmi in un angolo più coperto.

Non appena mi sono fermato e ho spento il motore, Stacey mi è stata addosso. Il suo bacio più affamato che mai. La sua lingua era nella mia bocca in pochi secondi. Anche la sua mano fu quasi istantaneamente sul mio inguine, afferrando il mio membro duro.

"Vedo che sei pronto" sorrise di nuovo quel sorriso diabolico. "Veloce nella parte posteriore!"

Entrambi saltammo rapidamente fuori e sui sedili posteriori e quasi istantaneamente ricominciammo a baciarci.

Mi baciò profondamente per diversi altri minuti prima di riposizionarsi. Le sue mani armeggiano con i miei pantaloni cercando di liberare il mio cazzo. Ero fin troppo felice di aiutare mentre aiutavo a slacciarmi i pantaloni e li abbassavo leggermente.

“Sembra più grande ogni volta” sussurrò mentre lo afferrava alla base. Le sue dita lo afferrarono saldamente mentre si avvicinava.

Abbastanza presto la sua bocca calda inghiottì la testa e io ero in paradiso. Immediatamente prese un rapido movimento di suzione veloce. Potevo sentire la sua lingua tagliarsi dappertutto mentre mi succhiava con vigore.

Non ho potuto fare a meno di appoggiare la testa all'indietro crogiolandomi nella gioia e nel piacere che stavo ricevendo.

Sembrava che Stacey stesse facendo l'amore con il mio cazzo con la bocca.

"Ugh Stace" gemetti.

Il suono dei suoi gemiti e dei suoi gemiti riempì la macchina ed è stata una delle situazioni erotiche più surreali in cui sia mai stata. L'immenso piacere travolgente mescolato all'ansia e alla preoccupazione che potessimo essere visti o catturati.

Stacey si sentiva allo stesso modo o non le importava perché sembrava fin troppo felice di quello che stava facendo. Sembrava che tutto ciò che contava per lei in questo momento fosse la sua bocca avvolta attorno al mio cazzo ed ero fin troppo felice di lasciarla stare.

Stacey mi ha felicemente succhiato per dieci minuti buoni e io amavo ogni minuto, ma come se potesse leggermi nella mente, entrambi volevamo di più.

Senza dire una parola si alzò a sedere e poi si riposizionò di nuovo in modo da essere semisdraiata sulla schiena, con le spalle appoggiate alla porta. Quindi allargò le gambe, il piede sinistro appoggiato sul sedile anteriore e l'altro appoggiato lungo la parte superiore dei sedili posteriori. Mentre faceva questo, sollevò il vestito per esporre la sua figa, era nuda e così invitante.

"Niente mutandine?" Ho alzato un sopracciglio.

"Si mettono in mezzo" disse mentre la sua mano destra si spostava sul suo inguine nudo. Potevo già vedere l'umidità. Ha usato l'indice e l'anulare per allargare le labbra mentre usava il dito medio per tracciare la sua fessura. Gemette leggermente mentre faceva scorrere il dito sulla clitoride prima di portare il dito alla bocca e succhiare i suoi succhi.

Il mio cazzo si contrasse mentre mi avvicinavo a lei. Scattai in avanti sulle mie ginocchia. Con la mano destra le tenevo la gamba sinistra e guidavo il mio cazzo con la sinistra. È stato un po' imbarazzante, ma sono riuscito a mettermi in fila e ad affondare in lei.

Entrambi abbiamo emesso gemiti sommessi mentre scivolavo dentro più in profondità che potevo.

"Ugh sì Robbie" gemette Stacey mentre mi trattenevo lì. Godersi la sensazione di essere di nuovo dentro di lei.

Riadattandomi mi sono messo a mio agio e ho iniziato a pompare i fianchi avanti e indietro.

Ero andato pochi minuti e stavo già sudando per il caldo in macchina. Mentre ero ancora dentro di lei, mi sono tolto la giacca del completo e l'ho lanciata sul davanti. Poi ho tirato su l'orlo della camicia e l'ho tenuto su mentre tornavo ad affondare in mia sorella.

Potevo sentire la macchina tremare mentre scopavamo. Facilmente la migliore sensazione nella vita è la sensazione della sua figa stretta che si contrae e cerca di afferrare ogni centimetro di me mentre scivolo dentro e fuori.

"Fanculo Robbie, è così bello!" Grugnì mentre teneva sollevato il vestito con una mano e l'altra era inchiodata al tetto.

"Continua" ordinò "non fermarti, non fermarti, proprio lì, proprio lì!"

Feci come mi era stato detto e andai avanti. Ho mantenuto una velocità costante, spingendomi in profondità dentro di lei. Le sue parole erano impercettibili ora ed erano per lo più composte da grugniti e gemiti.

Dopo diversi minuti sapevo che la fine stava arrivando, letteralmente. Potevo sentire le sue pareti interne stringersi ancora di più.

All'improvviso si sentì un forte bussare alla finestra.

"Cazzo cazzo!" gridai mentre mi allontanavo da Stacey.

"Fuckkk" piagnucolò in totale frustrazione.

"Chi è?" Ho sussurrato.

"Non lo so, ma digli di andare a farsi fottere!" Me lo disse mentre si sedeva e si aggiustava a metà.

Venne un altro colpo. Mi sono sistemato velocemente e ho abbassato il finestrino.

Il mio cuore affondò. Era un agente di polizia. Un grande agente di polizia, era costruito come una casa.

"Scusa. Salve agente” dissi con voce molto timida.

"Guarda figliolo" iniziò con una voce profonda e burbera. "Potrei facilmente portarvi entrambi alla stazione e prenotarvi."

Sono abbastanza sicuro che la mia faccia fosse di un bianco puro.

“Tuttavia, sono quasi alla fine del mio turno. Quindi ecco l'accordo. Proseguì. “Torno alla mia macchina e faccio un giro intorno all'isolato. È meglio che tu te ne sia andato quando torno!

"Sì signore, certo ufficiale!" dissi mentre esalavo un enorme sospiro di sollievo mentre si allontanava.

"Cazzo, era troppo vicino!" Ansimai mentre mi giravo verso Stacey.

"Abbiamo tempo finché non torna per finire!" Disse mentre spingeva il culo più in basso sul sedile.

"Stacey non puoi essere seria?"

"Sono così vicino però" piagnucolò.

"Possiamo finire a casa" le dissi mentre scendevo dall'auto e saltavo di nuovo al posto di guida. L'auto della polizia si stava allontanando mentre lo facevo.

"Beh, rimarrò qui e mi finirò" sbuffò mentre si spostava di nuovo dove sapeva che potevo vederla.

"Vestiti!" le dissi mentre accendevo la macchina e iniziavo a uscire dal parcheggio.

"Oohhh Robbie, ci si sente così bene" ha scherzato. Ho riadattato il mio specchio per avere uno sguardo diretto tra le sue gambe. Il medio e l'anulare scivolavano dentro e fuori. Gemeva ogni volta e diventava più forte man mano che diventava più veloce.

"Voglio di nuovo quel cazzo" gemette da dietro.

“La mia figa ne ha così tanto bisogno, voglio che tu mi riempia e mi faccia venire. Voglio venire su quel tuo grosso cazzo duro!

"Cazzo" sussultai mentre lottavo per tenere gli occhi sulla strada.

"Ugh Robbie, sto per venire, aahhhhhh" strillò mentre stringeva le gambe intorno alla mano.

Per fortuna eravamo a pochi minuti dall'essere a casa mentre acceleravo lungo la nostra strada e mi precipitavo nel nostro vialetto.

"La mia stanza, ADESSO!" Mi voltai per dirglielo.

Stacey si limitò a sorridere in risposta.

Pochi istanti dopo ci eravamo arrampicati in casa e nella mia stanza. Nel momento in cui la mia porta è stata chiusa, l'ho afferrata e l'ho baciata con spericolato abbandono. L'ho baciata con forza che l'ho appoggiata contro la porta, senza interrompere il bacio. Ero duro come la roccia e arrapato. Ho perso un po' di mojo quando è arrivato l'ufficiale di polizia, ma lo spettacolo che mi ha dato nella parte posteriore ero proprio lì dove ero.

Poi ho preso una manciata dei suoi capelli e l'ho trascinata sul mio letto. Sono stato abbastanza duro da dimostrare che ero al comando e che avrei preso quello che volevo, ma non le ho fatto del male. L'ho spinta sul mio letto e l'ho piegata. Ho afferrato il suo vestito e l'ho vomitato mentre tiravo fuori il mio cazzo dai pantaloni.

Senza preavviso sprofondai in lei. La sua testa volò indietro alla mia violenta invasione. Ho preso una manciata dei suoi capelli e l'ho tenuta stretta mentre la scopavo forte e violenta.

“Oh mio fottuto dio! Si si!" Ha pianto mentre la sbattevo contro.

Stacey si stava tenendo in piedi con le mani. La mia mano libera era fermamente posizionata sul suo fianco mentre la attiravo dentro di me mentre la scopavo. La stanza si riempì rapidamente del rumore combinato dei nostri corpi che si scontravano e di Stacey che gemeva e urlava parolacce.

"Ugh ugh ugh" grugnì ad ogni potente spinta.

"Sì sì fottimi, fottimi la figa!"

continuai senza parole. Avevo un solo obiettivo in mente. Questo è stato quello di far esplodere il mio seme nel profondo della meravigliosa figa di mia sorella. Se anche lei scendeva, allora era un vantaggio in più, ma in questo momento mi preoccupavo solo di scendere.

Pochi minuti dopo ed ero lì. Mentre aumentavo ancora di più il ritmo, Stacey urlò e si dimenò sotto di me mentre veniva forte. Le sue mani cedettero mentre la parte superiore del corpo crollava sul letto. Ho continuato però. Forzando il mio cazzo dentro di lei mentre venivo.

Ho grugnito forte mentre riempivo mia sorella con il mio sperma. Spingendo forte assicurandosi che ne uscisse fino all'ultima goccia. Con un altro paio di colpi contro di lei ero esaurito. Mi sono tirato fuori e Stacey ha emesso un gemito udibile.

Stacey rimase nella sua posizione mentre mi sedevo accanto a lei sul letto e poi ricaddi indietro.

"È stato... incredibile" ansimò, mentre girava la testa per guardarmi.

"Non è stato vero!"

"Il modo in cui hai preso il controllo, merda."

"Beh, mi hai preso in giro in macchina e avevo bisogno di finire."

"Dio, puoi finire in quel modo in qualsiasi momento" ridacchiò mentre si girava su un fianco di fronte a me. Le gambe e i talloni penzolavano per metà dal letto. "È stato molto divertente in macchina", ha aggiunto.

"Che parte?"

"Tutto" sorrise.

"La prima e l'ultima parte sì, forse non la parte in cui farsi beccare" ridacchiai.

“È stato un tale brivido, anche tu mi stavi scopando così bene. Forse ho bisogno di trovare un posto un po' più appartato la prossima volta.» Disse con un sorriso ironico sul volto.

"La prossima volta?"

"Oh sì, faremo di nuovo sesso in macchina!" Disse così sicura di sé.

"Solo se ottengo lo stesso spettacolo nel retro?" Ho sorriso.

"Affare!"

I leaned over and gave her a soft kiss on the lips. “I’m going to shower!”

“Ok, I need to get this make up and outfit off.”

With that she lifted herself back up too her feet and edged closer. She trailed her hand down my cock before she wandered off out of the room. I was sure my cock even twitched at the feeling of her hand.

I lay there for five more minutes before getting up, stripping off and heading for the shower.

The feeling of hot water cascading down the body is always a good feeling. That feeling is made even better when I sense the presence of my sister as she slips into the shower beside me. Her hands snaking around me and wrapping me into a tight hug. I let her hold me for a moment before I turn around to face her. With one hand I cup under her chin and pull her into a kiss. It’s soft and tender at first but all too quickly it turns hot and passionate.

My hands roam her naked form and rest on her chest. Her tits are a great handful to squeeze and caress. Stacey moans against my tongue as her hand finds my hardening cock.

She strokes it lightly as I tenderly caress her mounds, her hard nipples poking out. I break the kiss and lean down to take a nipple into my mouth. She gasps loudly as I suck hard on her little nub. Her one hand still slowly strokes my shaft as her other hand cups the back of my head holding me against her.

I switch between nipples as I suck and nibble each one. Stacey’s breathing becoming heavier as I do so.

With one of my free hands I trail down her flat torso and between her legs. Even with the water falling down us, I can still feel how wet she is. Her juices are flowing as I slid a digit inside of her. She gasps louder as I press in.

“Fucckkk” she groans as her nails dig into the back of my head.

After a few pumps with my finger, I add a second and begin to finger fuck her.

Again Stacey’s held falls back in pleasure as her grip loosens in my head. After several minutes of fingering her I feel her hand leave me as she grips the side walls for balance. Her chest heaves up and down as she breathes deeper and deeper.

“Oh yes Robbie, keep going” she encourages me as I pump my fingers faster inside her. My tongue and lips still giving each nipple plenty of attention.

It does take long before I feel her body go weak and she cries out in pleasure as she cums all over my fingers. Her hand slapping onto my back for support as her legs tremble below her. I do my best to keep her upright as I take my mouth away.

With her eyes closed she wordlessly and waywardly opens her mouth with her tongue out trying to find my mouth. I meet her with mines as we make out again.

Once she comes down from her high, her hand is back onto my throbbing member. She pulls me towards her as she backs up against the shower wall. She lifts a leg and curls it around the back of my leg as she continues to guide me forward.

As my cock is at her entrance she places her hands on my shoulder and urges me on. I try to dip my hips to slid into her but the angle isn’t right. I try to readjust myself but it doesn’t help.

“Here quickly” she says as she climbs out of the shower. I follow behind her not worrying to turn the shower off and watch as she hoops up on to the bathroom sink counter top. I close in on her and line myself up. It’s still not ideal but it works better.

I slid into her and quickly begin to fuck her. Her legs curl up behind me and lock themselves around me. Pulling me into her as I fuck her.

Her arms are outstretched behind her as she holds herself up.

I fuck her like that for a good five to ten minutes before my balls start to swell.

“I’m close” I grunt as I slam harder into her.

“Do it” she growls “cum inside me again, fill me up!”

Seconds later I do just that as for the second time that night I cum into my sisters pussy.

We both grunt and groan as I empty myself into her. Her legs still firmly locked behind me. Completely spent again I hold myself against her.

We exchange an other brief tender kiss.

“Now I really need to shower” I teased.

“Let me wash you” she offered as she finally released me.

This time we both did actually manage to shower and took turns in washing each other. Even though it didn’t led to anymore sex. It was a very erotic experience cleaning and washing her beautiful incredible naked form. We eventually got out of the shower and dried ourselves off.

“Will you sleep with me tonight?” I asked, a hint of shyness in my voice.

“Where else would I sleep?” She teased back before she smiled warmly “I’d love too.” She extended out her hand and I took it as she led us back to my room.

We both climbed in and snuggled up. We lay on our sides and Stacey shuffled back up against me in a spooning position.

“I love you” she said softly.

“I love you too” I told her squeezing against me.

“Do you promise to love me forever though?”

“Stacey I promise to love you till the day I die. You mean the world to me!”

“You mean the world to me too!” She replied as she hugged my arm against her.

I smiled broadly as I held her against me. I was so happy and content. Could easily of lived in this moment forever.

—————————

Stacey and I had sex again during the night and once again in the morning. This continued for a few years. We limited it in the house. We had sex a few time’s in the car and even at college once, that was a real thrill. It was still the most erotic sex I’ve ever had. We still continued to do our cam shows as well. Mom never caught us but I did have a very sneaky suspicion that she knew about us but never said anything.

I also continued to have sex with Jessica and Melody. Most of the time it was the three of us but there was occasions when it was just Jessica and I. She was one horny woman. Melody and I did team up for our class project which turned out went a massive way towards our qualification. We ended up filming two movies. One a serious one that was submitted for grading and we also made a porno. It was an experience to say the least. We made it with a storyline and everything. This one I did not show to Laura though. A few weeks after my confrontation with Holly at work I decided to quit and got an internship with a small video production team.

Fifteen years on and things are going very well for me. I am head camera operator for a major film production company where I met my now wife. Jemma is a producer within the film company and we have worked on some big films in the last couple of years. We’ve been married for seven years now and have two kids, Paul and Nicole, both four and two.

My sister is also married to a great guy. Stacey managed to get a job as a fashion designer in a top clothing brand and that’s were she meet Mark. He’s a manager in the marketing department for the brand. They have a lovely little girl, Ashley, aged two as well.

Life really is great and I’m so proud of were my sister and I have gotten too. We no longer engage in anything sexual as we both love our partners dearly. Unfortunately I lost contact with Melody and Jessica after graduation but I still remember my time with them fondly. I have also never seen Brad or Kelsey again either thankfully.

Mom is doing great, she is however still single. She did date a few guys for a while but nothing ever lasted. She tells us many times that now she has grandkids they are all she needs to be happy.

I’m glad that I saw Kelsey for what she was. The heartbreak I went through but it gave me so much more. It really did give me a chance at a new sex life and a new life for that matter.

————————

Authors note:

Below are the rough real life actresses I would use for the characters. They are not based on any of them nor do they resemble any. Purely for a visual representation.

Melanie Henderson - Angela white

Stacey Henderson - Dani Daniels

Kelsey, the ex - Lexi Belle

Miss Laura Davidson, teacher - Lauren Phillips

Holly, work colleague - Elsa Jean

Diane, moms friend - Kendra lust

Melody classmate - Siri

Jessica, melody’s friend - Lucy Kat

Lexi - Anna Ball Perks

Becky, nurse - Dillon Harper

Storie simili

Attraverso l'eternità (L'infinito) Libro 3 - Capitolo 12

Il Cavalierato Dopo quella maledetta serata, Noah non aveva fretta di uscire dai bagni, e il fatto di avere la stanza tutta per sé era una gradita serenità. Inoltre presto sarebbe tornato a vivere per strada, dove i bagni caldi erano pochi e rari. Era bello assaporarlo finché poteva, così come la sensazione di un'uniforme fresca. Si fermò nella sala mensa e prese del pane e una mela, poi tornò al suo dormitorio, dopo aver trascorso le ultime ore bramando la morbidezza del suo letto come una vecchia fiamma. Sembrava che non appena chiudeva gli occhi, si aprivano al suono di...

500 I più visti

Likes 0

Scottature inaspettate

Mi è sempre piaciuta la vita crescendo, mio ​​padre si era risposato dopo che mia madre era scappata con un altro ragazzo quando ero bambino e avevo una sorellastra molto sexy con cui andare con una matrigna follemente sexy. Ricordo che ogni volta che facevamo una festa in piscina invitavo tutti i miei amici a venire solo per vederla in bikini, poi quando la mia sorellastra avrebbe compiuto 18 anni sarei stato il ragazzo con cui i ragazzi avrebbero stretto amicizia solo per avere la possibilità di avvicinarsi a lei. Quello che non potevo dire loro era che vederla in bikini...

498 I più visti

Likes 0

La ciliegia di Internet

Ricordo di aver ricevuto il mio primo massaggiatore AOL quando avevo 11 anni. So che i computer non esistevano più da allora, ma ho vissuto una vita protetta ed era la prima volta che mia madre pensava di comprarci un computer. Non passò molto tempo prima che mi innamorassi di Internet e di tutto ciò che offriva. Tutto è iniziato quando mi sono annoiato e ho trovato un sito di giochi dove potevi giocare a giochi da tavolo e parlare con le persone direttamente online. La chat presto mi ha indirizzato alle chat room e a chiunque volesse parlare con una...

383 I più visti

Likes 0

Il rapimento e lo stupro di Trac 1

Traci sta percorrendo un sentiero nel bosco appena fuori dalla sua città natale. È una bellissima ragazza nera che indossa un paio di pantaloncini corti bianchi, una camicetta nera, mutandine nere e reggiseno. Mentre percorreva il sentiero pensava al suo nuovo amico online in Texas. Gli aveva fatto sapere che voleva saperne di più sul BD/SM e gli aveva confidato che aveva fantasie di stupro che la rendevano molto bagnata quando ci pensava. Le aveva promesso di aiutarla a realizzare la sua fantasia se fosse venuta a trovarlo. Era talmente immersa nei suoi pensieri che non sentì i passi che si...

602 I più visti

Likes 0

Fratello adottivo nuova vita parte 1

Ciao, mi chiamo Shawn Roberts, ho 19 anni (compiego il 20 il 2 luglio), 5'10, afroamericano, con capelli corti e neri e occhi neri (marrone scuro ma sembrano neri come la pece). Ti racconterò una storia interessante su come è cambiata la mia vita sessuale durante il liceo. Ehi Shawn! Ho sentito una voce chiamare il mio nome da lontano mentre ero alle prove di pista. Ho guardato in lontananza e ho visto le mie 3 migliori amiche più vicine. Sono tutti ridicolmente stupendi (per fortuna). Ho finito il mio giro e ho attraversato il campo di calcio per vedere cosa...

329 I più visti

Likes 0

La mia cugina cagna e la sua amica

È iniziato come un giorno come nessun altro, alzarsi la mattina e fare la mia pulizia regolare e nutrirmi bene come fanno tutti. L'unica cosa che non era proprio come le altre mattine che avevo due bellissime ragazze qui con mia madre era come la maggior parte delle altre che mi trattava come se avessi tre anni quando in realtà ho 17 anni ha insistito sul fatto che mia cugina Sadia stesse con me. Ora mia cugina pesava 112 libbre, capelli biondi, occhi azzurri, seno 36C, culo perfetto e stretto, e le labbra succulente quelle se le avessi baciate probabilmente saresti...

2.1K I più visti

Likes 0

Una storia per donne

Prima di iniziare... Facciamo un patto. Se ami la mia storia, aggiungi SnapC. Desidero incontrare persone di mentalità aperta e amo condividere e ricevere foto. Affare? Utente: Kazaragh Le mie fantasie e desideri sono infiniti, tutti abbiamo voglie e feticci. Il piacere è la cosa più naturale che noi umani possiamo desiderare, e desiderare è umano. Lascia che la mia scrittura si imprima nella tua mente, prenditi il ​​tuo tempo per immaginarla e per gli anni a venire ricordala. Vi scrivo con il desiderio di condurvi in ​​un viaggio della mente tentando di prendere la lussuria dentro di me e mettendola...

2K I più visti

Likes 0

Madeliene è solo deserti

Correndo verso la sua macchina con un vestito nero attillato e tacchi alti con cinturino alla caviglia, Madeliene non si accorse dell'uomo in piedi nell'ombra finché non si schiarì la voce. Voltandosi per affrontarlo, vide un uomo alto e muscoloso in pantaloni neri, maglietta e berretto da baseball. Prima che possa reagire, c'è uno scoppio del dispositivo nella sua mano e il suo mondo esplode mentre i dardi del taser la colpiscono nelle costole, erogando 10,00 volt. Crolla sul pavimento del garage, contorcendosi ma incapace di muovere un muscolo da sola. L'uomo la gira rapidamente e le ammanetta le mani dietro...

1.3K I più visti

Likes 0

Una notte sorprendente

I miei amici e io ci siamo sempre divertiti a sperimentare nuovi modi di intrattenerci a vicenda, ma fino a poco tempo fa eravamo a corto di vapore. Io e Dave abbiamo lavorato nella stessa azienda negli ultimi quattro anni, mentre le nostre rispettive amiche, Susan e Jenny, possiedono una piccola boutique di moda. Di solito dopo aver visitato un wine bar o un club, tornavamo a casa mia per un bicchierino o due. Dopo il viaggio di sabato scorso in un wine bar spagnolo locale, eravamo tutti abbastanza allegri e abbiamo deciso di comprare dell'altro vino e tornare a casa...

1.1K I più visti

Likes 0

Sarah incontra un pazzo

Sarah incontra un pazzo Quando mi hanno lasciato andare, hanno detto che non ero più un pericolo per me o per gli altri. Cinque vittime in cinque stati diversi in seguito potrebbero averle convinte a rivedere la loro opinione. Le mie foto che mostrano in TV sono state scattate anni fa, quando mi hanno beccato per la prima volta. Mostrano un disegno di come un artista pensa che potrei apparire se dovessi farmi crescere la barba. È incredibile quanto poco mi assomigli. Mi piace piuttosto la mia barba. Quando raggiungi la mia età, dicono che hai la faccia che meriti. E...

963 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.