The Breeders Life 6: La punizione è la vita

30Report
The Breeders Life 6: La punizione è la vita

The Breeders Life 6: La punizione è la vita

Per quelli di voi che sono troppo stupidi per ricordare tutto ciò che vi ho detto sulla nostra vita dopo la guerra. Eccolo in poche parole... se sei una donna fa schifo, se sei gay fa schifo, se ti rifiuti di giocare secondo le regole allora saprai cos'è il dolore. Questo è ciò che accade quando non rispetti. Al liceo avevamo un ragazzo nella nostra classe aveva quattordici anni quando è stato sorpreso a fare sesso con un insegnante maschio. Non che avesse una scelta secondo lui comunque. Le leggi sono comunque severe. È stato arrestato per essere gay e l'insegnante ha ricevuto lo stesso trattamento. Il ragazzo in questione un giovane di nome Giorgio, ha avuto una condanna molto più leggera rispetto al professore ma che vi piaccia o no. Volenti o nolenti, se vieni sorpreso con un altro uomo o un'altra donna, allora pagherai.

George aveva quattordici anni quando fu riconosciuto colpevole di omosessualità. Non ha negato, forse se l'avesse fatto avrebbe avuto una condanna ancora più lieve. Nessuna fortuna per l'insegnante che è stato condannato all'ergastolo nell'allevamento. Sarebbe stato legato a un letto (se così si può chiamare per 8 ore al giorno, sarebbe stato violentato da donne che volevano bambini o semplicemente abusato da donne e uomini che volevano fare di lui un esempio. Dopo otto ore su quello che sarebbe caritatevolmente chiamato uno scomodo letto di metallo ci si aspetterebbe che seminasse le prigioniere i cui crimini erano tanto feroci quanto non aprire le gambe per gli uomini quando gli veniva ordinato di farlo.) questo è ciò che poteva aspettarsi di fare per il resto della sua vita. Se non riusciva a diventare duro, veniva castrato e mandato al macello. Nessuna seconda possibilità per un ergastolano. Assolutamente no. Questa è la legge che non perdona non dimentica.

Ho scoperto cosa è successo a George solo l'anno scorso, quando entrambi avevamo compiuto 22 anni. George non è il ragazzino carino che lo ricordavo. Era alto, con i capelli arruffati e un'ombra di se stesso. Come tutti gli ex detenuti dell'allevamento, gli era stato tatuato un codice a barre sulla nuca. Un anello del setto che era stato saldato insieme. È stato progettato per non essere mai tolto. C'erano altre modifiche ma non riuscivo a vederle, sapevo solo che le avrebbe avute.

George era troppo magro per essere in salute.

Mi ha detto che capiva come mi sentivo, sapeva com'era essere solo un pezzo di carne, ho 22 anni come lui e questa è la mia terza gravidanza. Sono quattro mesi insieme a due gemelli e sto iniziando a diventare estremamente brigante. Ha notato il modo in cui ho camminato verso di lui e ha detto che poteva dire che ho i tappi nel culo e nella fica. Ovviamente aveva ragione. Raramente non avevo dei plug in loro, i vibratori nelle labbra della mia figa così come altro dove mi rendevano ancora più eccitante di quanto non sia di solito e questo la dice lunga.

"Devi capire che dopo che sono stato dichiarato colpevole mi hanno portato fuori dalla stanza senza la possibilità di salutare i miei genitori o fratelli". Giorgio mi ha spiegato. “Mi hanno portato in questa sala d'esame dove mi stavano aspettando un dottore e un'infermiera, sì professionisti. Aspettano tutti noi condannati per crimini sessuali”. mi disse Giorgio. “Mi è stato detto di spogliarmi quando non ho risposto abbastanza velocemente, mi hanno spogliato dei miei vestiti. Forbici e nemmeno loro stavano molto attenti.» spiegò Giorgio.

------------

Il punto di vista di George
8 anni fa

Esito solo un attimo e la scelta mi viene tolta. Sei anni senza scelte da fare, sono stata violentata e sono colpevole come lui... la persona che mi ha fatto questo. Dov'è la giustizia in questo mondo per le vittime. Non aderisco al vecchio adagio che non ci sono vittime quando si tratta di sesso. Se lo stai facendo contro la tua volontà, allora com'è che hai commesso un crimine. Lo stronzo in questione pesa 60 libbre più pesante di me e io sono quello in colpa per non aver reagito abbastanza duramente. Mia madre e mio padre dicono che si vergognano di me, si vergognano. Un muratore e una fottuta prostituta... quella stronza... mi sto allontanando dai miei problemi attuali. Mi hanno ridotto ai miei boxer. Ero nella squadra di calcio, ora sarei fortunato a rivedere un pallone nella mia vita. Una volta che un crimine sessuale viene condannato, l'intero dannato mondo saprà del tuo passato per il resto della tua vita.

Per me è più facile, immagino, non dovrò partorire in pubblico, le persone pagano per vedere quel tipo di spettacolo. No, sarò legato a un letto di metallo e scopato per otto ore al giorno, dovrei esibirmi o verrei probabilmente castrato dai figli di puttane che sono i miei carcerieri. Una delle guardie mi tiene le braccia bloccate dietro la schiena da un paio di manette della polizia sono così strette che fanno male ma che dire... niente sono un detenuto. Mi hanno dove mi vogliono e quando mi tolgono i boxer il mio cazzo floscio è esposto al mondo. Non sono il ragazzo con il cazzo più lungo del mondo, ma ho un cazzo molto grosso. Non ho mai potuto usarlo, sono vergine. Almeno lo ero, finché quello stronzo non mi ha violentata. Quindi cosa succede se sono gay, questo non significa che... va bene bene sì, sono gay. Mi piacciono i ragazzi, non che abbia più importanza. Se ne assicureranno.

"Ragazzo, sto parlando con te." Il dottore mi ha urlato contro.

"Che cosa?" gli chiedo. È completamente sbagliato dirlo in quel modo. Non quando questo bastardo decide cosa fare del mio corpo oggi.

“Frocio non mi interessa chi pensi di essere. Sei qui a causa della tua devianza sessuale. Parlerai a me e al mio staff con rispetto o dovrai subire nuovamente le conseguenze delle tue azioni. Ora ti ho detto di portare qui il tuo magro culo frocio, ragazzo. Mi ha ringhiato contro e ha annuito alla mia cattura che mi ha spinto in avanti. Non ho modo di impedirmi di cadere mentre mi coglie di sorpresa. Colpisco prima il terreno con la faccia e gemo di dolore mentre atterro sul naso. "Guarda che frocio non può fare a meno di cadere nella sua volontà di succhiare i nostri cazzi." Il dottore ha detto alla stanza a molte risate. Sento una delle guardie afferrarmi per i capelli e trascinarmi in piedi. Urlo di dolore per questo e non posso fare a meno di desiderare di essere ovunque tranne che qui. Quando mi rimetto in piedi la guardia non mi guida con le braccia ma mi trascina per i capelli e mi trascina dal dottore. Piango fino al dottore, piangerei per la mia mamma ma non servirebbe a niente.

"È necessario?" chiede la guardia più giovane.

“Oh sì, non puoi mostrare compassione ai condannati di recente. Se pensano di poter farla franca con l'omicidio, cercheranno di farla franca. Devi essere fermo con loro e devi essere duro, mostra loro cosa possono aspettarsi se non rispettano i loro padroni. Il dottore ha spiegato. “Vedrò questo frocio di merda solo se si comporta male, poi lo castrerò se è fortunato o gli toglierò tutto. I Nullo non sopravvivono nel mondo in generale, non di questi tempi. I trapianti sessuali sono illegali, ovviamente, quindi una volta che gli prendi le palle o il cazzo e le palle, sono froci senza sesso e senza cazzo per sempre. Gli disse il dottore.

Quando senti questo genere di cose, non puoi fare a meno di piangere e piangere forte. Cazzo, avevo quattordici anni quando mi hanno fatto questo. Quando sono stato processato ero appena uscito dalla pubertà, non avevo ancora avuto un forte scatto di crescita. Diavolo, non avevo idea di quanto potesse essere bella la vita e, a dire la verità, dopo questo giorno sarebbe passato molto tempo prima di sapere com'era avere una cosa chiamata vita.

“Per prima cosa devi togliere di mezzo i piercing. È sotto di sei in tutto... che sono tutti permanenti. Un segno che era un condannato per reati sessuali. Ha detto alla stanza non io... ovviamente gli altri nella stanza sapevano cosa mi stava per succedere io nel frattempo non ne avevo idea. La maggior parte dei piercing in questi giorni viene eseguita dopo che è stato applicato un agente paralizzante, ma quando sei un detenuto non è così. "Prima, ovviamente, facciamo quelli che causeranno il minor numero di problemi." Il dottore continuò. "Ragazzi, mettetelo sulla sedia, voglio le sue gambe nelle staffe." Disse alle guardie. Prima ancora che abbia il tempo di combattere, credimi a questo punto, voglio farlo. Sono sulla sedia immobile. Sento una piccola puntura nella schiena. Non ti dicono di cosa si tratta, ma sai abbastanza rapidamente esattamente di cosa si trattava. Presto non puoi muovere nessuno dei tuoi arti, è una droga che essenzialmente ti paralizza. Non solo dalla vita in giù ma dal collo in giù. Non è permanente, ha un effetto di circa un'ora. Ma per quell'ora sei impotente ed è quello che vogliono che io sia. Riesco ancora a sentire tutto quello che sta facendo il dottore. Muove il mio sacco di palle e non posso fare nulla per l'erezione che questo mi dà. Il mio cazzo non tagliato da 6 pollici ora è sull'attenti e questo è ovviamente quello che vuole.

"Questo è un pezzo di carne abbastanza impressionante, sarà popolare." Uno dei commenti delle guardie mi ha fatto arrossire. Stanno parlando di me come se non fossi qui. Non posso fare a meno di sentirmi disgustato da loro e da me stesso per essere completamente impotente contro quello che mi stanno facendo. Mi costringono la testa in questi cuscini che hanno l'effetto di rendermi impossibile muovere la testa da un lato all'altro o su e giù. Quindi il dottore inizia il suo lavoro.

“Per prima cosa il piercing al setto. Questo è essenzialmente saldato in posizione. Il dottore dice alla stanza in generale.

Se pensavo che il dolore emotivo di essere spogliato da queste persone fosse brutto, non era niente in confronto al dolore di essere trafitto. Ho urlato mentre mi trafiggeva il naso. Ho urlato e urlato forte. Non che fosse particolarmente doloroso, era una reazione istintiva al dolore che stavo sopportando e al fatto che non potevo muovermi, nemmeno un centimetro tutto il mio corpo era immobile. Potevo sentire delle urla da qualche altra parte nell'edificio, ma me ne sarei reso conto solo dopo. Erano le urla del mio compagno criminale. Mi ha dato un po' di conforto il fatto che soffrisse tanto quanto me. Usano una macchina per completare il sigillo sul piercing. Quindi non c'è paura della mia faccia.

"Bravo cucciolo." Il dottore mi ha detto. "Ora i suoi capezzoli." Il dottore disse alla stanza ridendo. Gli piaceva il suo lavoro, ormai lo sapevo.

Le mie urla hanno presto riempito la stanza, questo faceva molto più male del mio naso e oh dio volevo che finisse.

"Per favore, non più." Li prego di farli ridere.

Anche questi non sono piccoli piercing, no questi sono anelli di grosso calibro e pesanti. Quello nel mio naso pesa pesantemente sul mio labbro superiore. Anche i miei capezzoli ricevono grandi anelli. Tanto sul controllo quanto sull'estetica, ma a questo punto non lo so. Il mio corpo è dolorante a questo punto, sta urlando per il riposo, ma nessun riposo mi sta arrivando, non proprio in questo momento comunque.

"Ora è il momento in cui i giovani diventano un po' strillanti e svengono." Disse il dottore alla stanza. “Gli ultimi tre piercing sono nella zona inguinale. Due nella testa del pene stesso e uno tra il suo culo e il sacco delle palle che chiamiamo affettuosamente il suo guiche. Tutti e tre sono lì per massimizzare il piacere che riceve durante il sesso con una donna. L'ultima cosa di cui abbiamo bisogno è un cazzo flaccido da frocio quando una donna vuole cavalcarlo come fa un cowboy con un cavallo. Il dottore disse ridendo mentre l'infermiera gli teneva fermo il cazzo rigido. Non erano veloci su questi ultimi piercing non come gli altri. Dovevano stare attenti, immagino, ma se sei un prigioniero incapace di muoverti, i quindici minuti che passi con loro a farti queste cose sono terribilmente dolorosi. Mi urlo a cavallo mentre mi infilano un principe Alberto nella fessura del piscio... il dolore è inimmaginabile a meno che tu non sia un sadico che sono sicuro aiuta con il lavoro che queste persone fanno tutto il giorno ogni giorno. Devono allungarmi e questo mi causa ancora più dolore, ma non perdo mai la rigidità. Sono duro e orgoglioso nonostante il dolore. Ridono e scherniscono mentre commentano che devo godermi quello che mi sta facendo. Niente può essere più lontano dalla verità, ma a loro non importa. Molti degli uomini nella stanza sfoggiano loro stessi colpi duri. Il mio cazzo è in fiamme mentre tre donne vengono portate nella stanza nude come il giorno in cui sono nate. Rasato laggiù. Questa è la prima volta che vedo una donna nuda nella mia vita, sono curioso ma non perché sono attraenti. Mi chiedo cosa siano lì per fare le donne e non mi ci vuole molto per scoprire cosa sono lì per fare. Sembra che gli uomini abbiano bisogno di uno sfogo sessuale e per questo è la seconda volta che vedo il cazzo di un altro uomo quando è eccitato oh dio.

"Il prossimo è quando le puttane svengono." Il dottore ha detto ridendo mentre urlo. Non riesco a vedere cosa stia facendo, ma mi sento come se un attizzatoio incandescente mi trafiggesse il campanello. Questo fa più male del Principe Alberto e ha ragione... Svengo nel dolce oblio.

Vengo a urlare... svegliato dal dolore che penso sia nel mio culo e non so da quanto tempo sono fuori.

"Bentornato femminuccia." Una delle guardie commenta lascivamente. Mi ci vuole un momento per ricordare dove sono e cosa mi sta succedendo. Riesco a sentire qualcosa di pesante che pende tra il mio culo rotto e il mio sacco di palle, ma non è quello che sta causando il dolore, ciò che sta causando il dolore è ciò che il bastardo sta cercando di inserire nel mio culo.

"Noooooooo... per favore no, non di nuovo... no per favore smettila." Prego il dottore. Non è un cazzo, lo so... bi non so che è un plug anale... un grosso plug per giunta. E sta cercando di mettermelo nel culo. Urlo e imploro finché non mette la mano contro la base della spina e la sbatte a fondo. Devo svenire di nuovo perché la prossima cosa che ricordo è svegliarmi con la sensazione di nuovo negli arti. Certo che ho spilli e aghi come non crederesti e il dolore è appena tollerabile. Non sono più nelle staffe e mi sento il culo pieno. Sono in una posizione eretta ma a letto. C'è una barra di sollevamento tra le mie gambe una catena non attaccata a nulla che parte da quella.

“Ah, finalmente il ragazzo si è svegliato... stupida piccola puttana non sopporta il dolore... beh, sei anni di sesso cambieranno le cose. Faremo di te un uomo etero, ragazzo. O ti riavremo come residente permanente del programma. Il dottore ha detto che quando sono stato tirato giù dal tavolo sono stato lasciato in piedi per un momento prima che le guardie entrassero. Quando mi hanno ammanettato questa volta sono stato ammanettato due volte, una volta all'altezza del polso e poi di nuovo all'altezza del gomito. Il mio petto fatto risaltare fiero dalle mie restrizioni. Ho guardato rediculus ne sono sicuro. Quindi mi viene ordinato di accovacciarmi, il che costringe il mio sedere a esporre se stesso e il plug in qualche modo. Questo è quando so come giocherà un ruolo la catena. La catena è attaccata alla mia spina. Mi è stato detto di alzarmi meglio che posso, ma sono zoppicante. Stare in piedi o cercare di stare oltre un certo punto mi provoca dolore mentre la spina viene tirata dalla catena e la spina è troppo grande solo per staccarsi dal mio intero. È incastrato lì dentro in profondità. "Puoi portarlo al centro di detenzione per i ragazzi della notte prima che venga portato nel suo nuovo letto domani." Il dottore lo dice alle mie guardie.

Sono una rana portata fuori dalla stanza lentamente, non riesco a camminare bene, devo uscire dalla stanza ondeggiando. Troppo grande un passo e grido di dolore... quindi sto attento dopo i primi due passi. Non lo so ancora ma sto per incontrare la mia famiglia per l'ultima volta. Passeranno sei anni prima che li riveda. Mia madre e mio padre sono nella sala d'attesa, dove sono rimasti dopo la sentenza. Mia madre rimane senza fiato quando mi vede, mi hanno rasato i peli pubici e i miei capelli sono stati tagliati di nuovo al numero uno. Potrà ricrescere, i capelli sulla mia testa cioè. Ma i peli sull'inguine e sul culo, così come sotto le braccia, non ricresceranno mai. I piercing sono pensati per essere così dolorosi da farti svenire, quindi quando ti rimuovono i capelli in modo permanente non sai che sono permanenti. Ti svegli denudato e questo è tutto quello che c'è da fare. Di solito quando ti svegli trovi qualcuno che ti infila un tappo nel culo. Se sei fortunato dopo che hanno finito... ma la maggior parte delle persone si sveglia durante e chi non lo farebbe. Se ho una consolazione in tutto questo... è che il mio stupratore viene tirato fuori allo stesso tempo. È completamente denudato. Niente capelli, nemmeno le ciglia. Neanche loro ricresceranno mai. A un residente permanente non viene offerta molta tregua dalla vita nei centri. Ha la permanente tatuata sul pettorale destro insieme al suo numero di prigioniero. Il numero del prigioniero che ho anche io so che è sul mio pettorale destro e non lo so ancora ma è anche sulla mia guancia sinistra. Ha tutti i piercing che ho io e ha anche un divaricatore di palline di metallo che allarga le sue palle a ben tre pollici dal suo cazzo. Pesante e doloroso se sai cosa stai facendo. Ha due catene una al butt plug e una alla barella a sfera che indossa. Ero a disagio, non riesco nemmeno a immaginare l'inferno che stava passando. Sapevo che quel bastardo era stato bollato come uno stupratore gay, mi avevano detto che questo lo rendeva un tipo speciale di prigioniero. Mi avevano creduto fino a un certo punto quando avevo detto che non volevo fare sesso con lui, ma questo non ha cambiato la mia uscita più di quanto non l'abbia cambiata per lui.

"George, sii un bravo ragazzo e fai quello che ti viene detto." Mio padre mi dice che lo guardo male da dove sono. Come se avessi una fottuta scelta in merito, stronza, penso tra me e me. Potrei avere solo quattordici anni, ma lascia che ti dica qualcosa che sapevo imprecare allora tanto quanto so imprecare adesso. Mio padre mi stava dicendo quello che pensava avessi bisogno di sentire, ma non era lui contrassegnato in modo permanente o tappato o fatto camminare così.

"Pensa solo George, sono solo sei anni che avrai vent'anni quando uscirai." Mia madre mi dice che le ringhio contro. "I bambini che avrai, almeno non sarai frocio quando uscirai." Mi dice che sto rapidamente perdendo la calma con lei per questo.

"Meglio un frocio che una puttana drogata." Le ringhio contro questo mi fa guadagnare un colpo da una pistola stordente.

----------

Arrivo nel retro di un furgone della prigione, sono seduto su una panca speciale, sono imbavagliato e non riesco a muovermi molto lontano. Il mio plug è stato staccato dal divaricatore tra le mie gambe ed è stato attaccato alla panca su cui ora sono seduto. Non sono l'unica persona in questo furgone però. Ce ne sono altri sei, escluso il mio stupratore. Tutti noi nudi, tutti collegati e trafitti, non tutti siamo imbavagliati e non tutti siamo maschi. Ci sono due donne nel furgone. Una tettona bionda con un gran corpo... probabilmente solo un paio d'anni più di me. Geme e macina la sua stampella sul sedile. Gridando ogni tanto. Non riesco a capire perché, ma probabilmente posso azzardare un'ipotesi su cosa stia causando questo.

"Stai attento a quella tua bocca intelligente, ragazzo?" Una guardia esige da dietro di me che annuisco. La mascella mi fa male per il bavaglio in bocca e non ci vuole molto perché il bavaglio venga rimosso e io respiro un po' più facilmente di prima. “Se parli di nuovo in quel modo a una persona libera, ragazzo, dovremo paralizzarti la lingua per tutta la durata della tua condanna. Tua madre ti ha partorito, piccolo frocio ingrato. Mi ringhia contro e poi mi lascia stare di nuovo. Non lo vedo, ma credo che nessun altro qui dentro possa farlo. Vorrei massaggiarmi la mascella ma le mie mani sono ancora bloccate dietro la schiena e tenute scomodamente in alto da una catena. Prendo atto che gli altri sono nella stessa situazione.

"Amico, cosa hai fatto?" Chiede il ragazzo accanto a me che ha più o meno la mia età.

"Ho chiamato mia madre una puttana drogata." Gli dissi.

"Devi essere pazzo." Mi disse.

"Non dovrei essere qui, sono stata violentata da un ragazzo e mi hanno dato sei anni". ringhiai.

“Il loro non è più uno stupro in questo mondo. Se hai fatto sesso con lui, agli occhi della legge sei gay a prescindere e sai cosa significa”. Il ragazzo ha detto, l'ho fatto. Avevo appena scoperto cosa avrebbe significato per me per i successivi sei anni. “Anche se sono le puttane laggiù che devi dispiacerti. Due ergastolani trascorreranno il resto della loro vita naturale incinti o prendendosi cura dei bambini prima dell'adozione quando saranno troppo grandi per avere figli propri. gli disse il ragazzo.

“Cassie ha rifiutato a suo fratello il sesso, l'ergastolo senza condizionale... tredici anni... amico, devi provare compassione per lei. Lei è lesbica e tu adesso è quasi brutto quanto essere gay. Mi ha detto che annuisco. «Joanne ventitré anni è rimasta incinta il più delle volte da quando è diventata legale. Si dice che lei prima della maggiore età e che il ragazzo che l'ha fatto sia stato castrato sul posto. Amico, non si scopano le ragazze prima dei diciotto anni... ma beh, Cassie, fa parte di un unico gruppo religioso esente da tali leggi. Dicono di essere contrari alle loro convinzioni religiose e che l'accoppiamento con una puttana fa parte del rituale del raggiungimento della maggiore età. Hanno scelto di partecipare per punire Cassie... ora la cagna ha un dildo vibrante incastrato nella sua fica e un tipo speciale di pillole che sono più intense di quelle che le donne devono prendere di solito. La sua vita sarà infelice in entrambi i casi. disse il ragazzo. “Sono Joe 9, ho avuto nove anni per essere stato il top a fare sesso con il quarterback... ha avuto la vita per essere stato abbastanza stupido da non tacere durante il processo. È lui laggiù. Il ragazzo continuò ad annuire verso una testa rossa cupa, muscolosa e in forma o sarebbe stata rossa se gli fossero rimasti dei capelli sul corpo. Era molto lentigginoso e il mio nuovo amico mi dice che è piuttosto un laico. Peccato che non l'avrei mai scoperto, mi piacerebbe molto... sì, hai capito.

"Allora cosa succede adesso?" Chiedo a lui.

"Beh, quando arriviamo dove stiamo andando, ci faranno altre iniezioni... renderci stupidi e eccitarci quel genere di cose." Mi dice


Quando arriviamo al complesso, vengo messo con lo stupido atleta e la sua parte superiore, siamo incatenati insieme e poi la rana marcia o zoppica in una stanza di trattamento non dissimile dalla stanza in cui sono stato torturato non molto tempo fa. La stanza ha un dottore, un'infermiera e le guardie da cui siamo stati scortati e basta.

"I nostri nuovi diplomati". Annunciò la prima guardia.

"Bene... prendo prima quello chiacchierone, per favore." Dice che non sono attaccato agli altri due e ha portato avanti la catena non attaccata alla mia spina e sono in grado di stare dritto, cosa che faccio. "Ragazzo, hai una bocca grande e non ci piacciono quelli in questo centro, quindi apriti." Il dottore ringhiò contro di me. Vorrei dire che se ci avessi pensato non avrei mai obbedito, ma l'ho fatto. L'uomo ha raggiunto la mia bocca con una siringa e mi ha iniettato la lingua. Sembrava di piombo, ho provato a spostarlo e ho scoperto che non potevo. Ho chiuso la bocca quando mi è stato ordinato di farlo e poi mi ha iniettato qualcos'altro in gola. “Tra circa un'ora non sarai più in grado di parlare. Quella droga che ho appena iniettato paralizzerà le tue corde vocali non in modo permanente, ma finché non ti darò l'antidoto tra sei anni. Comportati male ragazzo e diventerà permanente con una seconda iniezione. Tua madre manda il suo amore. Ringhia sputi che gli volano dalla bocca colpendomi in faccia. "Se una fica ha bisogno di leccare, dovrai trovare un altro modo, piccolo frocio." Dice ridendo. Prende una siringa dal tavolo con dentro un liquido di colore blu. "Ora voi ragazzi non saprete di questo piccolino qui... ci piace tenerlo tranquillo." Gli disse il dottore. "Ho notato che hai un QI di 122. Ce ne occuperemo ora." Gli disse il dottore e glielo iniettò nel flusso sanguigno. “Questa piccola iniezione riduce il tuo QI ovunque da 30 a otto punti a seconda della persona. Inoltre non è permanente nei non lifers. Verrai qui una volta ogni tre mesi per tutta la durata della tua condanna. Non avrai bisogno di ricordartelo però. Mi dice con un sorrisetto. "Quando avrai finito sarai fortunato a poter ricordare il giorno della settimana." Aggiunge. "Ci vogliono circa tre ore per fare effetto." Ci informa. "Due iniezioni rimaste per te ragazzo, almeno per oggi." Gli disse. “Il primo è un ormone della crescita. Dovrebbe renderti meno stronzetto. Dovrebbe anche prendersi cura del tuo cazzo... renderlo un bel po' più grande di quello che è adesso. Ha detto iniettandolo direttamente nella base del mio cazzo... non così doloroso come le altre cose che mi hanno fatto. "Ora questa piccola bellezza indurrà l'eccitazione e aumenterà il numero di spermatozoi." Mi informa anche iniettando alla base del mio cazzo. “Questo è come quello che facciamo alle donne quando raggiungono l'età giusta... ma questo è permanente. Non sarai mai eccitato. Ha detto che sono stato tirato indietro nella linea e riattaccato all'atleta.

L'iniezione cornea è come una pillola di viagra in calore, il mio corpo reagisce quasi istantaneamente. Il mio cazzo si curva verso l'alto verso il mio corpo dove rimane.

Il mio amico Lewis, lo scopro, passa attraverso la stessa cosa che faccio io ... il mio cervello ha difficoltà a concentrarsi sui dettagli quando ha finito. Tre ore l'anno giusto. L'atleta è l'ultimo ad andarsene... gli viene somministrata una dose maggiore del farmaco stupido e le sue corde vocali sono paralizzate, credo, in modo permanente quando l'atleta dà la bocca al dottore. Ma il peggio deve ancora venire. La droga che ci è stata data per farci diventare più grandi ha una sorella che ha l'effetto opposto... stupido e piccolo il ragazzo ha un grosso cazzo di otto o nove pollici quando è completamente duro... l'ho visto quando parlavamo di le ragazze. Questo ragazzo è etero, ma non avrà importanza quando avranno finito con lui. Il suo cazzo non sarà grande come una volta per molto tempo.

"Mettili nella loro cella per la notte... chiudi l'atleta assicurati che non possa fare niente di stupido." Ringhiò.

----

Sei mesi dopo

La vita non è poi così male, prendo da mangiare e bevo... certo che mi scopo un sacco di donne ogni giorno e mi faccio scopare da alcune di loro. Amico, questa è la parte migliore, mi infilano il dildo nel culo e mi sento di nuovo un uomo. Scopare donne urgh... chi ne ha bisogno... chi lo vuole. Perché lo vorresti. Glielo chiederei ma non posso parlare, non mi lasciano parlare. Ero un ragazzaccio quando sono entrato e mi hanno punito. Il mio amico Lewis si prende cura di me, si assicura che io mangi... a volte me ne dimentico... dicono che non posso prendermi cura di me stesso quindi mi guardano.

L'atleta... lo vedo tutti i giorni... è peggio di tutto, la gente lo deride. Fai uno scherzo con la sua pipì ... dicono che sarà tagliato presto.

-----

Oggi.

"Ti hanno fatto questo?" gli chiedo, lui annuisce. «E Lewis?» Ho chiesto.

"Esce tra un paio di mesi... Non lo vedo da due anni." Giorgio mi informa. "Mi hanno reso più stupido del ritardato medio." mi disse Giorgio. Scuoto la testa tristemente. “Fatto per scopare una donna 10-12 volte al giorno a volte più di una volta. Inanellata come un criminale comune. Sono stata violentata e mi hanno trattata così”. Giorgio mi informa.

"Mi dispiace." gli dico.

«Non farti mandare mai in uno di quei posti. Quello che mi hanno fatto, quello che hanno fatto a Lewis e al Jock, non ho mai imparato il suo nome... era disumano, guardati, sei incinta e tappata come un comune mulo. gli disse Giorgio. "Sento voci di paesi nel mondo che non fanno questo alla loro gente". mi disse Giorgio. “Un giorno ci arriverò. Un giorno non dovrò convivere con lo stigma di essere una prostituta riproduttiva il cui unico crimine è stato essere scoperta mentre veniva stuprata da un altro tizio. Lui dice. Mi allungo sul tavolo prendendogli la guancia con la mano e gli sorrido. Amo la mia vita, amo il modo in cui vengo trattato. Non ho mai cercato di essere nient'altro, ma questo bellissimo ragazzo di fronte a me, questo bell'uomo che conoscevo da adolescente. Non l'ha mai chiesto.

"Come va la tua famiglia?" Ho chiesto.

"Mi hanno rinnegato prima che uscissi". disse piano George. "Sono stato in un rifugio." Mi disse.

«Allora devi venire a casa con me, stare al caldo e al sicuro.» Gli dissi.

"Gli dispiacerà?" chiede Giorgio. Probabilmente ma non lo dico, il mio amico ha bisogno di aiuto e posso darglielo.

Storie simili

L'afair2

HO PENSATO CHE VISTO CHE STIAMO PROVANDO COSE NUOVE PRIMA DI ENTRARE NEL SUO CULO, VOGLIO CHE LEI MI PREGA DI SCOPARE IL SUO CULO. Sono andato e ho preso del ghiaccio e 3 mollette. LE HO CHIESTO SE LE PIACE ESSERE LEGATA AL LETTO NON HA RISPOSTO, COSÌ L'HO SCHIACCIATO IL CULO PIÙ DURAMENTE CHE POTREBBE POI afferrerle i capelli tirando indietro la testa e le ho detto che TI HO CHIESTO A? RISPONDI O TI SCHIACCIA ANCORA. CON LA PAURA NEGLI OCCHI E IL DESIDERIO CHE GOCCIA DALLA FIGA, HA DETTO CHE LE PIACIUTO. Sono scivolato sotto di lei...

522 I più visti

Likes 0

Un compleanno in incesto Capitolo 34

Manca un capitolo! La serie è quasi finita. Tutto si riduce a questo. Godere. È passato un mese intero da quando papà ha detto che ci avrebbe dato una possibilità e, francamente, è stato davvero un buon mese. Ci siamo assicurati di stare alla larga da papà quando ci sentivamo affettuosi, e lui ha fatto del suo meglio per accettare di sapere cosa stava davvero succedendo. Siamo tornati lentamente alla relazione che avevamo prima del giorno in cui ha trovato la foto, anche se ci è voluto un po' di tempo perché abbiamo deciso di essere chiari su tutto, da ogni...

938 I più visti

Likes 0

Una storia per donne

Prima di iniziare... Facciamo un patto. Se ami la mia storia, aggiungi SnapC. Desidero incontrare persone di mentalità aperta e amo condividere e ricevere foto. Affare? Utente: Kazaragh Le mie fantasie e desideri sono infiniti, tutti abbiamo voglie e feticci. Il piacere è la cosa più naturale che noi umani possiamo desiderare, e desiderare è umano. Lascia che la mia scrittura si imprima nella tua mente, prenditi il ​​tuo tempo per immaginarla e per gli anni a venire ricordala. Vi scrivo con il desiderio di condurvi in ​​un viaggio della mente tentando di prendere la lussuria dentro di me e mettendola...

915 I più visti

Likes 0

Il giorno più bello

Questa mattina è iniziata alla grande. Meglio di come l'avrei mai potuto immaginare. Avevo fatto un patto con mia moglie. Se voleva che usassi i soldi che avevo vinto nella partita di poker di questa settimana per andare a Columbus e vedere la nuova discoteca che avevano costruito, avrebbe dovuto concedermi un'intera giornata di piacere sessuale ogni volta che ne avesse la possibilità. Questa mattina è iniziata svegliandomi con la sua figa luccicante che si librava a pochi centimetri dalla mia faccia. Lei sa quanto mi piace mangiare la sua figa. Deve essersi svegliata molto prima perché la sua figa era...

711 I più visti

Likes 0

ISTRUZIONE UNIVERSITARIA

Ho appena trovato questo sito l'altro giorno e finora lo adoro. Vorrei raccontarvi della mia prima volta con l'uomo sul sesso maschile, ma prima voglio parlarvi di me e di come sono arrivato al punto di fare sesso con un uomo. Sono un uomo di 53 anni divorziato da 30 anni. Vivo in una città che ha un college statale e possiedo un'azienda di autotrasporti. ma è successo tutto quando avevo 30 anni. Ero a Los Angeles a scaricare il mio camion e mentre lo scaricavano stavo pranzando dal carro del pranzo, dopo aver mangiato stavo buttando via la spazzatura e...

890 I più visti

Likes 0

Ragazzi adolescenti nudi che nuotano al liceo con hard-on

Ero una matricola in un liceo di una grande città negli anni '70 e non sono rimasto sorpreso quando nel mio primo semestre ho nuotato e per motivi di salute pubblica, tutti i ragazzi lo facevano nudi. Ero stato avvertito dai miei fratelli maggiori e provenendo da una famiglia di nove bambini, tra cui sorelle e una madre che allatta continuamente, non ero timido o estraneo al corpo nudo. Il primo giorno ci è stato detto che se avessimo sentito tre brevi raffiche di fischio, dovevamo uscire rapidamente dalla piscina, allinearci sul bordo e affrontare le gradinate, perché potrebbe esserci un'emergenza...

812 I più visti

Likes 0

Lo Studio xxx

Arthur era il proprietario di 20 anni di uno studio porno, sua madre Sonia era attualmente a carponi leccando la figa della sua ragazza di 19 anni Betty Rogers, amava girare film lesbici ed era il suo più grande produttore di soldi. Anche Arthur aveva un segreto: era un maestro ipnotizzatore. Quindi sia sua madre Sonia che la sua ragazza Betty erano sotto il controllo mentale (suo). La mamma ora era un'esperta lecca fica, quando è stata ipnotizzata 3 mesi fa ha dovuto essere addestrata, da allora è apparsa in oltre 15 film lez, inclusa una coppia in cui recitava con...

1K I più visti

Likes 0

Aiuto voluto parte 7

Mi chiedevo se avessi imparato la lezione mentre tornavamo a casa. Non solo, ho iniziato a calcolare quanto è costata la mia stupida avventura con Caitlyn. Tra il suo vestito, le scarpe e la roba, i miei vestiti nuovi, la cena e la mancia, il biglietto del taxi per cui le ho dato i soldi, e la benzina; doveva essere vicino a nove fatture. Inoltre la frikkin' pneumatico doveva essere riparato. Ho guardato Caitlyn. Stava dormendo. C'è stato qualcosa di positivo che è emerso da tutta questa disavventura? La sua figa è stata rasata. Ma stasera non vedrei niente di tutto...

967 I più visti

Likes 0

La mano amica di una madre Ch. 6

Capitolo sei: madri, figli e amanti Alla fine, le braccia di Jason Jackson sono rimaste intonacate per altre due settimane, per un totale di sei in tutto. La notizia della loro rimozione è stata accolta da un enorme sospiro di sollievo e poi da un'esultanza per il giovane. Ma l'euforia e il sollievo furono immediatamente sostituiti da un senso di sgomento e incredulità, perché quando i calchi furono effettivamente tolti Jason rimase scioccato nel vedere le sue braccia un tempo muscolose e abbronzate che sembravano di un giallo pallido slavato, raggrinzite e magre. Dov'erano finiti i suoi adorabili bicipiti tonici? Fu...

704 I più visti

Likes 0

Nome di morte 3

Nome della morte 3 Se non leggi in sequenza potresti perderti La sveglia del cellulare mi ha svegliato alle 22:00. Odiavo il turno di notte, ma dovevo essere Rick per qualche giorno in più o fino a quando non riuscivo a trovare un piano migliore. Doccia e rasato e si è vestito prima ancora che Lisa sapesse che ero alzata. Stava sbrigando le scartoffie e guardando la tv. Maledizione delle mogli domestiche disperate, odiavo quello spettacolo. Per favore, stai attento stasera. Penso che ti saresti preso un'altra notte libera. Lei disse. Guardandomi caricare la cintura. Si alzò e si avvicinò a...

629 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.