Gli amici diventano lesbici

622Report
Gli amici diventano lesbici

Questa storia è finzione, ma contiene parte della mia esperienza reale! Spero ti piaccia (:

Il mio nome è Lara. Conoscevo Ellen da quando eravamo piccole. Abitavamo nello stesso condominio, i nostri genitori erano amici e sembrava naturale che uscissimo insieme anche noi. Ho 3 anni in più ma non ci siamo mai preoccupati davvero e siamo diventati davvero buoni amici. Ora ho 19 anni ed Ellen 16. Vivo nel mio appartamento adesso ed Ellen vive ancora con i suoi genitori. A volte viene a trovarmi, oppure io vengo a trovarla. Ecco cosa è successo non molto tempo fa...

Era una bella giornata autunnale. Mi sono svegliato presto la mattina perché sapevo che Ellen sarebbe venuta oggi. Così mi sono alzata e ho fatto una bella, lunga doccia... Ma è stata un po' troppo lunga, perché ha suonato il campanello e non mi ero ancora vestita. Ma ehi, era Ellen, eravamo così vicini che non mi importava se mi vedeva solo con l'asciugamano. Allora andai ad aprire, indossando solo un piccolo asciugamano che nascondeva solo i punti più intimi del mio corpo.

Ho aperto e c'era Ellen. Indossava un top corto rosa che metteva in mostra la sua bella pancia piatta, e una minigonna e dei tacchi in cui le sue gambe sembravano ancora più lunghe del solito. Le ho sorriso. "Ciao dolcezza."

Mi abbracciò e mi baciò sulla guancia. "È bello vederti Lara", ha detto. Potevo sentire le sue tette sulle mie. Potevo dire che non indossava un reggiseno sotto quel top. Ma non ne aveva bisogno, perché le sue tette sono semplicemente adorabili. Non sono enormi e nemmeno lei è piatta. Direi che ha una coppa B o C.

Andammo a sederci in soggiorno. Restammo in silenzio per qualche minuto, ma poi Ellen finalmente aprì la bocca e parlò: "Lara, ho bisogno del tuo consiglio. Non so a chi altro chiedere e ho un disperato bisogno di aiuto."

"Cosa c'è tesoro?" chiesi, indossando ancora solo un asciugamano.

"Beh, è ​​difficile da spiegare davvero", ha detto. "Ho incontrato questo ragazzo. Faremo sesso e io sono ancora vergine."

"Capisco... beh, qual è il problema, in realtà?"

"Ho paura, sai..." disse piano, come se ci fosse qualcuno in giro a sentirlo, tranne me.

"Dovresti perdere la verginità con qualcuno di cui ti fidi veramente," dissi, e le sorrisi.

Mi guardò con i suoi adorabili occhi azzurri. "Qualcuno come...?"

Ho notato la grande opportunità. "Io," finii la frase.

Ellen sembrava confusa. "Ma... voglio dire... sei una ragazza..."

"E? ​​Ho già fatto sesso con donne prima. E tu ti fidi di me. È più facile fare esperienza con qualcuno di cui ti fidi, e poi, la prossima volta con quel ragazzo, sarà più facile."

Ancora non lo guardava, né sembrava troppo sicura. "Non lo so..."

"Rilassati e lascia che sia io a guidarti", ho detto, e in quel momento ho gettato via l'asciugamano. Fissò il mio corpo. Ho delle belle tette grandi, un bel sedere e una figa ben rasata.

"Adesso ti togliamo questi vestiti..." dissi. Lei non ha contribuito e non mi ha aiutato a spogliarla, ma neanche a lei sembrava importare. Per prima cosa le ho tolto la minigonna. Poi le ho tolto il top. Le sue tette erano davvero vivace. Erano belli e rotondi, con capezzoli scuri e duri.

Ho passato attentamente la mano su una delle sue tette. Tremava, ma potevo vedere sul suo viso che si divertiva. Poi ho messo l'altra mano sull'altra tetta e ho iniziato a massaggiarle entrambe, prima dolcemente, poi sempre più velocemente. Ellen gemeva di tanto in tanto.

Dopo qualche minuto mi sono inginocchiato. Le ho tolto le mutandine per rivelare la sua figa vergine. Era un po' peloso, e di solito non mi piacciono molto le fighe pelose, ma questa volta non mi importava affatto che i suoi peli pubici biondi fossero d'intralcio. Per prima cosa ho iniziato a massaggiarle le labbra mentre i gemiti di Ellen diventavano più forti.

Poi sono entrato nelle labbra con il dito e le ho massaggiato il clitoride. Mi sono chinato con la testa e le ho leccato la figa. Aveva un buon sapore.

Mi sono leccata all'interno della sua vagina. Il buco era piccolo, perché lei era vergine, ma abbastanza grande perché la mia lingua potesse scivolarvi dentro. Le ho leccato l'interno mentre continuavo a massaggiarle il clitoride e a sentirla gemere di piacere.

Poi le ho detto di sdraiarsi sul divano e lei mi ha obbedito. Mi sono seduto su di lei all'indietro, quindi era rivolta verso la mia schiena. Le ho detto di tenermi in braccio e massaggiarmi il seno e lei lo ha fatto. Nel frattempo ho giocato di nuovo con le sue labbra con le dita.

Poi, sono entrato in lei con il medio e l'indice. In quel momento ha lanciato un grido e ho potuto vedere il sangue sulle mie dita. Ma questo non mi ha impedito di scoparla con le dita. Ho iniziato prima con delicatezza. Ma la sua velocità crescente nel massaggio del seno mi ha detto di toccarla anche più velocemente.

A quel punto, ha iniziato ad avere l'orgasmo. L'ho aiutata chinandomi di nuovo e leccandole le labbra e il clitoride. Potevo sentire i gemiti trasformarsi in urla di gioia e piacere.

Dopo che il suo orgasmo fu finito, mi alzai da lei e le sorrisi.

"È stato fantastico", ha detto.

"Sono felice che ti sia piaciuto."

"Non dirlo a nessuno, vero, Lara?"

"Naturalmente no", dissi. "Ma tesoro, non è proprio una cosa di cui vergognarsi, lo sai."

"Al mio ragazzo non piacerebbe," disse, fissandomi con i suoi occhi azzurri.

Mi sono completamente dimenticata del suo ragazzo mentre la scopavo. Ma alla fine, era comunque lui la persona per cui lo facevamo. Se mai Ellen vorrà tornare ai ragazzi, comunque...

Storie simili

Scottature inaspettate

Mi è sempre piaciuta la vita crescendo, mio ​​padre si era risposato dopo che mia madre era scappata con un altro ragazzo quando ero bambino e avevo una sorellastra molto sexy con cui andare con una matrigna follemente sexy. Ricordo che ogni volta che facevamo una festa in piscina invitavo tutti i miei amici a venire solo per vederla in bikini, poi quando la mia sorellastra avrebbe compiuto 18 anni sarei stato il ragazzo con cui i ragazzi avrebbero stretto amicizia solo per avere la possibilità di avvicinarsi a lei. Quello che non potevo dire loro era che vederla in bikini...

498 I più visti

Likes 0

Attraverso l'eternità (L'infinito) Libro 3 - Capitolo 12

Il Cavalierato Dopo quella maledetta serata, Noah non aveva fretta di uscire dai bagni, e il fatto di avere la stanza tutta per sé era una gradita serenità. Inoltre presto sarebbe tornato a vivere per strada, dove i bagni caldi erano pochi e rari. Era bello assaporarlo finché poteva, così come la sensazione di un'uniforme fresca. Si fermò nella sala mensa e prese del pane e una mela, poi tornò al suo dormitorio, dopo aver trascorso le ultime ore bramando la morbidezza del suo letto come una vecchia fiamma. Sembrava che non appena chiudeva gli occhi, si aprivano al suono di...

501 I più visti

Likes 0

La ciliegia di Internet

Ricordo di aver ricevuto il mio primo massaggiatore AOL quando avevo 11 anni. So che i computer non esistevano più da allora, ma ho vissuto una vita protetta ed era la prima volta che mia madre pensava di comprarci un computer. Non passò molto tempo prima che mi innamorassi di Internet e di tutto ciò che offriva. Tutto è iniziato quando mi sono annoiato e ho trovato un sito di giochi dove potevi giocare a giochi da tavolo e parlare con le persone direttamente online. La chat presto mi ha indirizzato alle chat room e a chiunque volesse parlare con una...

383 I più visti

Likes 0

Il rapimento e lo stupro di Trac 1

Traci sta percorrendo un sentiero nel bosco appena fuori dalla sua città natale. È una bellissima ragazza nera che indossa un paio di pantaloncini corti bianchi, una camicetta nera, mutandine nere e reggiseno. Mentre percorreva il sentiero pensava al suo nuovo amico online in Texas. Gli aveva fatto sapere che voleva saperne di più sul BD/SM e gli aveva confidato che aveva fantasie di stupro che la rendevano molto bagnata quando ci pensava. Le aveva promesso di aiutarla a realizzare la sua fantasia se fosse venuta a trovarlo. Era talmente immersa nei suoi pensieri che non sentì i passi che si...

602 I più visti

Likes 0

Fratello adottivo nuova vita parte 1

Ciao, mi chiamo Shawn Roberts, ho 19 anni (compiego il 20 il 2 luglio), 5'10, afroamericano, con capelli corti e neri e occhi neri (marrone scuro ma sembrano neri come la pece). Ti racconterò una storia interessante su come è cambiata la mia vita sessuale durante il liceo. Ehi Shawn! Ho sentito una voce chiamare il mio nome da lontano mentre ero alle prove di pista. Ho guardato in lontananza e ho visto le mie 3 migliori amiche più vicine. Sono tutti ridicolmente stupendi (per fortuna). Ho finito il mio giro e ho attraversato il campo di calcio per vedere cosa...

329 I più visti

Likes 0

La mia cugina cagna e la sua amica

È iniziato come un giorno come nessun altro, alzarsi la mattina e fare la mia pulizia regolare e nutrirmi bene come fanno tutti. L'unica cosa che non era proprio come le altre mattine che avevo due bellissime ragazze qui con mia madre era come la maggior parte delle altre che mi trattava come se avessi tre anni quando in realtà ho 17 anni ha insistito sul fatto che mia cugina Sadia stesse con me. Ora mia cugina pesava 112 libbre, capelli biondi, occhi azzurri, seno 36C, culo perfetto e stretto, e le labbra succulente quelle se le avessi baciate probabilmente saresti...

2.1K I più visti

Likes 0

Una storia per donne

Prima di iniziare... Facciamo un patto. Se ami la mia storia, aggiungi SnapC. Desidero incontrare persone di mentalità aperta e amo condividere e ricevere foto. Affare? Utente: Kazaragh Le mie fantasie e desideri sono infiniti, tutti abbiamo voglie e feticci. Il piacere è la cosa più naturale che noi umani possiamo desiderare, e desiderare è umano. Lascia che la mia scrittura si imprima nella tua mente, prenditi il ​​tuo tempo per immaginarla e per gli anni a venire ricordala. Vi scrivo con il desiderio di condurvi in ​​un viaggio della mente tentando di prendere la lussuria dentro di me e mettendola...

2K I più visti

Likes 0

Madeliene è solo deserti

Correndo verso la sua macchina con un vestito nero attillato e tacchi alti con cinturino alla caviglia, Madeliene non si accorse dell'uomo in piedi nell'ombra finché non si schiarì la voce. Voltandosi per affrontarlo, vide un uomo alto e muscoloso in pantaloni neri, maglietta e berretto da baseball. Prima che possa reagire, c'è uno scoppio del dispositivo nella sua mano e il suo mondo esplode mentre i dardi del taser la colpiscono nelle costole, erogando 10,00 volt. Crolla sul pavimento del garage, contorcendosi ma incapace di muovere un muscolo da sola. L'uomo la gira rapidamente e le ammanetta le mani dietro...

1.3K I più visti

Likes 0

Una notte sorprendente

I miei amici e io ci siamo sempre divertiti a sperimentare nuovi modi di intrattenerci a vicenda, ma fino a poco tempo fa eravamo a corto di vapore. Io e Dave abbiamo lavorato nella stessa azienda negli ultimi quattro anni, mentre le nostre rispettive amiche, Susan e Jenny, possiedono una piccola boutique di moda. Di solito dopo aver visitato un wine bar o un club, tornavamo a casa mia per un bicchierino o due. Dopo il viaggio di sabato scorso in un wine bar spagnolo locale, eravamo tutti abbastanza allegri e abbiamo deciso di comprare dell'altro vino e tornare a casa...

1.1K I più visti

Likes 0

Sarah incontra un pazzo

Sarah incontra un pazzo Quando mi hanno lasciato andare, hanno detto che non ero più un pericolo per me o per gli altri. Cinque vittime in cinque stati diversi in seguito potrebbero averle convinte a rivedere la loro opinione. Le mie foto che mostrano in TV sono state scattate anni fa, quando mi hanno beccato per la prima volta. Mostrano un disegno di come un artista pensa che potrei apparire se dovessi farmi crescere la barba. È incredibile quanto poco mi assomigli. Mi piace piuttosto la mia barba. Quando raggiungi la mia età, dicono che hai la faccia che meriti. E...

963 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.