Ex moglie di un amico

681Report
Ex moglie di un amico

Nancy è una donna divorziata di 36 anni senza figli, è divorziata da tre anni da una mia amica. Non è uscita seriamente dal divorzio. È alta 5 piedi e 11 pollici con lunghi capelli biondi che le scendono oltre le spalle e un corpo caldo e sexy per una donna sulla trentina. più grande di suo marito e non hanno avuto figli. Nancy è il tipo di donna che tollera molto ciò che non è nel suo interesse personale. Va d'accordo per andare d'accordo... specialmente quando si tratta di uomini. Mentre era in lavanderia Piego il bucato, passo a trovarla, non sono una delle sue persone preferite, la porta sul retro è aperta, quindi entro nel portico chiuso come se fossi stata invitata.

"Nance?" Chiamo. È sorpresa di sentire la mia voce. " Chi è?" Lei sa chi è. Non riesce a credere che io sia a casa sua. "Sono John," rispondo. ' Cosa vuole?' Lei ha pensato. "Dove sei Nancy?" Io urlo.
"Sono in lavanderia," disse senza preoccuparsi di nascondere il suo fastidio. Continua a piegare il bucato, aspettando che io entri nella stanza. " Cosa stai facendo qui?" mi chiede mentre entro nella zona lavanderia. "Sono venuto a vedere come stai?" rispondo sarcastico. "Perché, ti importa come sto?" Lei ha ammonito. Ignoro il suo atteggiamento disgustoso. Invece, rimasi a guardarla, ricordando come avrei voluto scoparla. È ancora una donna sexy a 36 anni. Quando Nancy ha finito di piegare il bucato, prende il cestino e mi passa accanto mentre esce dalla stanza. Non posso fare a meno di notare l'ondeggiare delle sue tette nude sotto il vestito. Mentre mi passa vicino, vedo anche il culo rotondo che mi piace tanto. Prima che possa raggiungere la porta, faccio un passo avanti avvolgendole il braccio intorno alla vita.

"Cosa stai facendo, lasciami andare", chiede. È una donna seria e non apprezzava i miei modi irriverenti... uno dei motivi per cui non le piacevo. Mentre la tengo stretta, le sussurro all'orecchio: "Devi alleggerirti. Sei troppo giovane per avere il culo così stretto". "E tu devi andartene," ribatté lei. Lei è arrabbiata. Si liberò dalla mia presa dicendo: "Non sei venuto qui per parlare con me, puoi andartene adesso". Nancy si volta per allontanarsi da me, io la afferro di nuovo. Lascia cadere il cesto della biancheria lottando per allontanarsi da me. La stringo più forte e la trascino di nuovo nella stanza. La costringo contro il muro e la fisso lì con il mio corpo. "Lasciami andare, John! Smettila e lasciami andare," sbotta. Mentre parla, sente il familiare nodulo sporgente che preme contro il suo bacino. Le è diventato evidente che non la lascerò andare. Mi schiaffeggia e mi prende a calci meglio che può, l'avevo messa completamente contro il muro.

Avevo desiderato Nancy da quando l'avevo incontrata sei anni prima. Fino a quel momento non ero stato solo con lei, eccomi qui, sul punto di impormi su di lei. È mezzogiorno e non c'è nessuno in giro. Nessuna possibilità che io venga disturbato.
Le afferro i polsi e le giro le braccia dietro la schiena. Le prendo entrambi i polsi con una delle mie grandi mani. Con il braccio libero intorno alla sua vita, la sollevo dal pavimento. All'improvviso infilo il ginocchio tra le sue cosce, piantandolo contro il muro dietro di lei. La abbasso, in modo che sia a cavalcioni sulla mia coscia con le gambe penzolanti ei piedi sollevati dal pavimento. "Cosa stai facendo, John? Un amico sta arrivando da un momento all'altro," mentì. Con le mani dietro la schiena ei piedi che oscillano, si sente impotente con me premuto contro di lei. Non può fare a meno di sentirsi un po' spaventata. "Non preoccuparti, ho chiuso a chiave la porta," dissi mentre allungavo la mano tirandole su il vestito largo. "COSA!? Che diavolo stai facendo!? John, devi smetterla. NON FARE QUESTO," disse in preda al panico improvviso rendendosi conto di quello che stavo cercando di fare. Vorrebbe essersi messa le mutandine, non che sarebbe servito a molto.

La ignoro di nuovo, sorpresa di scoprire che non indossava mutandine. Quanto conveniente. Mi prendo il tempo di accarezzarle la coscia e massaggiare le sue natiche nude. Schiaccio forte i suoi seni contro il mio petto, mentre lei continua a lottare per liberarsi dalla mia presa. Ho seppellito la mia faccia nel suo collo succhiando e leccando lì per impedirle di mordermi. 'Oh mio Dio, dopotutto mi stuprerà,' pensò. Improvvisamente, la sollevo di nuovo facendo scivolare la mia mano libera tra le sue cosce. Quando la abbasso di nuovo, la sua figa è sul mio palmo aperto. A cavalcioni sulla mia coscia in quel modo, non riesce a chiudere le gambe. Ho libero e totale accesso alla sua figa. Le stringo e massaggio la figa infilando le dita tra la fessura.
"NO!! NO!! FERMATI!! FERMATI, JOHN!! FERMATI!! NO, NO, NO!! PER FAVORE, JOHN PER FAVORE, FERMATI!! PER FAVORE FERMATI!!" lei urla. Comincia a piangere nervosamente, cosa che mi fa sentire un po' dispiaciuta. Non abbastanza per fermarmi. Ho avuto questa opportunità e avevo intenzione di divertirmi. Le urla e i litigi mi danno sui nervi, ma so come farla tacere. Ho trovato il suo clitoride che lo strofinava con un movimento circolare a fuoco rapido finché non ho sentito il pulsante iniziare a gonfiarsi. Nel momento in cui premo il dito su di esso, la sento ansimare e piagnucolare piano. Il suo corpo barcollò leggermente in avanti e la sua testa ricadde contro il muro.

Alzo la bocca dal suo collo guardandola in viso per vedere che effetto stanno facendo le mie carezze. I suoi occhi sono chiusi e sta ancora piangendo con la testa appoggiata contro il muro che si contorce da una parte all'altra. C'era un piccolo fremito che le attraversava il corpo che cercava di non mostrare. Tengo d'occhio ogni reazione e sento le sue cosce che si stringono dolcemente l'una contro l'altra. Quando apre gli occhi realizzando che la sto guardando, continua a pregarmi di fermarmi. Tiro avidamente la camicetta in modo che entrambe le sue tette siano libere. Nancy poi ne presentò uno alla mia bocca impaziente. "È solo una volta," disse con voce calma, mentre la mia bocca trova il suo capezzolo gonfio. OH. Sì... La mia lingua si è dipinta lentamente su tutta la superficie, come se avesse la sua clitoride, e lei ha chiuso gli occhi in completo abbandono. Dio, sapeva come baciarmi le tette! Uso entrambe le mani per accarezzarle e accarezzarle avidamente, la mia bocca si muove avanti e indietro tra di loro, baciando violentemente e facendo piccoli morsi attorno ai bordi esterni prima di tornare a zero con baci morbidi e succhiare avidamente e lavorare con la lingua sui suoi capezzoli. Nancy sente quanto si sta bagnando. Grazie a Dio, sta per finire, è solo un evviva semi-innocuo tra di noi.

Nancy mi ha tolto con entusiasmo la maglietta in modo da poter sentire il contatto petto a petto nudo. L'ho aiutata con entusiasmo a farlo, ha premuto le sue tette nude contro il mio petto mentre le nostre lingue si intrecciavano di nuovo. Questa volta, sentendo le mie mani passare sotto la gonna del suo vestito per afferrare il suo culo nudo sembrando così appropriato e benvenuto. Ancora una volta, le avevo portato la figa all'orgasmo, quindi non è un grosso problema che la tengo lì con entrambe le mani. Sta tremando alla sensazione delle mie spesse punte delle dita che la separano. Poi il mio dito indice si sposta oltre il bordo di un lato del suo perizoma e trova l'umidità aperta e fumante che è la sua vagina. Mi sente dolcemente tracciare su e giù le sue labbra e rabbrividisce di piacere. Ora le cose stanno davvero sfuggendo di mano, la sua mente finalmente registra, mentre sente la punta del mio grosso dito farsi strada dentro di lei. Questa è penetrazione e più di una punta di lingua. Questo dovrà finire ora. Peccato che sia così bello baciarmi. E peccato che non avrebbe mai visto il mio grosso cazzo da vicino. Dovrebbe essere lì che traccia la linea. Solo per divertimento, però, si spinge in avanti in modo che la parte anteriore del suo inguine entri in contatto con la mia durezza, attraverso i pantaloni della tuta, mentre il mio dito la penetra un po' di più da dietro. Dio, il suo cazzo era buono. Così enorme, così potente... pensò. Oddio, adesso mi sta davvero fottendo con le dita. Sta prendendo con impazienza, facilmente il mio dito lungo e grosso mentre si muove dentro e fuori di lei. Nancy urla "FERMA JOHN".

Nancy si tira indietro, ponendo fine al bacio, indietreggiando e io tolgo delicatamente il dito. Si ritrovò a scivolare sul pavimento stordita e stordita, in ginocchio tra le mie gambe. "Mi dispiace che non riuscirai mai a scoparmi," sussurra. "Mi dispiace davvero, per entrambi." "Va bene..." risposi. "Ma devo solo vedere cosa hai qui dentro da vicino, quindi non ci saranno rimpianti..." Annuii, inclinando la testa all'indietro, gli occhi chiusi, mentre lei mi slacciava i pantaloni. Nancy voleva solo dare un'occhiata, in primo piano. Giusto per terminare l'esperienza. È così calda e così incuriosita dal mio enorme organo che si era sentito contro di lei così tante volte. Tira delicatamente la cintura dei miei pantaloncini sopra quello che può vedere è la testa eretta del mio cazzo, che è puntato in diagonale da un lato. Oh mio Dio, quel cazzo è enorme. Si accorge a malapena che mi sta tirando giù i pantaloncini e i pantaloni e che ora sono nudo. Nancy fissò meravigliata l'incredibile pene sovradimensionato che era davanti a lei. Anche le mie palle sono grandi: sono come un paio di arance appese strette in un pesante inguine peloso sotto una lancia lunga un piede che probabilmente è grande come una lattina di soda. Ha preso il nodo grande come una prugna alla base del mio albero in una mano da sotto, solo per sentire il peso, la massa, la durezza della cosa, e non ha deluso. È così caldo tenerlo in mano.

L'altra mano andò alle mie palle, prendendole a coppa e sentendo la loro dimensione e il loro peso sulla punta delle dita. Accidenti, quelle cose sono di dimensioni eccessive, quasi oscene: il loro unico scopo è fornire sperma alla folle quantità di fluido che schizza fuori da quel gigantesco pozzo. La corona del mio cazzo è particolarmente impressionante -- quasi bella nella sua forma e levigatezza, come un grande cappello a fungo, gonfio e allargato, di colore viola pallido, con una minuscola fessura che non iniziava a suggerire il potere di ciò che può sparare fuori di esso. Deve baciarlo, solo per vedere come ci si sente. Questo è un bacio d'addio, dopotutto, e lei non può lasciarmi andare senza inumidirmi per un secondo con le labbra e la lingua. Lei è sicura per la mia gioia e la sensazione di averla "conquistata", apre la bocca per inghiottire la mia testa di cazzo in un bacio enorme, bagnato e sciatto, la lingua lo dipinge come se avessi fatto così abilmente al SUO clitoride e al suo seno, il suo le mani ora entrambe stringono la mia asta come una mazza da baseball. Nancy pensa che sia giusto dire che è bello per entrambi avere la sua lingua che avvolge la testa del mio cazzo, poi si muove su e giù per i pochi centimetri superiori della mia asta. È così caldo e oltraggioso baciare un pene così grande, le sue mani che si aggrappano al nodo alla base della mia grossa asta per tutta la vita mentre la sua bocca gli porta sensazioni intense -- dandomi piacere, come io avevo fatto piacere a lei. Rimuove le mani dando a ciascuna una grossa leccata sul palmo, sapendo che questo aumenterà il piacere per me mentre accarezza la mia asta con serietà. Comincia a torcerli e ad accarezzarli avanti e indietro, intorno e su e giù per la mia lunga asta, mentre tocca la mia fessura come se fosse un minuscolo clitoride, poi si rimette tutto in bocca e fa scorrere la lingua intorno all'enorme corona.

Sto muovendo leggermente i fianchi ora in un paradiso sessuale totale, le mie mani vanno dietro la sua testa per tenerla delicatamente in posizione, qualcosa che probabilmente non avrebbe mai permesso a un ragazzo di fare normalmente. Ma con me, in qualche modo sembra naturale e giusto, per questo momento, non solo mi serve in questo modo dolcemente appassionato per un altro momento, ma ha anche permesso che il mio potere fisico e il mio dominio su di lei fossero enfatizzati mettendo le mie mani lì, in modo che Mi sento come se stessi davvero scopando la sua bella bocca con il mio cazzo mostruoso. E essenzialmente io sono -- Lei me lo permette -- la sua bocca si spalanca quanto più può, la mia testa sulla sua lingua e si muove avanti e indietro sopra di essa, mentre le sue mani continuano ad accarezzare la mia enorme asta.
Ovviamente le viene in mente il pensiero che potrebbe essere vicino a venire, ma in realtà, in un certo senso, apprezza la possibilità. Se accadeva, un "incidente", vabbè, mi dava un ultimo brivido e mi lasciava pompare un po' del mio sperma nella sua bocca. Cercherebbe di ingoiare più che può, ma non fa promesse. Ma la chiave è che non me la scopo. Se qualcuno avesse mai chiesto o sospettato, lei potrebbe essere completamente onesta e dire: "Ci siamo baciati, abbiamo scherzato un po', ma non abbiamo fatto sesso". Ovviamente, per il suo ex marito, il fatto che abbia succhiato il suo amico impiccato e ingoiato il suo carico è sbagliato. Ma in questo momento non riesce a pensare a queste cose - tutto ciò che la preoccupa è rendere dolce questo momento di noi insieme.

Nancy me lo sta rendendo dolce. Non si ferma, nonostante i miei gemiti e la sensazione che la mia asta e la mia testa, se non altro, stiano diventando più calde, più grandi e più dure nelle sue mani e nella sua bocca. Lei è affamata di quella sborrata. Vuole sentirlo e sperimentarlo. Non ho deluso. Nancy aveva tre o quattro pollici del mio cazzo ficcati in bocca quando sono uscito. All'improvviso c'è questa enorme ondata di liquido che sente pompare contro la parte posteriore della sua gola, e poi riversarla giù. Una delle sue mani è andata sulle mie palle, che sono troppo grandi per essere contenute in una mano, e le munge dolcemente, mentre la sua lingua continua a dare piacere alla parte inferiore della mia asta e della mia corona, completamente abbandonata alla mia eiaculazione. Voleva vedermi sparare, da vicino, così mi toglie la bocca ma la tiene aperta, e guarda con stupore mentre spingo diverse corde di sperma più spesse nella sua bocca aperta a pochi centimetri di distanza.

Nancy si è alzata e si è accoccolata sulle mie ginocchia mentre ci pensava, crogiolandosi nella sensazione di quelle braccia che la circondavano, notando a malapena che le sue gambe nude sono sulle mie, e anche in contatto con il mio pene inzuppato di sperma. Si è resa conto che il mio sperma rischia di finire sul suo vestito e ha deciso che sarebbe stato più semplice toglierselo. Così ha fatto, lasciandola in mutandine ora mentre si sedeva sulle mie ginocchia godendosi un ultimo pomiciato con me. Le mie mani andarono di nuovo sulle sue tette e lei le lasciò, amando la sensazione di me che la tenevo così saldamente. Si meraviglia un'ultima volta del mio aspetto e delle mie sensazioni da vicino. Nancy ha iniziato a baciarmi il collo, poi le braccia, le spalle, volendo coprire ogni centimetro di me con baci d'addio prima di non vedermi mai più. Si fa strada fino alle mie cosce, ora, girandomi in modo da potermi baciare tutto il sedere, lasciando che la sua lingua guizzi stuzzicante nella fessura per un momento. Si è appena accorta che le sto diventando di nuovo duro, ma quando lo ha fatto, è come un'ultima sorpresa: baciare di nuovo su e giù per quell'asta gigantesca e questa volta far scorrere la lingua su ogni centimetro quadrato di essa, sentendo la sua calore e durezza contro la sua lingua. Non le è mai venuto in mente che il mio legno fresco potesse significare che sta per succedere qualcos'altro - così Nancy era impegnata nell'idea che stavamo finendo, ed era stata essenzialmente "brava", nell'unico modo che contava di più.

Nancy sapeva che era incredibilmente ingenuo pensare che non sarebbe successo più niente, non ci stava pensando. Si sta godendo la sensazione di me che la bacio. Si è svegliata dalla sua trance all'improvviso, pochi secondi dopo che le ho tirato di lato le mutandine mettendo la mia enorme testa gonfia del mio cazzo, sistemandola saldamente tra le labbra tese della sua vagina! La mia bocca è premuta con forza contro la sua che se l'avesse aperta ulteriormente per lo shock, o avesse cercato di parlare per protestare, non sarebbe stata ascoltata. Così all'improvviso, prima che potesse reagire, l'incredibile umidità della sua figa ha ceduto - nonostante la mia circonferenza - alla mia massiccia corona che si muoveva oltre di loro, e dentro di lei. La sensazione del mio cazzo dentro di lei era -- non tanto uno stiramento doloroso, ma una pienezza, un senso di essere preso in qualche modo, consumato, violato, ma in modo piacevole, con le sue terminazioni nervose lubrificate che esplodevano dalla sensazione mentre faccio scivolare insistentemente e aggressivamente i primi centimetri del mio cazzo incredibilmente spesso dentro di lei.

Per quanto sia bello, e fintanto che ha aspettato questo momento, o almeno una parte di lei l'ha fatto, non può permettere che accada. Nancy ha rotto il bacio, sbalordita da quello che sta succedendo, come non le ho mai tolto le mutandine, non ho mai impiegato un momento per ottenere il permesso, ma la sto saccheggiando come il mio premio. "Non possiamo," riesce a dire, nonostante le sue lunghe gambe siano avvolte intorno a me e incrociate alle caviglie, e le sue mani siano ancora sulla mia schiena, tenendomi stretta a sé. "Solo per sentirlo, per un secondo..." faccio le fusa, come probabilmente avevo detto a innumerevoli altre ragazze, prima di procedere a far esplodere il mio sperma nei loro corpi caldi. "Non voglio che tu te ne vada deluso. So quanto lo desideri." "Sì, ma non posso... sono divorziato dal tuo amico." "Lo so, piccola," dissi, baciandole i seni mentre le muovevo le caviglie sopra la parte anteriore delle mie spalle. Si dimena per cercare di fermare in qualche modo ciò che sta accadendo, ma ora è completamente in mio potere, e quindi ovviamente volerlo e permetterlo - almeno il suo corpo lo è - è difficile affermare il contrario. "Solo per questa volta, e non vengo..." continuo. "Voglio solo che tu lo senta." Beh, questa sarebbe almeno una distinzione -- se non venisse. E dio, volevo sentirlo! Nancy ha smesso di spingere quando ha iniziato a parlare, anche tirandosi indietro solo alla corona. Lasciandola desiderare di più. aveva una decisione da prendere. E ce l'ha fatta. Lasciò cadere le braccia sul divano, le mani sopra la testa. Quando lo ha fatto, sorrido con il sorriso di un conquistatore, che sta finalmente raggiungendo il mio premio. Per una frazione di secondo si è resa conto che probabilmente è tutto ciò che lei è per me, ma prima che possa registrarlo completamente, sente il mio cazzo iniziare a forzarsi dentro di lei più pienamente, centimetro dopo centimetro spesso e duro.

La sensazione è folle, è come essere trafitto da una verga d'acciaio calda, e lei è sdraiata lì sul divano dell'ex marito (sì, l'aveva comprato), lo sta solo prendendo, come la spazzatura dal cazzo grosso, arrogante, del mio ex marito -l'amico parlante la sta prendendo, nel modo più completo in cui un uomo può prendere una donna. Il mio enorme cazzo senza preservativo sta affondando nella sua essenza femminile non protetta e stretta, la sua dimensione è oscena e un oltraggio mentre si fa strada con insistenza nel suo corpo. Cazzo, mi stava scopando! Come può lasciarmi scopare? La sua mente corre mentre giro una delle sue gambe sopra la mia testa e la giro a quattro zampe, così posso guidare il mio cazzo dentro di lei in modo più efficiente da dietro. Nancy si è inginocchiata lì a quattro zampe come un cane, fuori di sé con un misto di lussuria, estasi e indignazione mentre mi prendo un momento per abbassarle le mutandine, tenendole delicatamente ciascuna gamba mentre le faccio scivolare giù oltre i suoi piedi rendendola completamente nuda . Avrebbe potuto approfittare di questo momento per gridare basta, per alzarsi, per farmi andare via, ma non l'ha fatto. Lei alza il piede in modo utile per me e poi riprende la posizione di sua volontà - inarcando la schiena, agitando avanti e indietro il suo culo caldo e stretto verso di me, allargando un po' di più le ginocchia sul pavimento per aprirsi di più a me, poi stringendo i denti mentre prendevo una coscia in ogni mano e trovavo che si apriva di nuovo con la mia testa di cazzo incredibilmente spessa.

Nancy mi guarda e dice: "Ti voglio in me". Mi chino su di lei con il petto sulla schiena, avvolgo le mie braccia attorno a lei afferrandole i seni come leva. Le mie dita affondano nei suoi seni, lei sussulta urlandomi di scendere da lei. L'afa della stanza e il mio petto sulla sua schiena la fanno sudare. Poi sente un forte colpo nella sua figa. Nancy scatta in avanti e il mio cazzo scivola improvvisamente dentro di lei. Poi comincio a scoparla come un martello pneumatico, entrando e uscendo da lei, lei sente che il mio cazzo inizia a gonfiarsi dentro di lei. L'ho spinta in ginocchio sul pavimento. Mentre la scopavo, lei grida "NO!" Non riesce a credere che stia permettendo che ciò accada. Il mio cazzo è così caldo dentro di lei la sensazione di me sulla schiena e il mio cazzo dentro di lei, "oh dio no," piagnucola. Il suo corpo la sta tradendo. Lo sente crescere dentro di lei, involontariamente rimbalzare indietro per incontrare le mie spinte, sentendo quello che in seguito avrebbe conosciuto come il nodo che si gonfiava contro di lei, sparando il mio sperma dentro di lei mentre le sue dita dei piedi si arricciavano dietro di lei e lei veniva mentre io entravo dentro di lei. Smontai velocemente, il nostro sperma caldo, corse da lei e giù per le sue gambe. Ho preso alcune leccate, la lunga lingua che si estendeva sul suo clitoride così sensibile e dentro di me e infine sul suo buco del culo. Nancy si appallottolò di nuovo, le ginocchia contro il petto, i piedi infilati sotto il sedere, mentre la sborra gocciolava da lei e sulla pianta dei piedi
raggruppandosi nei suoi archi.

Nancy si alzò andò in bagno, tornò sdraiata sul letto. Sono tornato nella stanza e l'ho guardata.
Il suo corpo faceva male, la sua figa livida e dolorante. Non c'è modo che possa riprovarci. Mi avvicino al letto "Nancy, mettiti in ginocchio." Ringhio con voce bassa e minacciosa. "No, non posso. Sono stanco e dolorante." La guardo male, si è messa sulle mani e sulle ginocchia allargando le gambe. Mi sono arrampicato tra le sue gambe allargando le sue natiche, poi Wham, wham, wham, il mio cazzo duro si è schiantato clamorosamente nelle sue natiche larghe, ogni feroce avanzamento speronando la mia spietata lancia lunga e spessa un'altra frazione di pollice più in profondità nel suo stretto culo vergine, lei strinse i denti. Non fa più male. In effetti, ci si sente... bene. L'espressione sul viso di Nancy si trasforma in uno sguardo cieco di appassionata accettazione mentre si accovaccia in una sottomissione impotente davanti a me che la scopa da dietro. Poi, senza preavviso, Nancy sente i suoi fianchi iniziare un movimento insensato contro il mio cazzo invadente, e in un altro momento la donna improvvisamente impazzita sta torcendo le natiche in circoli osceni di passione abbandonata, gemendo e
gemendo di piacere.

La donna incantata dal sesso cerca di guardare indietro sotto il suo corpo inginocchiato per vedere che la mia dura verga di carne scompare nel suo culo premuroso, ma riesce solo a vedere le mie palle pelose mentre oscillano ripetutamente contro il suo clitoride gonfio di desiderio, provocandole ulteriore sussulti di piacere osceno. Con una mano la ragazza tesa raggiunge la sua figa e lascia che le sue dita circondino il mio cazzo umido e scivoloso mentre lampeggia dentro e fuori tra le sue sensibili labbra della fica, lasciando allo stesso tempo che le sue nocche scavino gratificante nella sua stessa carne genitale. La ragazza sudata, ansimante e gemente sente un'ondata di osceno piacere proibito invaderla mentre la piena consapevolezza di ciò che sta facendo la colpisce. In qualche modo il solo pensiero di accovacciarsi lascivamente sul pavimento, offrendomi il suo corpo, ansimando come un animale per scopare aggiunge un'altra dimensione di depravazione piena di lussuria alle sensazioni e alle emozioni che stanno già devastando il suo corpo selvaggiamente eccitato. Dio, com'è assolutamente... osceno, pensa tra sé con compiaciuto stupore mentre un piacere sempre crescente si irradia attraverso il suo corpo spudoratamente usato.

Il mio grosso cazzo scompare con feroce regolarità nella sua figa rosa e contorta. Nancy ora è leggermente girata a guardarmi, vede la mia spietata asta luccicante che sega incessantemente dentro e fuori, tirando indietro la morbida carne vaginale aderente durante la corsa di uscita e poi spingendola dentro ogni volta che mi affondo in avanti. Nancy sposta indietro le natiche per cercare appagamento dal mio cazzo duro che si tuffa in profondità nel suo ventre ribollente. Raddoppio la forza delle mie spinte selvagge in una giovane donna dall'odore dolce che mi ha aperto di nuovo il suo bel corpo. "Ooooooooh," grida Nancy mentre il cazzo sempre più gonfio sbatte più in profondità dentro di lei. "Ooooooooh", di nuovo. Per un momento i suoi occhi sono un po' sfocati, come se stesse guardando una nebbia lontana. Solo quel meraviglioso riempimento della sua fica affamata conta. "Non lo dirai mai a nessuno, vero?" Nancy riesce a sussultare tra le spinte del mio cazzo infuriato. Mentre il mio cazzo si spinge dentro di lei al massimo, la donna tremante sente la sua vagina aprirsi come un fiore che accetta, e una specie di vertiginosa euforia la investe.


Sto spingendo all'infinito dentro e fuori la vagina che si contorce di questa bambola. Il mio raggio di piacere la intrappola da dietro. Mai nella sua vita ha conosciuto una beatitudine così perversa come quella che prova adesso, mentre viene sballottata avanti e indietro come una bambola di pezza impotente. Ogni volta che le sbatto forte contro le chiappe, lei viene spinta in avanti e in qualche modo questo lo fa sembrare ancora più eccitante per la donna lasciva accovacciata. Tutto il suo corpo fremeva per questa ulteriore umiliazione. Sì, sì, vuole che le venga di nuovo dentro. Vuole sentire la sua pancia affamata piena fino all'orlo del mio seme. Guardandomi selvaggiamente sbattere contro di lei, oh Dio, quanto le piace la cattiveria, pensa tra sé la donna dagli occhi selvaggi. Mentre sente il primo assalto del suo orgasmo crescente, la ragazza gemendo spinge le natiche indietro con forza contro il mio cazzo mentre mi spingo in avanti, volendo ottenere il massimo beneficio dalla mia lunga e spessa lunghezza. La ragazza selvaggiamente eccitata sente l'asta dura come la roccia sfondare le sue tenere labbra della figa mentre si dirige verso le profondità estreme del suo ventre convulso.

Questo è l'ultimo innesco di cui Nancy ha bisogno, all'improvviso si sente come se fosse stata colpita duramente allo stomaco con un pugno mentre tutti i suoi muscoli si contraggono contemporaneamente in spasmi di gioia selvaggia. Le sue natiche si flettono e si incavano mentre la sua figa serrata tira selvaggiamente il mio cazzo che sta per scoppiare. Tutto questo è troppo per me, sono selvaggiamente eccitato e all'improvviso il mio sperma caldo inizia a salire nella fica di Nancy che si dimena. La mente di Nancy esplode in un grande bagliore di luci colorate da quest'ultima incredibile stimolazione mentre ricomincia a venire. Svuoto selvaggiamente i miei testicoli nel suo corpo roteante inginocchiato davanti a me in totale, abietta depravazione.

Piagnucolando e dimenandosi, Nancy preme la sua fica contro il mio cazzo zampillante come se avesse paura di lasciarsi sfuggire una goccia del liquido lattiginoso. Il liquido denso sgorga di nuovo dal punto in cui la sua vagina aderente si stringe strettamente attorno al mio membro sussultante, e scorre in scie appiccicose lungo le sue cosce tremanti. Alla fine, con un ultimo fremito, il corpo pieno di sperma di Nancy si irrigidisce nel rilascio finale, e la ragazza esausta cade mollemente in avanti sul pavimento. Il mio cazzo ora in diminuzione scivola dalla sua fica martoriata con un morbido suono di risucchio bagnato.

Storie simili

Realizzazione di un uomo danneggiato parte 1

La creazione di un uomo danneggiato • Questa è la mia prima storia. La prima parte avrà poco o nessun sesso poiché inizierò con una storia di fondo che si basa sulla mia vita. Gli eventi di cui scriverò sono accaduti a me. I nomi saranno cambiati per proteggere i non così innocenti. Passerò alla finzione quando inizierà la vendetta, ma sento che il retroscena o la storia, come la si chiami, è importante per capire da dove viene il personaggio principale. Ora ecco la domanda se sarà buono o cattivo mentre si vendica di coloro che lo hanno danneggiato. L'infanzia...

2.4K I più visti

Likes 0

Cintura della Bibbia - Parte 3 (FINALE)

Vado in un campo cristiano, annunciò Anne a colazione un giorno, circa due settimane dopo. Le nostre visite notturne erano ancora in corso, ma più a lungo continuavamo, più ero risoluto che doveva cessare. Ho risposto a mia sorella quasi soffocando con i miei Cheerios, ma sono riuscito a coprirlo con un colpo di tosse. Se fossi stato davvero il bravo ragazzo che volevo essere, il mio pensiero iniziale sarebbe stato preoccuparsi di come sarebbe sopravvissuta senza accesso alla sua dipendenza, ma onestamente, la mia prima preoccupazione era come avrei fatto a sopravvivere senza sesso per una settimana . I miei...

2.2K I più visti

Likes 0

La mia cugina cagna e la sua amica

È iniziato come un giorno come nessun altro, alzarsi la mattina e fare la mia pulizia regolare e nutrirmi bene come fanno tutti. L'unica cosa che non era proprio come le altre mattine che avevo due bellissime ragazze qui con mia madre era come la maggior parte delle altre che mi trattava come se avessi tre anni quando in realtà ho 17 anni ha insistito sul fatto che mia cugina Sadia stesse con me. Ora mia cugina pesava 112 libbre, capelli biondi, occhi azzurri, seno 36C, culo perfetto e stretto, e le labbra succulente quelle se le avessi baciate probabilmente saresti...

2.1K I più visti

Likes 0

Decoratore d'interni

Maria ha venticinque anni, single, giovane decoratrice d'interni e commessa nel negozio di mobili di famiglia. Aveva bisogno di un accordo stretto. Il compito, tuttavia, si stava rivelando più difficile di quanto avesse sperato. Vari ritardi stavano inducendo gli acquirenti a ripensarci. Oggi sperava che un acquirente entrasse e chiudesse un affare. Non essendo una che usa abitualmente il suo bell'aspetto naturale a proprio vantaggio quando ha a che fare con gli uomini, Maria ha tirato con riluttanza un maglione senza maniche attillato dal suo armadio e una gonna corta complementare. Con solo un piccolo paio di mutandine sotto, si sentiva...

2.5K I più visti

Likes 0

Nel bene e nel male: la storia di Robert

La storia di Roberto Robert si svegliò quella mattina da una sensazione incredibile che non provava da molto tempo. Aprì gli occhi e guardò in basso per vedere sua moglie, Janet, che faceva scorrere lentamente la bocca su e giù per il suo cazzo. Alzò lo sguardo quando si svegliò e gli sorrise. Smise quello che stava facendo e si spostò sul suo corpo. Ha iniziato a baciarlo mentre si metteva a cavalcioni su di lui, allungandosi e guidando il suo cazzo dentro di lei. Una volta dentro, si è seduta e ha iniziato lentamente a cavalcare il cazzo di Robert...

2K I più visti

Likes 0

Dormitorio 1 di GF

Questa è la storia di Teagan, la mia ragazza ai tempi dell'università e della sua coinquilina, Sarah. Teagan è di origine asiatica che le ha concesso una corporatura snella e minuta, occhi nocciola, lunghi capelli scuri e pelle naturalmente abbronzata. È benedetta con coppe B sode, pancia piatta e glutei magri e formosi: va in palestra per fare squat abbastanza frequentemente. E per finire, è molto carina con un dolce sorriso. Essendo un'introversa, è molto gentile e timida. Solo dopo un anno di uscite insieme, abbiamo finalmente fatto sesso: sono stato il suo primo partner sessuale. All'inizio era timida, ma era...

1.8K I più visti

Likes 0

Diventare Omega, parte 4

Diventare Omega, parte 4 Uomini intorno a lei. Lei, nuda e col colletto sul pavimento, le labbra ringhianti e gli occhi svolazzanti. La droga le scorre nelle vene e la fica palpitante. Telecamere intorno a lei, il mondo che guarda. L'avrebbero distrutta. Omega sentì il suo cuore saltare un battito e sapeva che, se tutto fosse finito adesso, lei sarebbe stata dove avrebbe dovuto essere. ___ Lei sorrise. I suoi occhi svolazzarono. Picchiami, sussurrò. Si fecero avanti, silenziosi. Mi ha picchiato, cazzo, ha urlato. Più vicino ora. Eppure, non hanno detto nulla. Uccidimi se vuoi. Loro hanno riso. Farà davvero qualsiasi...

2K I più visti

Likes 0

Indottrinamento Capitolo 2_(1)

Questa è la seconda parte dell'Indottrinamento. I commenti sono apprezzati. Quando tornò al suo dormitorio, lo stomaco di Ryan era così teso che si chiese se sarebbe stato in grado di nuotare. L'escalation degli scambi tra lui e Alex gli aveva fatto girare la testa ei suoi pensieri non erano in grado di tenere il passo con le manifestazioni fisiche che continuavano a colpirlo dopo ogni interazione. In questo momento, ad esempio, era difficile pensare a cosa avrebbe potuto intendere Alex quando il suo corpo non riusciva a decidere se voleva vomitare, scopare o semplicemente crollare. Continuava a cercare di ragionare...

3.2K I più visti

Likes 0

Il giorno più bello

Questa mattina è iniziata alla grande. Meglio di come l'avrei mai potuto immaginare. Avevo fatto un patto con mia moglie. Se voleva che usassi i soldi che avevo vinto nella partita di poker di questa settimana per andare a Columbus e vedere la nuova discoteca che avevano costruito, avrebbe dovuto concedermi un'intera giornata di piacere sessuale ogni volta che ne avesse la possibilità. Questa mattina è iniziata svegliandomi con la sua figa luccicante che si librava a pochi centimetri dalla mia faccia. Lei sa quanto mi piace mangiare la sua figa. Deve essersi svegliata molto prima perché la sua figa era...

1.7K I più visti

Likes 0

Paghi uno prendi due

Michael ha deciso di prendersi una notte libera dal suo lavoro di scorta, poiché una serata fuori in città era proprio ciò di cui aveva bisogno per ricaricare le batterie dopo una settimana davvero frenetica. Il molo 22 era un vecchio magazzino ristrutturato in una discoteca di recente apertura situata sulle rive del canale navale di Manchester. Era vicino al centro del paese ma abbastanza lontano da non arrecare disturbo a nessuno dei quartieri vicini. Dotato di un ristorante sul tetto che si affaccia sulle brughiere del Lancashire/Yorkshire, di un casinò con una cocktail lounge e di una delle sale da...

2.3K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.