L'autostoppista Capitolo 18 - Jessica e Char

130Report
L'autostoppista Capitolo 18 - Jessica e Char

Mentre tornavamo a casa ho detto: "Non posso credere che tu l'abbia fatto Mary Ann dopo tutto quello di cui abbiamo parlato oggi".

“Nemmeno io, ma sembrava così carina ed era così bella che mi dispiaceva per lei. Prima essere stato tradito e poi passare sei mesi senza sesso mi ha fatto venire voglia che tu la aiutassi.

“Va bene, ma voglio che tu sappia che passare del tempo con te è stata la parte migliore della mia giornata. Ci siamo fatti molte risate, siamo usciti insieme e abbiamo avuto una vera avventura. Sei d'accordo?"

Ha detto: “Ho adorato ogni minuto. Sei davvero un ragazzo divertente con cui stare.

Mentre ci avvicinavamo al suo appartamento le chiesi: “Allora qual è il piano? Sei pronto ad affrontare le ragazze?

Ha detto: “Lo sono. Prima di tutto, la nostra relazione non è davvero affar loro, ma io e te siamo a nostro agio riguardo al futuro. Per quanto riguarda una ripetizione di questo fine settimana, non dovrebbero contarci. Questo è praticamente tutto.

"Vengo con te nel caso tu abbia bisogno di un adulto nella stanza."

Ha riso e ha detto: "Spero che non arrivi a quel papà".

Entrammo nel parcheggio ed entrammo nel suo appartamento a braccetto. Char e Jessica erano sedute sul divano a guardare la televisione e Jessica ha detto: “Bene, bene, se non è la mia amica Mary Ann. Grazie per averci abbandonato oggi, mi sono divertito molto a guardare il calcio con Char, ma avrei preferito farmi sfondare di nuovo la figa.

Char ha detto: "Sì, sarebbe stato carino".

“Mi scuso con entrambi, ma avevo bisogno di uscire di qui e sistemare alcune cose e Tony è stato così gentile da portarmi a casa sua. Vi amo entrambi, ma avevo davvero bisogno di sapere dov'era la sua testa dopo alcune delle cose che ho visto ieri.

Jessica ha detto: “Perché qualunque cosa potrebbe essere stata? È stata l'ora in cui il suo cazzo è stato sepolto nel mio culo, quando ha scopato le mie fantastiche tette o è stato qualcos'altro?

Mi sono avvicinato al divano, mi sono seduto accanto a Jessica e ho detto: “Ho bisogno che mi ascoltiate entrambi. Ho ammesso a Mary Ann che sono attratto da tutti voi, ma mi mette in una situazione difficile quando vuoi che mi intrufoli alle sue spalle. So di averti dato l'impressione che andasse bene, ma ora ti sto dicendo che non succederà.

Mary Ann è intervenuta: “So che è difficile da ascoltare, ma non è che io e lui ci vedremo tutti i giorni e non voglio che partecipiamo a una competizione. Sono aperto a lavorare su qualcosa in futuro, ma per ora è mio e solo mio.

Ci siamo seduti tutti in silenzio e abbiamo lasciato che le parole di Mary Ann affondassero. Jessica ha parlato per prima e ha detto: "Capisco e rispetto la tua posizione e mi dispiace per alcune delle cose che ho provato a fare ieri perché sapevo che Tony ti voleva di più .”

"Il fatto è che anche noi proviamo dei sentimenti e ci vorrà del tempo per superare tutto questo", ha detto Char.

Mary Ann disse: “Capisco, ma devi sapere che non è facile né per Tony né per me. A proposito, dov'è Beth?»

“Non c'era più quando ci siamo alzati, quindi non sono sicuro di dove sia. Probabilmente doveva funzionare o qualcosa del genere ", ha detto Char.

“Grazie, la chiamo e vedo come sta. Ho sentito quello che stai dicendo sui tuoi sentimenti e ho un'idea, ma prima devo farla passare a Tony OK?

Hanno annuito in accordo e Mary Ann mi ha portato nella sua stanza, ha chiuso la porta e ha detto: "Penso che sia andata bene come ci si poteva aspettare, ma mi sento ancora in colpa".

"So che è difficile, ma di certo non è nemmeno qualcosa che accade tutti i giorni", dissi.

"È vero, ma mi sentirei meglio se li fottessi entrambi un'ultima volta e voglio che tu sia solo con ognuno di loro nella loro stanza", ha detto.

"Se è quello che vuoi lo farò, ma ne sei assolutamente sicuro?"

"Sono. Aspetta qui mentre vado a parlare con loro.

Dopo qualche minuto è tornata e ha detto: “OK, sono pronti per te. Chiamerò Beth e poi forse farò un pisolino. Sono esausto."

"OK Mary Ann, ci vediamo prima di partire."

Mi ha tirato vicino, mi ha baciato e ha detto: "Certo che lo farai".

Sono andato nella stanza di Char, ho bussato alla porta e lei mi ha invitato ad entrare. Era sul suo letto completamente nuda e giocava con se stessa e ha detto: “Perché ci hai messo così tanto tempo? Vieni qui e scopami.

Mi sono spogliato e l'ho raggiunta nel suo letto e lei ha afferrato il mio cazzo e ha iniziato ad accarezzarlo mentre le sentivo la figa e le succhiavo le tette. Ha detto: "So che è passato solo un giorno, ma mi mancava davvero questo cazzo", mentre si chinava e prendeva il mio cazzo in bocca.

“MMMM Char sei davvero un bravo succhiacazzi. La tua bocca è fantastica ma ho bisogno di assaggiare anche la tua figa.

Si è messa sopra di me, ha piantato la sua figa bagnata sulla mia faccia e ho iniziato a leccarle la clitoride. "Oh cazzo, mi sento così fottutamente bene sulla mia piccola figa, MMMM!" Ha continuato a ingoiare il mio cazzo mentre le leccavo il clitoride e ha detto: "Cazzo, mi farai venire ma ho bisogno del tuo cazzo". Si sdraiò sul letto con le gambe divaricate mentre io facevo scivolare lentamente il mio cazzo duro nella sua figa stretta. “MMMMMM, sì Tony, è così bello. Scopami bene e lentamente con quel tuo grosso cazzo.

L'ho scopata con colpi lunghi e lenti del mio cazzo e ho strofinato la base sul suo clitoride ogni volta che sono stato completamente inserito in lei. "MMMM che si sente così bene quando macini il mio clitoride in quel modo, potrei venire ogni volta che lo fai." Ho ritirato il mio cazzo e l'ho stuzzicata con la testa appena dentro la sua figa finché non mi ha implorato di rimetterlo dentro. "Per favore, non farmi questo Tony, mi fa impazzire quando mi prendi in giro in quel modo." Ho spinto il mio cazzo nella sua figa e l'ho schiacciato sul suo clitoride e lei ha gridato: “Oh sì, stronzo. Per favore, continua a farlo, mi farai venire la figa! MMMM!"

Ho strofinato la base del mio cazzo sulla sua clitoride mentre il suo respiro diventava più difficile e proprio prima di sapere che stava per venire ho tirato fuori di nuovo e lei ha gridato: "Oh no, per favore rimettimelo dentro e sbatti la mia figa così posso sborrarti addosso. Fallo subito, per favore!”

Ho spinto indietro la lunghezza del mio cazzo e ho iniziato a picchiarla forte e velocemente mentre le succhiavo le tette. “Dio, sì, è così amore! Succhiami le tette e sbatti la mia figa stretta! Oh sì, proprio così, verrò fottutamente! MMMMMMM!”

Ha gridato mentre ondate dopo ondate del suo orgasmo le tormentavano il corpo di piacere e mi ha afferrato il culo, attirandomi più a fondo mentre schiacciava la clitoride sul mio cazzo e il suo sperma esplodeva sul suo letto.

Quando ebbe finito mi sdraiai accanto a lei e le diedi un lungo bacio appassionato mentre mi accarezzava il cazzo. Ho detto: "È stato meraviglioso, ma da qui in avanti giochiamo tutti secondo le regole di Mary Ann, ok?"

"Come vuoi tu, stallone", borbottò, ma io ero tutt'altro che convinto.

L'ho baciata un'ultima volta e ho detto: "Buona notte, ma ora devo andare a trovare Jessica".

Ho preso i miei vestiti, sono andato nella stanza di Jessica e ho bussato alla porta e lei mi ha detto di entrare. Con mia sorpresa era seduta nel suo letto completamente vestita con le braccia incrociate sul petto e ha detto: "Dovrei sentire onorato che tu abbia finalmente trovato il tempo per me?"

Ho detto: “Ora Jessica, non fare così ma se non vuoi che io sia qui tornerò nella stanza di Char. Sono sicuro che le piacerebbe finirmi.

Mi ha fatto cenno di unirmi a lei sul letto e ha detto: "Pensavo che avessimo stretto un vero legame questa settimana solo per svegliarci con la tua fottuta nota e tu te ne fossi andato". Mentre diceva questo iniziò ad accarezzare inconsapevolmente il mio cazzo duro.

Ho detto: “Ascolta, Mary Ann era molto arrabbiata ieri sera principalmente perché ha colto l'atmosfera tra noi e ho sentito che dovevamo andarcene e sistemare le cose. Ho bisogno di tornare alla mia vita normale la prossima settimana e ho dovuto prendere una decisione.

Si chinò e mi diede un lungo bacio appassionato e disse: "So che mi vuoi Tony, posso dirlo dal modo in cui mi guardi".

“È vero Jessica, ma non sempre otteniamo tutto ciò che vogliamo nella vita e non sai mai cosa porterà il futuro. Potresti incontrare qualcuno domani che ti travolgerà senza pensarci due volte. Lo stesso potrebbe accadere con Mary Ann o anche con Char, ma per ora dobbiamo vivere secondo le regole di Mary Ann. Lei ama voi due e scopriremo le cose una volta che la polvere si sarà calmata.

Mi ha accarezzato il cazzo più forte e ha detto: "Quindi pensi che ci sia una possibilità per noi di stare insieme?"

"Ci sono sempre possibilità nella vita, Jessica."

Si sdraiò sul letto, mi guardò negli occhi e disse: "Toglimi i vestiti di dosso Tony".

Le sbottonai i pantaloncini e lentamente li tirai giù per il suo corpo e le baciai leggermente la figa attraverso le mutandine. Poi le ho tirato la maglietta sopra la testa e ho slacciato il fermaglio del reggiseno, liberando le sue grosse tette rotonde. Ho detto: "Dio, le tue tette sono davvero un'opera d'arte" e ho iniziato a succhiarmele in bocca mentre lei faceva scorrere le mani sul mio corpo. Baciai fino alle sue mutandine e afferrai il bordo tra i denti e le tirai via con la bocca, poi mi presi un momento per assaporare il suo splendido corpo prima di tornare alla sua figa.

Ha detto: “È così bello quando mi lecchi il clitoride in quel modo, Tony. MMMMM!” Le ho leccato tutto il clitoride e la figa finché non ha detto: "Ho bisogno del tuo cazzo in bocca". Mi ha spinto sulla schiena, mi ha infilato la figa in faccia e ha iniziato a succhiarmi il cazzo come una donna posseduta. “Oh cazzo sì, leccami la fottuta figa mentre succhio questo tuo enorme cazzo. Oh, è così bello e mi piace avere il tuo cazzo in bocca.

Ha continuato a sbattermi la faccia e a succhiarmi il cazzo finché il suo respiro non ha iniziato a farsi pesante e ha detto: "Se continuiamo a farlo, ti verrò addosso e ho bisogno di quel cazzo nella mia figa. Per favore, fottimi adesso Tony.

È salita sul letto e io ho fatto scivolare lentamente il mio cazzo dentro di lei in modo che potesse macinare il suo clitoride sulla base. “Cazzo, questa è la sensazione più incredibile, non so come avrei mai affrontato un ragazzo che ha un cazzo piccolo dopo questo. MMMMM!”

"Ricordati solo di provare prima di comprare piccola", e ho tirato fuori il mio cazzo prima di farlo scivolare lentamente nella sua figa fradicia.

“Cazzo, adoro come ci si sente quando lo fai scorrere molto lentamente in quel modo. Una parte di me vuole che tu mi picchi forte così posso venire, ma è così bello che non voglio che tu smetta. Ho tirato fuori il cazzo e l'ho stuzzicata con la testa prima di spingermi dentro lentamente. “Cazzo sì, proprio così. È così fottutamente bello.

Ho continuato a fotterla con colpi lunghi e lenti del mio cazzo e ho iniziato a succhiarle le tette quando ha gridato: "Oh Dio, questo cazzo mi farà venire se lo fai".

Mi sono tirato fuori del tutto e ho chiesto: "La mia piccola Jessica è pronta per venire adesso?"

"Oh, per favore, sì, farò tutto ciò che tu o Mary Ann chiedete, fatemi venire Tony."

Ho fatto scivolare lentamente il mio cazzo dentro di lei finché l'intera lunghezza non è stata nella sua figa e lei ha potuto macinare la sua clitoride sul mio cazzo. Ha urlato: “Oh fanculo Tony, è così fottutamente bello. MMMMM!” Si è portata al limite dell'orgasmo diverse volte prima di concedersi di venire. “Cazzo, è così, Tony. Questa volta verrò! Mi ha affondato le unghie nel culo e ha gridato: "Fanculo, è questo il mio amante, fottimi forte! Sto per venire adesso! MMMMMMM!”

Ho martellato la sua figa stretta mentre i suoi succhi sono esplosi sul letto e lei ha spinto la sua figa più forte che poteva dentro di me. Ondate dopo ondate del suo climax le afferrarono il corpo finché non fu finalmente esausta e le sue braccia ricaddero sul letto.

Quando finalmente si è ripresa, mi ha preso il viso tra le mani, mi ha dato un lungo bacio e ha detto: “È stato assolutamente fantastico. Penso che sia stato il miglior orgasmo che ho avuto in tutto il fine settimana. Dio quanto ti amo.

"Sono contenta, Jess, ma probabilmente è meglio che tu stia alla larga dal dire cose del genere per il tuo bene."

"So che hai ragione, ma non posso farci niente." Ha guardato il mio cazzo ancora duro e ha detto: "Come ti piacerebbe scendere da Tony?"

Ho detto: "Ho bisogno delle tue tette avvolte attorno al mio cazzo, piccola", e lei si è seduta sul lato del letto, dandomi l'angolazione perfetta per scopare le sue tette perfette.

"Fanculo le mie tette papà, sai che le vuoi più di tutte, MMMMM!"

Ha premuto le tette insieme e ho fatto scivolare il mio cazzo tra di loro e ho iniziato a scoparle lentamente. “Cazzo sì Jessica, le tue tette si sentono così fottutamente bene sul mio cazzo. MMMMM!” Ho spinto la lunghezza attraverso e lei ha succhiato la testa ogni volta che era vicino alla sua bocca.

“Cazzo sì Tony, fottimi le tette più forte adesso, MMMM! Trattami come la puttana che sono!

Ho iniziato a sbatterle forte le tette ed è stato così bello che non potevo sopportarlo. Ho gridato: "Le tue fottute tette si sentono così fottutamente bene sul mio cazzo, verrò presto!"

Ha preso in giro: “Oh sì, papà mi è venuto sulle tette. So che hai un grosso carico nelle palle solo per me. Dai piccola, dammelo adesso.MMMM!

Non ce la facevo più quando il mio orgasmo ha iniziato a crescere e lo sperma ha iniziato a spruzzare dalla testa del mio cazzo. “Cazzo sì Jessica, ti sto venendo sulle fottute tette. Apri la bocca e prendi il mio fottuto carico! MMMMM!”

Ondata dopo ondata di sperma dal mio cazzo e la maggior parte ha colpito la sua bocca aperta, ma sono venuto anche sul suo viso e tra i suoi capelli. Con il mio orgasmo completo sono caduto sul letto e lei si è rannicchiata tra le mie braccia.

Sussurrò: “Sai che mi vuoi Tony. Tutto quello che devi fare è chiedere e ti incontrerò da qualche parte e potrai farmi quello che vuoi, qualunque cosa accada.

“Grazie Jessica, ma in questo momento devo andare a dare la buonanotte a Mary Ann, poi vado a casa e mi immergo in una vasca idromassaggio per un po'. Domani devo lavorare e grazie a te sono già indietro”.

Ha detto: "Mmmmm, ci siamo divertiti quel giorno ma capisco".

"Fai sogni piacevoli, Jessica."

Ci baciammo ancora una volta, poi recuperai i miei vestiti e andai a dare la buonanotte a Mary Ann.

Sono andato nella stanza di Mary Ann e lei era nuda e giocava con la sua figa.

Mi sono messo a letto accanto a lei e ho detto: "Non mi aspettavo questa bambina".

Ha detto: “Ho provato a fare un pisolino ma ho sentito tutto quello che hai fatto a Char e Jessica e mi ha fatto arrapare da morire. È stato difficile ascoltare tutto ciò.

"Mi dispiace per quella bambola e voglio aiutarti, ma non credo di poter scopare di nuovo stasera."

Ha detto: "Lo capisco perfettamente, leccami la figa per me".

L'ho baciata e ho fatto scorrere la mia mano sul suo corpo, poi l'ho baciata fino alla sua figa e ho iniziato a leccarle la clitoride. “Mmmmm, sì papà, è davvero bello. Leccami la figa per farmi venire. Allungai le mani con entrambe le mani e le pizzicai i capezzoli e lei ansimò: "Oh Dio, lo adoro, è così bello che non passerà molto tempo prima che ti venga addosso. MMMMM!”

Ho continuato a pizzicarle i capezzoli ea leccarle la figa mentre il suo respiro diventava più pesante ei suoi succhi scorrevano dalla sua figa. "Cazzo sì papà, infila le dita nella mia figa mentre mi lecchi il clitoride e stringi il mio capezzolo." Le ho infilato due dita nella figa e le ho strofinato il punto g e lei è venuta immediatamente. “Oh papà che si sente così bene che sto per venire adesso! MMMMMM!” Il suo corpo rabbrividì mentre mi schizzava un getto di succo di figa su tutto il viso e nella mia bocca e io continuai a leccarle la clitoride finché non ebbe finito.

Ha detto: “Oh Tony, è stato così bello. So che devi essere abbastanza stanco, quindi grazie per avermi fatto venire. Come sorpresa le ho strofinato le dita sulla clitoride e lei è venuta altre tre volte.

“Gesù che si sentiva così fottutamente bene. Sei fantastico." Mi sono sdraiato accanto a lei e lei si è stretta tra le mie braccia mentre ci crogiolavamo nel calore dei nostri corpi.

“Sono contento che ti sia divertito e avrei voluto darti il ​​mio cazzo, ma ho bisogno di un po' di tempo per riprendermi. Tornerò a casa presto perché ho bisogno di un po' di tempo per rilassarmi e prepararmi per il lavoro di domani".

Ha detto: "Capisco e mi mancherai sicuramente, ma spero di incontrarti al lavoro".

“Merda, mi ero completamente dimenticato del tuo tirocinio. Pensiamo di incontrarci in mensa per pranzo.»

"Suona meraviglioso. Se non ricordo male tua moglie torna a casa martedì, giusto?"

Ho detto: “Esatto e dato che domani devi venire in città, ti dispiace se passo la notte qui? Così posso accompagnarti e riportarti a casa.»

“Mi piacerebbe assolutamente. Tieni solo a mente che domani notte appartieni a me e solo a me.

“Certo ragazzina, non lo farei in nessun altro modo. Ora ho davvero bisogno di rilassarmi un po' nella vasca e calmare il mio corpo".

"OK papà, anch'io potrei usare un po' di tempo per il bagno."

Andammo in bagno, facemmo il bagno e entrammo nella vasca. L'acqua calda era meravigliosa.

Ha preso una salvietta e mi ha fatto il bagno e quando ha finito l'ho bagnata io. Poi mi baciò e si strinse tra le mie braccia finché l'acqua non iniziò a raffreddarsi.

Ha detto: "Adesso andiamo a letto papà, sono sfinito", è uscita dalla vasca e ha preso un paio di asciugamani per asciugarci. Ci siamo diretti verso la sua camera da letto ma abbiamo dovuto cambiare le lenzuola prima di andare a letto perché erano fradice del suo sperma.

"Penso di aver bisogno di comprare un paio di set di lenzuola in più così non devo fare il bucato così tanto."

Ridacchiai mentre rifacevamo il letto, entrai e mi rannicchiai sotto le coperte. Mi ha dato un lungo bacio e ha detto: "Grazie ancora per tutto, sono così fortunata ad averti incontrato".

Ho detto: "Sono la fortunata ragazzina, ora chiudiamo un occhio o domani non varrò un cazzo".

Sorrise, mi diede il bacio della buonanotte e cademmo in un sonno profondo e soddisfatto.

Storie simili

Una fantastica vacanza

Cosa fa una donna di circa 30 anni divorziata di recente quando il suo posto di lavoro ha una vacanza di 2 settimane? Beh, vai in vacanza, naturalmente. Il mio ex marito era una persona controllante, aveva bisogno di fare le cose a modo suo nel suo programma. Ma mi aveva fatto sentire a mio agio, immagino che stare con qualcuno dai 20 ai 30 anni lo faccia. Ma sono contento che quel capitolo della mia vita sia finito. Ho potuto vedere i segni un paio di anni fa e penso che inconsciamente volevo comunque uscire dal matrimonio. Ma è stata...

1.1K I più visti

Likes 0

Il giorno più bello

Questa mattina è iniziata alla grande. Meglio di come l'avrei mai potuto immaginare. Avevo fatto un patto con mia moglie. Se voleva che usassi i soldi che avevo vinto nella partita di poker di questa settimana per andare a Columbus e vedere la nuova discoteca che avevano costruito, avrebbe dovuto concedermi un'intera giornata di piacere sessuale ogni volta che ne avesse la possibilità. Questa mattina è iniziata svegliandomi con la sua figa luccicante che si librava a pochi centimetri dalla mia faccia. Lei sa quanto mi piace mangiare la sua figa. Deve essersi svegliata molto prima perché la sua figa era...

842 I più visti

Likes 0

Macinazione Nella Sabbia

Sono sdraiato sulla spiaggia a prendere il sole. La giornata non poteva andare meglio. Ero a migliaia di miglia dal lavoro, dal traffico dell'ora di punta, da chiunque conoscessi e non avevo niente in programma. Mentre guardavo le onde rotolare e tornare indietro, ho iniziato a pensare alla vita notturna qui. Non riesco a sedermi molto bene sulla spiaggia tutto il tempo. Voglio dire, l'ho adorato, ma avevo bisogno di farmi pompare il sangue. Un po' di eccitazione! Sono passato dalla reception del resort in cui alloggiavo e ho chiesto cosa facevano per passare il loro tempo. Non volevo andare in...

828 I più visti

Likes 0

Aiuto voluto parte 7

Mi chiedevo se avessi imparato la lezione mentre tornavamo a casa. Non solo, ho iniziato a calcolare quanto è costata la mia stupida avventura con Caitlyn. Tra il suo vestito, le scarpe e la roba, i miei vestiti nuovi, la cena e la mancia, il biglietto del taxi per cui le ho dato i soldi, e la benzina; doveva essere vicino a nove fatture. Inoltre la frikkin' pneumatico doveva essere riparato. Ho guardato Caitlyn. Stava dormendo. C'è stato qualcosa di positivo che è emerso da tutta questa disavventura? La sua figa è stata rasata. Ma stasera non vedrei niente di tutto...

1.1K I più visti

Likes 0

Nome di morte 3

Nome della morte 3 Se non leggi in sequenza potresti perderti La sveglia del cellulare mi ha svegliato alle 22:00. Odiavo il turno di notte, ma dovevo essere Rick per qualche giorno in più o fino a quando non riuscivo a trovare un piano migliore. Doccia e rasato e si è vestito prima ancora che Lisa sapesse che ero alzata. Stava sbrigando le scartoffie e guardando la tv. Maledizione delle mogli domestiche disperate, odiavo quello spettacolo. Per favore, stai attento stasera. Penso che ti saresti preso un'altra notte libera. Lei disse. Guardandomi caricare la cintura. Si alzò e si avvicinò a...

758 I più visti

Likes 0

Aggiornamento in ritardo- J è ancora premuroso!

Bel titolo? Ho pensato che fosse divertente, ma il mio stile di umorismo non è di altissimo livello, quindi divago. Mi siete mancati tutti, miei fedeli lettori. Vedere tutti i tuoi commenti sul non voler vedere la fine dell'ira di Gaia mi riempie il cuore di calore e gioia, quindi grazie per questo. Ora mettiamoci al lavoro....... Sono vivo! Prometto che non sono uno zombi, quindi non preoccuparti, ho appena trascorso un mese in purgatorio, ma ora che sono tornato, ho alcune cose di cui devo scriverti, miei fedeli lettori. Innanzitutto perché è ciò per cui siete qui tutti, l'ira di...

622 I più visti

Likes 0

HOBO - Capitolo 15

CAPITOLO QUINDICI Iniziammo l'anno successivo ancora più frenetico del precedente. Il ristorante era decollato molto più velocemente del previsto e Michelle lavorava dalle dodici alle quattordici ore al giorno. Aveva assunto Eddie Sampson come manager che la teneva libera di occuparsi della cucina. Aveva anche assunto un altro cuoco e un'altra cameriera. Entro giugno quasi tutte le sere dovresti aspettare un tavolo tra i trenta ei quarantacinque minuti. Michelle sarebbe tornata a casa fino a dopo mezzanotte quasi tutti i giorni. Il primo luglio di quell'anno, ero seduto sul divano a guardare la televisione in attesa che Michelle tornasse a casa...

572 I più visti

Likes 0

Lo spettacolo via webcam di Tasha

La trasmissione sexy della webcam della diciottenne Tasha viene interrotta dall'animale domestico di famiglia. Sono Tasha, ma tutti mi chiamano Ta-Ta. A causa dei miei seni al cioccolato 38 C. Ho 18 anni e sono piccola, alta 5'6 pollici, 115 libbre di cioccolato fondente. Faccio un taglio di capelli corto alla Halle Berry. Con un fondoschiena di mela che farebbe dire a J-Lo Dannazione Vivo ancora con i miei genitori e il mio stupido fratellino quindicenne Calvin Jr (soprannominato C.J) Inoltre, abbiamo un pitbull di 3 anni di nome Bullet. Di chi mi fissa costantemente con quei penetranti occhi azzurri, mentre...

1.2K I più visti

Likes 0

Fare da babysitter con Tara pt.2

Quindi, eccomi qui, in piedi nella stanza della mia migliore amica, il mio cazzo semiduro ancora nella sua mano, un po' del mio sperma ancora sulle sue labbra e sulla sua lingua. Mi sentivo come se la mia stessa forza vitale si fosse trasformata in sperma e fosse stata risucchiata fuori dal mio cazzo tutto in una volta. Eppure, volevo di più. Mi aveva appena fatto il pompino più incredibile della mia vita e ora volevo ricambiare il favore. Si distese sul letto, scivolando fuori dalle sue mutandine che erano già impregnate di anticipazione, dandomi la prima visione completa di lei...

1.1K I più visti

Likes 0

Il dominio finanziario di Steven Miller

Capitolo 1: Riparazioni Per la maggior parte dei bianchi, la loro risposta istintiva e condizionata alla semplice menzione della parola riparazione è gridare: La mia famiglia non ha mai avuto schiavi. Non pago alcun risarcimento! Voi neri dovete semplicemente superarla, la schiavitù era nel passato, lasciate perdere, per l'amor di Dio. Per Werner Steven Miller, Steven per molti, le sue percezioni erano completamente opposte. Steven aveva un desiderio radicato e irresistibile di pagare per i peccati del suo ipotetico padre; desiderava essere il cattivo animale domestico di una sadica dea d'ebano che lo avrebbe sottoposto alle sue richieste erotiche. Dato che...

1.1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.