Ragazzi adolescenti nudi che nuotano al liceo con hard-on

642Report
Ragazzi adolescenti nudi che nuotano al liceo con hard-on

Ero una matricola in un liceo di una grande città negli anni '70 e non sono rimasto sorpreso quando nel mio primo semestre ho nuotato e per "motivi di salute pubblica", tutti i ragazzi lo facevano nudi. Ero stato avvertito dai miei fratelli maggiori e provenendo da una famiglia di nove bambini, tra cui sorelle e una madre che allatta continuamente, non ero timido o estraneo al corpo nudo.

Il primo giorno ci è stato detto che se avessimo sentito tre brevi raffiche di fischio, dovevamo uscire rapidamente dalla piscina, allinearci sul bordo e affrontare le gradinate, perché potrebbe esserci un'emergenza e qualcuno sarebbe lì per dacci istruzioni.

C'erano circa 40 ragazzi nella classe, di tutte le razze, tutti pubescenti, anche se ce n'erano alcuni che probabilmente lo erano a malapena, per i peli radi sui loro cazzi e palle. Alcuni ragazzi erano più grandi o più avanzati, come dimostrano i loro cespugli più spessi oi peni più grandi. Molti mi somigliavano, non tagliati e bianchi, circa la metà erano circoncisi, ma io cercavo di non fissare. Tuttavia, era la prima volta che vedevo un cazzo che non era di mio padre, di mio fratello o di mio cugino.

Ci siamo tuffati tutti in piscina e abbiamo nuotato, abituandoci all'acqua. Mi sentivo bene sul mio corpo nudo ed era qualcosa che non avevo mai fatto. Come molte volte durante il giorno da giovane adolescente, il mio cazzo era solido come una roccia. Mi masturbavo molte volte al giorno per alleviare me stesso allora...

Improvvisamente, il fischietto suonò tre volte e tutti saltammo fuori e ci allineammo sul bordo della piscina. Nel freddo, le mie palle si sono strette e il mio giovane cazzo era eretto, ovviamente. L'allenatore era a circa quattro file sulle gradinate e rise: "Va bene uomini, ci sono circa 12 di voi con erezioni, rigidità, erezioni, WOOOOD! Non nuotiamo nudi perché questo è un campo per nudisti, nuotiamo nudi per via delle regole! Non penso che nessuno di voi ragazzi sia una fata, ma non c'è un asino in piscina. Concentrati sul nuoto e i tuoi uccelli rimarranno giù! Torna là dentro!” Ci sono state delle risate nervose tra i ragazzi e siamo tornati in piscina.

Col passare del tempo, ho continuato a guardare i cazzi di altri ragazzi, principalmente negli spogliatoi e ho notato che anche alcuni altri ragazzi stavano guardando. Ci siamo vestiti più lentamente. Dato che abbiamo pranzato dopo il bagno, alcuni di noi hanno iniziato a mangiare insieme, anche se non abbiamo mai parlato di nient'altro che di scuola e ragazze.

L'allenatore ha fischiato di nuovo la settimana successiva e ce n'erano sette con erezioni. Scosse la testa e disse: "Rimani concentrato sul nuoto, maledizione".

Quando l'ha fatto la volta successiva era dopo le vacanze del Columbus Day e c'era un numero maggiore di assenze, quindi meno possibilità di un gruppo di cazzi duri. Ero l'unico ragazzo con un'erezione. L'allenatore sembrava contento mentre guardava in fondo alla linea finché non è arrivato da me. Ha inzuppato un piccolo asciugamano in piscina, me lo ha lanciato e mi ha ordinato di salire all'estremità del trampolino. Quando sono arrivata lì, il mio cazzo era ancora duro, anche se stavo iniziando a spaventarmi. Ordinò agli altri ragazzi di voltarsi e di disprezzarmi. Poi l'allenatore ha urlato: "Copri quell'erezione con l'asciugamano!" Vedere quei 30 cazzi morbidi allineati, anche se hanno iniziato a ridere di me con un asciugamano bagnato drappeggiato sul mio palo rigido della tenda, è stato umiliante e allo stesso tempo mi ha eccitato. Ho avuto la prima idea di quanto possa essere elettrizzante una buona umiliazione e mi sono sentito stranamente orgoglioso di essere "diverso", allo stesso modo in cui mi sarei sentito, anni dopo, in un gruppo di giovani uomini come l'unico disposto a essere il " cum secchio" a una festa della confraternita... ho notato il mio amico Steve, uno dei miei compagni di pranzo, un ragazzo asiatico con un folto cespuglio di peli pubici neri e un cazzo lungo e sottile, alla fine della linea che riceveva un'erezione mentre guardava il mio umiliazione. Questo mi ha reso più audace e duro e quando l'allenatore ha visto che non mi rendeva morbido, ha detto a tutti di tornare in piscina.

L'allenatore non ha più fischiato quel semestre. Non mi ha mai detto una parola e mi ha dato una A nella sezione. Alcuni dei ragazzi mi hanno dato merda, ma ero un buon atleta e studente e da allora non ne ho mai sentito parlare. Penso che fossero felici che non fossero loro... Ogni tanto mi battevo al ricordo di quel giorno.

Quel semestre ho avuto le vere emozioni della mia stessa sessualità, in realtà, la bisessualità. Mi piace la forma e la forma del pene, amo quello che fa. Sono un po' esibizionista. Io e il mio amico Steve abbiamo fatto un paio di pigiama party. Non sapevamo come gli uomini si compiacessero a vicenda. Non c'era internet. È stato il primo ragazzo/uomo a cui mi sono inginocchiato davanti (ancora una mia posizione preferita!) e gli ho baciato e leccato il bel cazzo e le palle, accarezzandolo. Ci siamo battuti uno di fronte all'altro e ho assaggiato un po' del suo sperma, acquisendo un gusto per lo sperma di altri uomini che mi piace ancora. Mi godo il cazzo di un uomo nella mia bocca e nel mio culo. Non ho mai avuto Steve completamente, anche se continuo a masturbarmi anche con lui.

Da allora ho nuotato in molte piscine pubbliche e mi sono cambiata in molti spogliatoi. Mi sono inginocchiato davanti ad alcuni uomini asiatici anonimi e ho succhiato i loro cazzi, anche davanti ad altri uomini, ripensando al mio primo anno e alla mia "umiliazione". Di solito mi fermo a un pompino, ma ci sono state volte...

Frank Mills scrive storie vere della sua vita e della vita di amici per persone reali. Non presentano modelle e pornostar. Nomi e dettagli vengono cambiati per proteggere gli innocenti.

Storie simili

Fuori Limiti Compagno di Stanza Pt. 3

Vista. Il calzino rosa, che mi premeva quasi sugli occhi. Era buio, ma dopo questo pomeriggio, sapevo fin troppo bene che c'erano impronte sporche di dita dei piedi e suole in una leggera sfumatura di marrone. Tocco. L'arco della suola di Shiann, che mi tocca il naso. Le dita dei piedi contro la mia fronte, dimenando leggermente. Il tallone, che mi sbatteva il mento un paio di volte mentre si spostava leggermente verso di me lungo il divano. La sensazione di un tessuto leggermente consumato, qualche brandello di cotone che si era staccato dall'intreccio di cotone a maglia fitta dei suoi...

952 I più visti

Likes 0

Cintura della Bibbia - Parte 3 (FINALE)

Vado in un campo cristiano, annunciò Anne a colazione un giorno, circa due settimane dopo. Le nostre visite notturne erano ancora in corso, ma più a lungo continuavamo, più ero risoluto che doveva cessare. Ho risposto a mia sorella quasi soffocando con i miei Cheerios, ma sono riuscito a coprirlo con un colpo di tosse. Se fossi stato davvero il bravo ragazzo che volevo essere, il mio pensiero iniziale sarebbe stato preoccuparsi di come sarebbe sopravvissuta senza accesso alla sua dipendenza, ma onestamente, la mia prima preoccupazione era come avrei fatto a sopravvivere senza sesso per una settimana . I miei...

884 I più visti

Likes 0

Il dominio finanziario di Steven Miller

Capitolo 1: Riparazioni Per la maggior parte dei bianchi, la loro risposta istintiva e condizionata alla semplice menzione della parola riparazione è gridare: La mia famiglia non ha mai avuto schiavi. Non pago alcun risarcimento! Voi neri dovete semplicemente superarla, la schiavitù era nel passato, lasciate perdere, per l'amor di Dio. Per Werner Steven Miller, Steven per molti, le sue percezioni erano completamente opposte. Steven aveva un desiderio radicato e irresistibile di pagare per i peccati del suo ipotetico padre; desiderava essere il cattivo animale domestico di una sadica dea d'ebano che lo avrebbe sottoposto alle sue richieste erotiche. Dato che...

766 I più visti

Likes 0

Una storia per donne

Prima di iniziare... Facciamo un patto. Se ami la mia storia, aggiungi SnapC. Desidero incontrare persone di mentalità aperta e amo condividere e ricevere foto. Affare? Utente: Kazaragh Le mie fantasie e desideri sono infiniti, tutti abbiamo voglie e feticci. Il piacere è la cosa più naturale che noi umani possiamo desiderare, e desiderare è umano. Lascia che la mia scrittura si imprima nella tua mente, prenditi il ​​tuo tempo per immaginarla e per gli anni a venire ricordala. Vi scrivo con il desiderio di condurvi in ​​un viaggio della mente tentando di prendere la lussuria dentro di me e mettendola...

748 I più visti

Likes 0

Dormitorio 1 di GF

Questa è la storia di Teagan, la mia ragazza ai tempi dell'università e della sua coinquilina, Sarah. Teagan è di origine asiatica che le ha concesso una corporatura snella e minuta, occhi nocciola, lunghi capelli scuri e pelle naturalmente abbronzata. È benedetta con coppe B sode, pancia piatta e glutei magri e formosi: va in palestra per fare squat abbastanza frequentemente. E per finire, è molto carina con un dolce sorriso. Essendo un'introversa, è molto gentile e timida. Solo dopo un anno di uscite insieme, abbiamo finalmente fatto sesso: sono stato il suo primo partner sessuale. All'inizio era timida, ma era...

664 I più visti

Likes 0

Paghi uno prendi due

Michael ha deciso di prendersi una notte libera dal suo lavoro di scorta, poiché una serata fuori in città era proprio ciò di cui aveva bisogno per ricaricare le batterie dopo una settimana davvero frenetica. Il molo 22 era un vecchio magazzino ristrutturato in una discoteca di recente apertura situata sulle rive del canale navale di Manchester. Era vicino al centro del paese ma abbastanza lontano da non arrecare disturbo a nessuno dei quartieri vicini. Dotato di un ristorante sul tetto che si affaccia sulle brughiere del Lancashire/Yorkshire, di un casinò con una cocktail lounge e di una delle sale da...

800 I più visti

Likes 0

Apparecchiare la prima tavola

Apparecchiare la prima tavola Darien Kingford sollevò la maniglia del telefono, premendo il pulsante lampeggiante della sua linea privata. L'ID chiamante mostrava un numero che non riconosceva. “Sì, ciao,” disse, quasi con un morso nella voce. «Salve, signor Kingford», salutò una ragazza. Bello parlare con te. Spero ti ricordi di me? Sono la ragazza il cui papà mi ha affittato a te tre settimane fa, e ti ho succhiato il cazzo e ingoiato tutto il tuo sperma. Hai detto che volevi stare di nuovo con me, quindi eccomi qui. Come sei stato? Di che diavolo stai parlando? “Vuoi che ti mandi...

576 I più visti

Likes 0

HOBO - Capitolo 15

CAPITOLO QUINDICI Iniziammo l'anno successivo ancora più frenetico del precedente. Il ristorante era decollato molto più velocemente del previsto e Michelle lavorava dalle dodici alle quattordici ore al giorno. Aveva assunto Eddie Sampson come manager che la teneva libera di occuparsi della cucina. Aveva anche assunto un altro cuoco e un'altra cameriera. Entro giugno quasi tutte le sere dovresti aspettare un tavolo tra i trenta ei quarantacinque minuti. Michelle sarebbe tornata a casa fino a dopo mezzanotte quasi tutti i giorni. Il primo luglio di quell'anno, ero seduto sul divano a guardare la televisione in attesa che Michelle tornasse a casa...

284 I più visti

Likes 0

Il padrone vuole, il padrone ottiene

Ero in piedi nel mio soggiorno, con indosso i vestiti che mi aveva mandato, calzini neri al ginocchio, perizoma nero, reggiseno nero e un vestito corto trasparente gettato, adorava vedere cosa sarebbe stato presto suo. Il mio Maestro sarebbe tornato in meno di dieci minuti. Dopo l'ultima ora di sms, mi aveva detto che stasera ci sarei stato dentro Ho aperto la porta e lui è entrato e si è voltato verso di me mentre chiudevo la porta, quando mi sono girato la sua mano è andata dritta ai miei capelli, afferrandone un grosso pezzo, mi ha tirato indietro il collo...

13 I più visti

Likes 0

Tesoro parte 3

In questa parte ho cambiato il mio stile di contorcersi. PS Mi piacerebbe sapere chi è la tua ragazza preferita, quindi per favore commenta. 'bussare' 'bussare' 'bussare' John si svegliò di soprassalto, dimenticando per un istante dov'era. Poi l'ha sentito di nuovo. 'Knock' 'Knock' 'Knock' ma questa volta è stato accompagnato da una voce dolce e salata, “servizio in camera”. Era Rosa. John si tolse le coperte dalla testa in tempo per vederla aprire il suo vestito da cameriera con un vassoio di pancake e sciroppo. Vedendo che John era alzato, Rose fece uno dei suoi allettanti sorrisi e si diresse...

893 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.