Tesoro parte 3

2.4KReport
Tesoro parte 3

In questa parte ho cambiato il mio stile di contorcersi.
PS Mi piacerebbe sapere chi è la tua ragazza preferita, quindi per favore commenta.
'bussare' 'bussare' 'bussare'
John si svegliò di soprassalto, dimenticando per un istante dov'era. Poi l'ha sentito di nuovo. 'Knock' 'Knock' 'Knock' ma questa volta è stato accompagnato da una voce dolce e salata, “servizio in camera”. Era Rosa. John si tolse le coperte dalla testa in tempo per vederla aprire il suo vestito da cameriera con un vassoio di pancake e sciroppo.
Vedendo che John era alzato, Rose fece uno dei suoi allettanti sorrisi e si diresse verso il letto. Camminava con i fianchi che ondeggiavano come un pendolo. John poteva già sentirsi duro sotto le coperte. Come se leggesse nella mente di John, Rose fece una piroetta facendo scivolare il vassoio sul tavolino e allo stesso tempo togliendo le coperte dal corpo nudo di John, esponendo la sua carne dura.
Rose era in piedi con le mani sui fianchi e quel sorriso sul viso che sembrava soddisfatta del suo lavoro. John era scioccato dalla velocità con cui Rose si muoveva. Lo guardò e strizzò l'occhio "ora non puoi mangiare così". Poi si voltò e si sedette sul lato del letto e afferrò lo sciroppo del vassoio. Si tirò i lunghi capelli sulla spalla, spostando il berretto e lasciando che le sue lunghe orecchie a punta nera spuntassero fuori.
John chiuse gli occhi e appoggiò la testa all'indietro mentre sentiva che Rose giaceva sul suo stomaco, poi le sue labbra che sfioravano la parte superiore del suo cazzo, la testa lungo l'asta fino alla base. John sentì il peso della testa di Rose sul suo addome, e poi lo sciroppo caldo ricoprì la sua carne pulsante. Rose ha succhiato e leccato ogni parte del suo membro. La sua lingua si avvolse tutto intorno, leccando dal suo cazzo sul sacco.
John sobbalza quando sente Rose che gli mordicchia lo scroto. Tornò alla punta e si fermò. John aprì gli occhi per vedere perché si era fermata. Aveva la testa sulla sua gamba e il suo cazzo le copriva gli occhi. Aveva ancora quel sorriso. John non ce la faceva più "perché ti sei fermato?" Il sorriso di Rose si allargò ancora di più rivelando due canini affilati e mentre parlava lasciò che le sue labbra voluttuose si curvassero intorno a ogni parola "Tesoro, voglio che tu mi implori"
La testa di John era annebbiata dal piacere e non riusciva a rivivere la sua bocca delle parole che voleva dire così disperatamente. Sentì la sua mano scivolare sotto la sua gamba e afferrargli il testicolo e stringergli. Il dolore schiarì la testa di John e riuscì a sussurrare "Voglio venire". Con il sarcasmo spesso nella sua voce ha detto "vuoi canticchiare?" poi John sentì la sua presa stringersi e quasi gridò "VOGLIO CUM!!!" Rose sollevò la testa dalla sua gamba e gli chiese "come vuoi venire?" John non ce la faceva più e sbottò "Voglio scoparti la fica!!" improvvisamente Rose sembrò seriosa e disse "il tuo desiderio è il mio comando".
Sentì il suo cazzo duro immergersi nella caverna umida e bruciante della bocca di Rose e gli sembrò che si stesse sciogliendo dal piacere. Mentre lei consumava la sua carne calda fino in fondo in modo che lui si curvasse giù per la sua gola. John sentì la sua lingua giocare con l'occhio della sua ghiandola mentre si allontanava e mentre scendeva John spinse i fianchi per incontrarla. Ogni secondo riusciva a sentirsi più vicino all'orgasmo, la velocità aumentava e la presa di lei sulle sue palle si stringeva.
Lo ha tenuto ai margini di Cumming per così tanto tempo che sembrava che stesse per morire. Lui iniziò a pre-orgasmo e si alzò tirando via e afferrò il suo cazzo con la sua mano coperta di sciroppo masturbandolo violentemente mentre lei gli strizzava le palle. Il cazzo di John è esploso per il dolore e il piacere, facendo volare corde di sperma sul viso di Rose.
John rimase sdraiato per quelle che sembravano ore ansimanti. Quando apre gli occhi era Rose sdraiata sul suo stomaco che tracciava dei cerchi intorno al suo ombelico con la sborra attaccata sul viso e sui capelli ma ancora sorridente. "Scusa per esserti venuta tra i capelli." John riuscì. Rose si sedette e con un dito indice si asciugò lo sperma dal viso e se lo infilò in bocca dicendo "non è un problema".
'bussare' 'bussare' 'bussare'
Sia Rose che John si voltarono proprio mentre la porta si apriva e Cassie infilò la testa e suonò "buongiorno tesoro". Il suo viso si voltò in un cipiglio quando li vide, gli occhi verdi fiammeggianti e in un tono carino e arrabbiato disse "Rose non è giusto che tu abbia detto che avremmo tirato a sorte per chi l'ha preso dopo". Rose balzò in piedi e gettò la mano in aria e disse sulla difensiva "Hay, tu l'hai preso per primo, e calamari lo ha preso per secondo. Ho pensato che avrei potuto avere il prossimo assaggio, e per la cronaca non abbiamo fatto sesso è stato un duro lavoro.
Cassie incrociò il braccio e distolse lo sguardo mentre Rose entrava nel corridoio dicendo "sono tutti tuoi". John non era sicuro di cosa fare. Stava per chiedere scusa quando Cassie lo guardò e sorrise. Si voltò verso il bagno e tornò con un panno caldo. Si sedette sul letto accanto e, tamponando bene i suoi genitali appiccicosi, disse "Non sono arrabbiata con te, stavo solo prendendo l'occasione per prendermela con lei tanto per cambiare."
Il panno si sentiva bene sulle palle doloranti di John e si ricordò che aveva fame e le frittelle. Afferrò il piatto e cominciò a mangiare con nuovo vigore. Aveva quasi finito quando Cassie gli tirò su le coperte. Poi John ricordò una domanda "Hay Cassie, perché ti riferisci a me come più di una persona ogni tanto?"
Cassie arrossì nell'adorabile motivo per cui lo fece, poi rispose "beh, è ​​uno scherzo interno, ci riferiamo a te e alla tua um ah virilità separatamente". John non poté fare a meno di ridacchiare. Sembrava imbarazzata e ci pensò piena, poi chiese "perché ha indicato Mai come calamari?"
"È perché è in parte un calamaro lucciola."
Cassie ha inclinato la testa e si è messa un dito sul mento e ha detto "questo spiega perché dorme in una vasca da bagno piena". Poi si è girata e ha lasciato la stanza lasciando John sorridente "dorme in una vasca da bagno piena".
Una volta che ebbe finito di meditare, John decise di fare una doccia. Decise di fare una nuotata dopo le parole, così prese i suoi pantaloncini e si diresse verso il corridoio solo in mutande. Quando John apre la porta non è stato sorpreso di trovare un bagno già fatto per lui. L'acqua sapeva di vaniglia e prima di scivolare dentro si assicurò che nessuno lo stesse aspettando.
Quando John finì di rilassarsi e di lavare i piatti, scoprì che le sue palle si sentivano molto meglio e che i suoi pantaloncini non erano dove li aveva lasciati, invece c'erano un paio di Speedos con la patta. Si adattavano strettamente e sembrava che i suoi genitali potessero fare un'apparizione a sorpresa, ma lì dove tutto aveva.
Quando John entra nella piscina olimpionica ha visto che non era l'unico lì. Cassie era seduta su una sedia a sdraio in un modo un po' strano, leggendo una rivista in un pezzo unico azzurro. Mentre si avvicinava una delle sue orecchie da gatto si sintonizzava nella sua direzione e senza guardarlo lei sorrise. Poi John colpì, lei aveva interrotto lui e Rose proprio al momento giusto. Mentre si sedeva accanto a lei, le chiese "quanto tempo hai ascoltato fuori dalla mia stanza stamattina?"
Cassie sorrise e disse in tono beffardo "'Voglio fotterti la fica'. È il meglio che sei riuscito a tirar fuori?" John ridacchiò e si sdraiò di cambiare argomento "quindi Cassie stai nuotando anche tu oggi" Cassie posò la rivista e si girò verso di lui leccandosi le labbra e arrossendo "Sono in parte gatto, quindi l'unico posto in cui mi piace bagnarti è qui" aveva la gamba sollevata e la coda che faceva scorrere il panno sulla sua dolce figa.
John poteva sentire che si sentiva venire duro per la seconda volta quel giorno, e poi sentì una voce acuta e familiare "che era meglio di un boccone, ma era un po' forzato e un po' provato". Mai stava appoggiando la testa da un lato e sembrava innocente. Dopo averla vista, il viso di porcellana di Cassie è diventato immediatamente rosso come una barbabietola e ha tirato su le gambe coprendosi bene l'area pubica gridando "Mai da quanto tempo sei qui?!"
Mai sembrò pensierosa per un momento "più a lungo di te". Allora potevi vedere che qualcosa l'aveva colpita". Oh Oh Oh, avresti dovuto sentire Cassie prima che emette i suoni più carini quando gioca con se stessa, è adorabile”. Cassie sembrò inorridita quando Mai scivolò fuori dalla piscina con la grazia di una goccia d'acqua su una lastra di vetro. Indossava un costume da bagno monokini succino che completava i suoi fianchi sinuosi mentre si avvicinava a lei.
Afferrò le mani di Cassie e se le strusciò sopra la testa e con l'altra se la fece scivolare sotto il costume da bagno. Cassie ha lottato, ma Mai era troppo forte. Mai rise "smettila di muoverti, so che ti piace, sento che ti stai bagnando". Poi Cassie si è bloccata e Mai si è avvicinata e ha detto "Penso di aver trovato la figa della figa". Mai l'ha penetrata con il dito. Cassie ululò di estasi.
“Wow Cassie sei così stretta. Come l'hai fatto entrare lì dentro?" Mai la stava toccando vigorosamente e si stava chiaramente divertendo.
Cassie gemette "John aiuto!" John è stato riportato alla realtà e si è reso conto che era completamente eretto ed era fuori dal volo. Ebbe una grande idea e saltò fuori dalla sedia e si posizionò dietro Mai. John le mise le mani sui fianchi e scostò l'orlo del bikini. Era in posizioni perfette per penetrarla. Proprio mentre iniziava a spingere Cassie si contorse e fece perdere l'equilibrio a Mai.
John si sentì colpito e iniziò a penetrare. Mai ansimò e cadde in avanti; rotolò via da Cassie tenendole il culo enorme e continuò a rotolare in piscina.
Cassie sembrava totalmente sorpresa e senza parole. John sbalordito balbettò: "Cosa è successo?" ancora sorpresa, Cassie ha detto "Penso che il buco sia sbagliato". Si guardarono l'un l'altro e iniziarono a ridere. Laggiù le risate hanno sentito "smettila che fa davvero male non faccio mai l'anale". La riportarono a tuffarsi sott'acqua.
Cassie guardò bene John tirando il panno bagnato dalla sua dolce figa "vuoi continuare?" non poteva fare a meno di sorridere "diavolo yah!" si girò e si inchinò presentando la sua figa fradicia. John ha puntato il suo cazzo ed è penetrato fino alla base alla prima spinta. Sembrava che si stesse sciogliendo in lei, in qualche modo era ancora più stretta della prima volta che avevano scopato.
Cassie sentì la sua fica elastica riempirsi al massimo ed esplodere di piacere mentre lui si spingeva verso di lei colpendo la sua parte più profonda. I brividi la percorsero mentre faceva scivolare le mani sotto il suo costume da bagno e le pizzicava i capezzoli duri e sensibili. Riusciva a sentirsi avvicinarsi all'orgasmo mentre le palle di John schiaffeggiavano il suo clitoride gonfio esposto. La sua testa è diventata vuota, mentre la sua figa è stata distrutta ha alzato la coda e ha accarezzato le sue palle piene di sperma che hanno solo fatto andare più veloce e più forte. Sentì un'onda passare attraverso di lei come se avesse avuto un orgasmo.
Le sue gambe caddero da sotto di lei e persero completamente il controllo del suo corpo. Era sdraiata sulla sedia della piscina in completa estasi. Era al limite, ma John non si fermava. Poteva sentire ogni suono con le sue orecchie di gatto, il suono del suo respiro, lo schiaffo delle sue palle sul suo monticello e lo squish del suo cazzo che entrava e usciva da lei, tutto chiaro come sempre. Non riusciva a credere all'energia che aveva. Era come se avesse perso il conto per sempre e molte volte è venuta.
Dopo quelle che sembravano ore, ha sentito il respiro corto che significava che sarebbe venuto. L'ha sbattuta un altro paio di volte e poi si è gonfiato dentro di lei e ha sborrato dentro, carico dopo carico. La sua mente era completamente vuota, tutto ciò di cui era consapevole era che John si allontanava e cadeva sulla sedia accanto a lei e una voce "ora che sembrava divertente Darling".

Storie simili

House Girl X - Mongolia

Alle 9 del mattino, ora locale, io e Rick Cheney eravamo in volo, volando verso nord da Negombo, Sri Lanka, a Ordos, Mongolia Interna, Cina. Il nostro aereo era più pesante di due passeggeri, una mora inglese di alabastro con un passato danneggiato e una focosa ragazza irlandese con capelli rosso fuoco e una passione da eguagliare. Dopo aver raggiunto l'altitudine, il mio prototipo di aereo aveva adattato la sua aerodinamica alla sua configurazione ultra-elegante per la velocità. Una rotta diretta verso la nostra destinazione richiederebbe solo un paio d'ore di volo, ma non potremmo rischiare di essere scoperti volando a...

1.1K I più visti

Likes 0

Il Bar 3

Questo posto ti stava facendo impazzire. Ti girava la testa. Stai bene? Mio Dio quella voce. Uno dei motivi principali per cui ti girava la testa. Questa donna. Il barista. La guardi profondamente negli occhi. Perso in una mente piena di pensieri sporchi. Il suo sguardo non lasciava mai il tuo e per i brevi secondi prima che tu parlassi, sembravano ore. “Sto bene,” dissi severamente. Si è avvicinata a te. Puoi fermarti in qualsiasi momento, disse Mila. Le sue morbide labbra a pochi centimetri dalle tue. Perché stava facendo questo? Doveva sapere che ti stava facendo impazzire. Le scosti una...

811 I più visti

Likes 0

Vile - Capitolo 1 - Il mucchio

La calda spalmatura di nettare sanguigno sulla tua pelle di porcellana ringiovanirà il vuoto dell'oscurità all'interno del quale la tua anima dovrebbe ma non risiede, perché se il vuoto dello spirito è privo di tutto tranne il gelo amaro del nulla che sfida irascibilmente i propri desideri dovrebbe essere gettato da parte e riempito fino all'orlo dal sangue appena travasato.A te lascerò la servitù non del mio legittimo governo, ma al loro stesso lascito di eterna lealtà al trono d'avorio della Guglia Bianca su cui il Signore ti parla ora; i tuoi non servono al trono se dovessi appassire fino a...

749 I più visti

Likes 0

Una ragazza impara la lezione

Tornando faticosamente verso le stalle, Katy si chiese se questo lavoro valesse davvero tutta la fatica. Aveva fatto una lunga passeggiata e ora cominciava a piovere. Si sarebbe inzuppata nell'ultimo miglio. Tirò il guinzaglio del cane e iniziò a correre verso la fattoria e il rifugio. Lavorava al maneggio ormai da sei settimane e le vacanze estive erano quasi finite. Questo è stato l'inizio della sua settimana scorsa. Il lavoro non era molto ben pagato, ma poi la signora Johnson, la proprietaria della scuola di equitazione, permise a Katy di stallare lì il suo cavallo gratuitamente e lei poté cavalcare tutti...

495 I più visti

Likes 0

Melina della WWE

Era la mattina di mercoledì 28 dicembre mentre mi dirigevo verso gli uffici della WWE a Stamford alle 8:30. Due notti fa ho passato la notte con Trish Stratus, poi ieri sera ho passato la notte con l'ex diva Debra Marshall, anche se alla fine ero di umore acido perché ho scoperto che aveva cospirato con Stephanie per incasinarmi la testa. Abbiamo fatto sesso nella limousine, poi me ne sono andato verso le 22:00 e, per quanto ne sapevo, lei sarebbe tornata in Texas per fare qualunque cosa avesse fatto lì. Il sesso era fantastico, forse il migliore della mia vita...

540 I più visti

Likes 0

Silenzioso e senza fiato

Silenzioso e senza fiato È la casa di Tammy. Sta dando una festa. Quando arrivo lì, posso dire che è un po' alticcia... più rumorosa del solito. Ricevo il saluto regolare. Quando mi vede salta su e mi abbraccia con le gambe. Mi dice che le manca la mia faccia stupida poi mi offre da bere. Il resto della sua piccola squadra di Blow Out è lì. Sage e anche un paio di altri ballerini. So che è casa sua, ma non so come la paga. Davvero carino, troppo carino per uno della nostra età. Faccio il giro della casa, la...

579 I più visti

Likes 0

Paghi uno prendi due

Michael ha deciso di prendersi una notte libera dal suo lavoro di scorta, poiché una serata fuori in città era proprio ciò di cui aveva bisogno per ricaricare le batterie dopo una settimana davvero frenetica. Il molo 22 era un vecchio magazzino ristrutturato in una discoteca di recente apertura situata sulle rive del canale navale di Manchester. Era vicino al centro del paese ma abbastanza lontano da non arrecare disturbo a nessuno dei quartieri vicini. Dotato di un ristorante sul tetto che si affaccia sulle brughiere del Lancashire/Yorkshire, di un casinò con una cocktail lounge e di una delle sale da...

2.4K I più visti

Likes 0

Gokkun Bazooka

Barbara fece i gargarismi con i sei carichi di succo di noci salato e amaro caldo e ingoiò. Il signor Johnny numero sette si è fatto avanti e ha scaricato uno schizzo che ha colpito il palato di Barbara con un tonfo udibile. Il nome del ragazzo non era proprio Mr. Johnny numero sette, ovviamente. Barbara non conosceva il suo nome. Era un ragazzo in sovrappeso con capelli castano rossiccio, forse 35 o 40 anni e aveva un pene di 3 pollici. Barbara non l'aveva mai incontrato e non l'avrebbe mai fatto. Era il tipo di ragazzo che non avrebbe guardato...

1.5K I più visti

Likes 0

Piano vizioso

Il piano vizioso- FF7 limone di MISTER BIG T Questa storia accade dopo che il buon limone è stato posato. Vi avverto ragazzi! Se provate a fare qualsiasi cosa, qualsiasi cosa vi rompo le palle! Tifa urlò ai soldati che la circondavano. Aveva un po' di sudore sulla fronte ed era spaventata da morire. Highwind MK II ha girato a destra, verso il nuovo quartier generale di Shinra. Quando il vento forte è atterrato, sono stati accolti da un piccolo esercito di Perfect Clouds. Tutto perfettamente operativo. -------------------------------------------------- -------------------------------------------------- ----------------- Al campo dei nostri eroi, Yuffie dormiva in tenda. Sognava Cloud...

1.2K I più visti

Likes 0

Essere la troia del signor Miller - Parte 3

L'autunno sarebbe arrivato presto. Mi sono reso conto che era passato quasi un anno da quando il signor Miller mi aveva violentata nel suo campo di grano e mi aveva trasformata nella sua troia del cazzo personale. In quel periodo, alla fine ero cresciuto ma solo di un centimetro, ora ero 4'9 nemmeno un metro e mezzo. I miei capelli castani mi ricadevano sulla schiena ora lunghi e folti, e le mie tette avevano finalmente superato la mia coppa B e indossavo un reggiseno 32C a soli quattordici anni. Avevo sentito mia madre dire, quando pensava che non potessi sentire, che...

879 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.