Tesoro parte 3

1.1KReport
Tesoro parte 3

In questa parte ho cambiato il mio stile di contorcersi.
PS Mi piacerebbe sapere chi è la tua ragazza preferita, quindi per favore commenta.
'bussare' 'bussare' 'bussare'
John si svegliò di soprassalto, dimenticando per un istante dov'era. Poi l'ha sentito di nuovo. 'Knock' 'Knock' 'Knock' ma questa volta è stato accompagnato da una voce dolce e salata, “servizio in camera”. Era Rosa. John si tolse le coperte dalla testa in tempo per vederla aprire il suo vestito da cameriera con un vassoio di pancake e sciroppo.
Vedendo che John era alzato, Rose fece uno dei suoi allettanti sorrisi e si diresse verso il letto. Camminava con i fianchi che ondeggiavano come un pendolo. John poteva già sentirsi duro sotto le coperte. Come se leggesse nella mente di John, Rose fece una piroetta facendo scivolare il vassoio sul tavolino e allo stesso tempo togliendo le coperte dal corpo nudo di John, esponendo la sua carne dura.
Rose era in piedi con le mani sui fianchi e quel sorriso sul viso che sembrava soddisfatta del suo lavoro. John era scioccato dalla velocità con cui Rose si muoveva. Lo guardò e strizzò l'occhio "ora non puoi mangiare così". Poi si voltò e si sedette sul lato del letto e afferrò lo sciroppo del vassoio. Si tirò i lunghi capelli sulla spalla, spostando il berretto e lasciando che le sue lunghe orecchie a punta nera spuntassero fuori.
John chiuse gli occhi e appoggiò la testa all'indietro mentre sentiva che Rose giaceva sul suo stomaco, poi le sue labbra che sfioravano la parte superiore del suo cazzo, la testa lungo l'asta fino alla base. John sentì il peso della testa di Rose sul suo addome, e poi lo sciroppo caldo ricoprì la sua carne pulsante. Rose ha succhiato e leccato ogni parte del suo membro. La sua lingua si avvolse tutto intorno, leccando dal suo cazzo sul sacco.
John sobbalza quando sente Rose che gli mordicchia lo scroto. Tornò alla punta e si fermò. John aprì gli occhi per vedere perché si era fermata. Aveva la testa sulla sua gamba e il suo cazzo le copriva gli occhi. Aveva ancora quel sorriso. John non ce la faceva più "perché ti sei fermato?" Il sorriso di Rose si allargò ancora di più rivelando due canini affilati e mentre parlava lasciò che le sue labbra voluttuose si curvassero intorno a ogni parola "Tesoro, voglio che tu mi implori"
La testa di John era annebbiata dal piacere e non riusciva a rivivere la sua bocca delle parole che voleva dire così disperatamente. Sentì la sua mano scivolare sotto la sua gamba e afferrargli il testicolo e stringergli. Il dolore schiarì la testa di John e riuscì a sussurrare "Voglio venire". Con il sarcasmo spesso nella sua voce ha detto "vuoi canticchiare?" poi John sentì la sua presa stringersi e quasi gridò "VOGLIO CUM!!!" Rose sollevò la testa dalla sua gamba e gli chiese "come vuoi venire?" John non ce la faceva più e sbottò "Voglio scoparti la fica!!" improvvisamente Rose sembrò seriosa e disse "il tuo desiderio è il mio comando".
Sentì il suo cazzo duro immergersi nella caverna umida e bruciante della bocca di Rose e gli sembrò che si stesse sciogliendo dal piacere. Mentre lei consumava la sua carne calda fino in fondo in modo che lui si curvasse giù per la sua gola. John sentì la sua lingua giocare con l'occhio della sua ghiandola mentre si allontanava e mentre scendeva John spinse i fianchi per incontrarla. Ogni secondo riusciva a sentirsi più vicino all'orgasmo, la velocità aumentava e la presa di lei sulle sue palle si stringeva.
Lo ha tenuto ai margini di Cumming per così tanto tempo che sembrava che stesse per morire. Lui iniziò a pre-orgasmo e si alzò tirando via e afferrò il suo cazzo con la sua mano coperta di sciroppo masturbandolo violentemente mentre lei gli strizzava le palle. Il cazzo di John è esploso per il dolore e il piacere, facendo volare corde di sperma sul viso di Rose.
John rimase sdraiato per quelle che sembravano ore ansimanti. Quando apre gli occhi era Rose sdraiata sul suo stomaco che tracciava dei cerchi intorno al suo ombelico con la sborra attaccata sul viso e sui capelli ma ancora sorridente. "Scusa per esserti venuta tra i capelli." John riuscì. Rose si sedette e con un dito indice si asciugò lo sperma dal viso e se lo infilò in bocca dicendo "non è un problema".
'bussare' 'bussare' 'bussare'
Sia Rose che John si voltarono proprio mentre la porta si apriva e Cassie infilò la testa e suonò "buongiorno tesoro". Il suo viso si voltò in un cipiglio quando li vide, gli occhi verdi fiammeggianti e in un tono carino e arrabbiato disse "Rose non è giusto che tu abbia detto che avremmo tirato a sorte per chi l'ha preso dopo". Rose balzò in piedi e gettò la mano in aria e disse sulla difensiva "Hay, tu l'hai preso per primo, e calamari lo ha preso per secondo. Ho pensato che avrei potuto avere il prossimo assaggio, e per la cronaca non abbiamo fatto sesso è stato un duro lavoro.
Cassie incrociò il braccio e distolse lo sguardo mentre Rose entrava nel corridoio dicendo "sono tutti tuoi". John non era sicuro di cosa fare. Stava per chiedere scusa quando Cassie lo guardò e sorrise. Si voltò verso il bagno e tornò con un panno caldo. Si sedette sul letto accanto e, tamponando bene i suoi genitali appiccicosi, disse "Non sono arrabbiata con te, stavo solo prendendo l'occasione per prendermela con lei tanto per cambiare."
Il panno si sentiva bene sulle palle doloranti di John e si ricordò che aveva fame e le frittelle. Afferrò il piatto e cominciò a mangiare con nuovo vigore. Aveva quasi finito quando Cassie gli tirò su le coperte. Poi John ricordò una domanda "Hay Cassie, perché ti riferisci a me come più di una persona ogni tanto?"
Cassie arrossì nell'adorabile motivo per cui lo fece, poi rispose "beh, è ​​uno scherzo interno, ci riferiamo a te e alla tua um ah virilità separatamente". John non poté fare a meno di ridacchiare. Sembrava imbarazzata e ci pensò piena, poi chiese "perché ha indicato Mai come calamari?"
"È perché è in parte un calamaro lucciola."
Cassie ha inclinato la testa e si è messa un dito sul mento e ha detto "questo spiega perché dorme in una vasca da bagno piena". Poi si è girata e ha lasciato la stanza lasciando John sorridente "dorme in una vasca da bagno piena".
Una volta che ebbe finito di meditare, John decise di fare una doccia. Decise di fare una nuotata dopo le parole, così prese i suoi pantaloncini e si diresse verso il corridoio solo in mutande. Quando John apre la porta non è stato sorpreso di trovare un bagno già fatto per lui. L'acqua sapeva di vaniglia e prima di scivolare dentro si assicurò che nessuno lo stesse aspettando.
Quando John finì di rilassarsi e di lavare i piatti, scoprì che le sue palle si sentivano molto meglio e che i suoi pantaloncini non erano dove li aveva lasciati, invece c'erano un paio di Speedos con la patta. Si adattavano strettamente e sembrava che i suoi genitali potessero fare un'apparizione a sorpresa, ma lì dove tutto aveva.
Quando John entra nella piscina olimpionica ha visto che non era l'unico lì. Cassie era seduta su una sedia a sdraio in un modo un po' strano, leggendo una rivista in un pezzo unico azzurro. Mentre si avvicinava una delle sue orecchie da gatto si sintonizzava nella sua direzione e senza guardarlo lei sorrise. Poi John colpì, lei aveva interrotto lui e Rose proprio al momento giusto. Mentre si sedeva accanto a lei, le chiese "quanto tempo hai ascoltato fuori dalla mia stanza stamattina?"
Cassie sorrise e disse in tono beffardo "'Voglio fotterti la fica'. È il meglio che sei riuscito a tirar fuori?" John ridacchiò e si sdraiò di cambiare argomento "quindi Cassie stai nuotando anche tu oggi" Cassie posò la rivista e si girò verso di lui leccandosi le labbra e arrossendo "Sono in parte gatto, quindi l'unico posto in cui mi piace bagnarti è qui" aveva la gamba sollevata e la coda che faceva scorrere il panno sulla sua dolce figa.
John poteva sentire che si sentiva venire duro per la seconda volta quel giorno, e poi sentì una voce acuta e familiare "che era meglio di un boccone, ma era un po' forzato e un po' provato". Mai stava appoggiando la testa da un lato e sembrava innocente. Dopo averla vista, il viso di porcellana di Cassie è diventato immediatamente rosso come una barbabietola e ha tirato su le gambe coprendosi bene l'area pubica gridando "Mai da quanto tempo sei qui?!"
Mai sembrò pensierosa per un momento "più a lungo di te". Allora potevi vedere che qualcosa l'aveva colpita". Oh Oh Oh, avresti dovuto sentire Cassie prima che emette i suoni più carini quando gioca con se stessa, è adorabile”. Cassie sembrò inorridita quando Mai scivolò fuori dalla piscina con la grazia di una goccia d'acqua su una lastra di vetro. Indossava un costume da bagno monokini succino che completava i suoi fianchi sinuosi mentre si avvicinava a lei.
Afferrò le mani di Cassie e se le strusciò sopra la testa e con l'altra se la fece scivolare sotto il costume da bagno. Cassie ha lottato, ma Mai era troppo forte. Mai rise "smettila di muoverti, so che ti piace, sento che ti stai bagnando". Poi Cassie si è bloccata e Mai si è avvicinata e ha detto "Penso di aver trovato la figa della figa". Mai l'ha penetrata con il dito. Cassie ululò di estasi.
“Wow Cassie sei così stretta. Come l'hai fatto entrare lì dentro?" Mai la stava toccando vigorosamente e si stava chiaramente divertendo.
Cassie gemette "John aiuto!" John è stato riportato alla realtà e si è reso conto che era completamente eretto ed era fuori dal volo. Ebbe una grande idea e saltò fuori dalla sedia e si posizionò dietro Mai. John le mise le mani sui fianchi e scostò l'orlo del bikini. Era in posizioni perfette per penetrarla. Proprio mentre iniziava a spingere Cassie si contorse e fece perdere l'equilibrio a Mai.
John si sentì colpito e iniziò a penetrare. Mai ansimò e cadde in avanti; rotolò via da Cassie tenendole il culo enorme e continuò a rotolare in piscina.
Cassie sembrava totalmente sorpresa e senza parole. John sbalordito balbettò: "Cosa è successo?" ancora sorpresa, Cassie ha detto "Penso che il buco sia sbagliato". Si guardarono l'un l'altro e iniziarono a ridere. Laggiù le risate hanno sentito "smettila che fa davvero male non faccio mai l'anale". La riportarono a tuffarsi sott'acqua.
Cassie guardò bene John tirando il panno bagnato dalla sua dolce figa "vuoi continuare?" non poteva fare a meno di sorridere "diavolo yah!" si girò e si inchinò presentando la sua figa fradicia. John ha puntato il suo cazzo ed è penetrato fino alla base alla prima spinta. Sembrava che si stesse sciogliendo in lei, in qualche modo era ancora più stretta della prima volta che avevano scopato.
Cassie sentì la sua fica elastica riempirsi al massimo ed esplodere di piacere mentre lui si spingeva verso di lei colpendo la sua parte più profonda. I brividi la percorsero mentre faceva scivolare le mani sotto il suo costume da bagno e le pizzicava i capezzoli duri e sensibili. Riusciva a sentirsi avvicinarsi all'orgasmo mentre le palle di John schiaffeggiavano il suo clitoride gonfio esposto. La sua testa è diventata vuota, mentre la sua figa è stata distrutta ha alzato la coda e ha accarezzato le sue palle piene di sperma che hanno solo fatto andare più veloce e più forte. Sentì un'onda passare attraverso di lei come se avesse avuto un orgasmo.
Le sue gambe caddero da sotto di lei e persero completamente il controllo del suo corpo. Era sdraiata sulla sedia della piscina in completa estasi. Era al limite, ma John non si fermava. Poteva sentire ogni suono con le sue orecchie di gatto, il suono del suo respiro, lo schiaffo delle sue palle sul suo monticello e lo squish del suo cazzo che entrava e usciva da lei, tutto chiaro come sempre. Non riusciva a credere all'energia che aveva. Era come se avesse perso il conto per sempre e molte volte è venuta.
Dopo quelle che sembravano ore, ha sentito il respiro corto che significava che sarebbe venuto. L'ha sbattuta un altro paio di volte e poi si è gonfiato dentro di lei e ha sborrato dentro, carico dopo carico. La sua mente era completamente vuota, tutto ciò di cui era consapevole era che John si allontanava e cadeva sulla sedia accanto a lei e una voce "ora che sembrava divertente Darling".

Storie simili

Lo Studio xxx

Arthur era il proprietario di 20 anni di uno studio porno, sua madre Sonia era attualmente a carponi leccando la figa della sua ragazza di 19 anni Betty Rogers, amava girare film lesbici ed era il suo più grande produttore di soldi. Anche Arthur aveva un segreto: era un maestro ipnotizzatore. Quindi sia sua madre Sonia che la sua ragazza Betty erano sotto il controllo mentale (suo). La mamma ora era un'esperta lecca fica, quando è stata ipnotizzata 3 mesi fa ha dovuto essere addestrata, da allora è apparsa in oltre 15 film lez, inclusa una coppia in cui recitava con...

1.1K I più visti

Likes 0

Il dominio finanziario di Steven Miller

Capitolo 1: Riparazioni Per la maggior parte dei bianchi, la loro risposta istintiva e condizionata alla semplice menzione della parola riparazione è gridare: La mia famiglia non ha mai avuto schiavi. Non pago alcun risarcimento! Voi neri dovete semplicemente superarla, la schiavitù era nel passato, lasciate perdere, per l'amor di Dio. Per Werner Steven Miller, Steven per molti, le sue percezioni erano completamente opposte. Steven aveva un desiderio radicato e irresistibile di pagare per i peccati del suo ipotetico padre; desiderava essere il cattivo animale domestico di una sadica dea d'ebano che lo avrebbe sottoposto alle sue richieste erotiche. Dato che...

940 I più visti

Likes 0

L'ascesa e la caduta di un ragazzo chiamato Rave parte 6

Affrontare la frustrazione sessuale Avevo 13 anni e mi odiavo ma non odiavo la mia vita. Avevo una ragazza che mi amava, la rispettata della mia banda, la paura dei miei nemici e più soldi di quanti ne avessi mai visti. Erano passati più di sei mesi da quando avevo conosciuto la vera fame, avevo un gruppo di amici che sarebbero andati al muro per me, avrei potuto fare sesso con una dozzina di ragazze diverse se avessi voluto, e non vivevo più nella paura i miei impulsi violenti potevo assecondare alcuni e ora potevo reprimere gli altri. Tutta questa nuova...

1.6K I più visti

Likes 0

Sabato pomeriggio_(0)

Come pretesto: questo è tutto vero al 100%. Nessun abbellimento, nessuna esagerazione e nessuna componente di fantasia. Era passato un po' di tempo dall'ultima volta che avevo visto Jim. Non parlavamo più come prima. Ci frequentavamo da adolescenti. Bevi qualche birra, mettiti a nudo. Per lo più esperimenti adolescenziali. Stavamo chattando online e all'improvviso mi ha detto Voglio venire a trovarti, è passato troppo tempo. Non ne ero sicuro, ma aveva ragione, era passato molto tempo. Aveva sempre avuto una certa presa su di me. Non posso spiegarlo. Ma da adolescente, aveva sempre amato venire su tutto il mio viso, pulirlo...

934 I più visti

Likes 0

Nel bene e nel male: la storia di Robert

La storia di Roberto Robert si svegliò quella mattina da una sensazione incredibile che non provava da molto tempo. Aprì gli occhi e guardò in basso per vedere sua moglie, Janet, che faceva scorrere lentamente la bocca su e giù per il suo cazzo. Alzò lo sguardo quando si svegliò e gli sorrise. Smise quello che stava facendo e si spostò sul suo corpo. Ha iniziato a baciarlo mentre si metteva a cavalcioni su di lui, allungandosi e guidando il suo cazzo dentro di lei. Una volta dentro, si è seduta e ha iniziato lentamente a cavalcare il cazzo di Robert...

906 I più visti

Likes 0

Una lezione per Liz

Capitolo 1 Sam e sua sorella minore Liz si sono incontrati per un caffè un pomeriggio di quest'estate. Sam e Liz non erano mai stati molto legati, soprattutto perché Sam aveva 11 anni in più di sua sorella minore Elizabeth o Liz, come le piaceva essere chiamata. Non si vedevano da un paio di mesi eppure vivevano nella stessa città. Sam era il tipo che ha lasciato che la sua carriera guidasse la sua vita e non si era mai sposato o si era sistemato davvero. Avrebbe avuto una ragazza occasionale, ma non ne è mai venuto fuori nulla e gli...

1.1K I più visti

Likes 0

Il preside, capitoli da 1 a 11

Capitolo 1. L'opportunità e la configurazione. Mia moglie ed io abbiamo deciso di uscire dalla corsia di sorpasso del mondo high tech. Abbiamo avuto l'opportunità di accettare i lavori che ci sono stati offerti da un amico che sapeva che eravamo un po' esausti. Era nel consiglio di una scuola privata che si occupava di bambini o giovani adulti che cercavano di mettere insieme le loro vite. Era per coloro che avevano preso la decisione difficile di provare a ottenere un diploma di scuola superiore dopo gli scontri con la legge. Era una specie di collegio per malviventi. Dal momento che...

1.4K I più visti

Likes 0

Paghi uno prendi due

Michael ha deciso di prendersi una notte libera dal suo lavoro di scorta, poiché una serata fuori in città era proprio ciò di cui aveva bisogno per ricaricare le batterie dopo una settimana davvero frenetica. Il molo 22 era un vecchio magazzino ristrutturato in una discoteca di recente apertura situata sulle rive del canale navale di Manchester. Era vicino al centro del paese ma abbastanza lontano da non arrecare disturbo a nessuno dei quartieri vicini. Dotato di un ristorante sul tetto che si affaccia sulle brughiere del Lancashire/Yorkshire, di un casinò con una cocktail lounge e di una delle sale da...

1.1K I più visti

Likes 0

ISTRUZIONE UNIVERSITARIA

Ho appena trovato questo sito l'altro giorno e finora lo adoro. Vorrei raccontarvi della mia prima volta con l'uomo sul sesso maschile, ma prima voglio parlarvi di me e di come sono arrivato al punto di fare sesso con un uomo. Sono un uomo di 53 anni divorziato da 30 anni. Vivo in una città che ha un college statale e possiedo un'azienda di autotrasporti. ma è successo tutto quando avevo 30 anni. Ero a Los Angeles a scaricare il mio camion e mentre lo scaricavano stavo pranzando dal carro del pranzo, dopo aver mangiato stavo buttando via la spazzatura e...

912 I più visti

Likes 0

James e Sarah in The Booth

Ha scansionato la stanza... Aveva passato le ultime due ore a fare proprio questo. Voleva essere sicuro di aver scelto la ragazza giusta e ora poteva vederla. Ironia della sorte, era la prima ragazza che vedeva mentre entrava nel club. Sorrise al pensiero del tempo perso. Era sbalorditiva. I suoi lunghi dreadlock biondi le cadevano lungo la schiena, oscurando parzialmente un tatuaggio splendidamente disegnato di un drago che riempiva la tela bianca pallida che adornava. I suoi seni impertinenti erano coperti solo da un reggiseno di pizzo nero, mentre il monticello del suo culo perfettamente rotondo era nascosto sotto una gonna...

939 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.