The Greatwar 3033 Parte 5: Jack scopre qualcosa

1.9KReport
The Greatwar 3033 Parte 5: Jack scopre qualcosa

Era passato poco più di un mese da quando Jack riceveva la visita del suo vecchio amico e dato che erano a più di qualche anno luce dalla Terra, fecero qualche visita in più solo per salutare amici e parenti, come sarebbero stati scomparsi per un po' dopo di che furono lasciati completamente soli, ma la vita sull'enorme nave continuò come al solito. Avevano già superato due sistemi che inviavano messaggi a chiunque nel sistema sperando in una risposta che non arrivava mai, all'inizio pensavano fosse perché erano di razza preelettronica e non potevano ricevere i messaggi ma dopo aver scansionato alcuni pianeti , ogni tanto ricevevano un segnale luminoso sulla scansione del sensore, ma si sarebbe rivelato essere tutto o una cometa o un pezzo di roccia vagante che fluttuava nello spazio.

Il capitano ha provato a colpire Jack un paio di volte, ma Jack era completamente ignaro perché aveva gli occhi puntati su qualcos'altro. Fedele alla sua parola, Jack ha restituito a Lucie il suo arco e le ha persino chiesto di spiegarle l'arma dato che non ha mai trovato frecce con essa, ovviamente lei gli ha detto come funziona l'arco e gli ha persino chiesto se voleva sparare con l'arco, ha detto di aver tirato la corda una volta quando l'ha trovata ma non è successo nulla anche quando ha lasciato andare il pungiglione. Lucie ne fu sorpresa perché ogni volta che tirava la corda si formava una freccia, ma non lasciava mai andare il pungiglione per paura di fare un buco nella nave e ucciderla da sola con l'equipaggio e la persona che amava.

Dopo aver attraversato l'ennesimo sistema senza riposi dai messaggi, il capitano stava diventando piuttosto infastidito poiché ogni volta che inviava il messaggio il sensore emetteva un segnale acustico prima di dire che non era niente. Jack aveva portato Lucie nella stanza del treno per vedere cosa poteva fare, ovviamente lo aveva quasi battuto in alcune occasioni con lui che in qualche modo vinceva ogni volta.

"Jack, per favore dimmi come vinci ogni volta?" chiese Lucie a Jack.

"Lo farò quando mi batterai o quando deciderò che devi saperlo" disse Jack a Lucie con una risata.

"Oh andiamo, per favore, dimmelo, se lo fai dormirò con te." ha detto Lucie cercando di giocare con il suo partner.

"Ahaha oh Lucie ho già dormito con te, dormi nel mio stesso letto." Jack ha detto a Lucie vedendo un difetto nella sua tentazione

“Ahhh ora è interessante,” disse Lucie.

"Bene, diamo inizio a questo incontro, vero?" disse Jack a Lucie mentre lei cercava di girargli intorno sperando in un'apertura.

"Ok, beh, se mi lasci vincere questo, ti farò un lampo" Disse a Jack mentre iniziava a correre verso di lui sperando di sorprenderlo, cosa a cui non ha fatto nulla ed è finita sul culo mentre era capovolta la schiena.

"Dovrai sforzarti di più per tentarmi" Come disse Jack girandola sulla schiena sperando che avesse imparato la lezione dall'ultima volta che ci aveva provato.

"Ok, non è inquietante, vero?" Lucie ha fatto metà come domanda e metà come risposta.

Lucie accusò Jack di muoversi a zigzag sperando di sorprenderlo, cosa che fece, poiché vide un'apertura e colse l'occasione.

"oh stai imparando, vero?" Jack ha chiesto a Lucie di vedere che è caduta nella sua trappola e si stava già avvicinando a lui, Jack pensa che si sia spostato velocemente dal braccio oscillante di Lucie perché lei sperava che si sarebbe connesso con la sua costola e lo avrebbe fatto perdere l'equilibrio per finire la partita e vincere per una volta.

"Sì, sto imparando!" ha detto grugnendo con la forza che ha messo nell'altalena, ha iniziato a vedere che Jack si era spostato da parte, cercando di pensare velocemente ma era troppo lento ed è stato preso alla sprovvista dall'avambraccio di Jack

"Grazie per avermelo detto!" disse Jack mentre correva verso di lei oscillare il braccio in un'arca sperando che non l'avrebbe vista arrivare, cosa che non ha fatto fino a quando non è stato troppo tardi, poiché ha colpito il lato del suo collo, avvolgendolo intorno al collo mettendola in ginocchio in una stretta soffocata che ha concluso quella partita per la 20a volta quel giorno.

"Oh andiamo, potresti almeno farmi vincere una partita contro di te." disse Lucie sbuffando con aria incazzata perché il suo piano era fallito di nuovo.

“Lo farò quando potrai battermi,” disse Jack ridendo mentre andavano a togliersi i vestiti sudati ea farsi una doccia.

"Comunque dobbiamo andare nella stanza di astrometria e vedere cosa vuole farci vedere il capitano" disse Jack a Lucie, mentre si toglieva la maglietta ei pantaloni per entrare nella doccia.

"Ok, ma voglio una rivincita e questo con un braccio legato dietro la schiena." Lucie disse a Jack mentre anche lei si arrampicava nella doccia proprio accanto a lui.

“oh, dai, è un po' ingiusto, a meno che tu debba fare qualcosa di simile” chiese Jack a Lucie aspettandosi che lei rispondesse.

"No!, ho perso più di quello che volevo perdere, voglio pareggiare un po' le cose in modo che ciò a cui potrei pensare a meno che tu non voglia entrambe le tue mani legate dietro la schiena." Lucie ha detto a Jack.

"Oh, non ho mai pensato che fossi perversa." disse Jack.

"Jack?" chiese timidamente Lucie.

"Sì, e vestirci dobbiamo andare." Jack le disse, per farla muovere più velocemente dato che avevano meno di 30 minuti per raggiungere la stanza in cui dovevano andare e che impiegavano poco più di 25 minuti per raggiungerla se potevi correre per tutta la lunghezza della nave, Jack non ha mai capito perché ho messo il ponte e l'astrometria su diverse estremità della nave

"Beh, mi chiedevo..." iniziò a dire Lucie, ma si fermò per cercare di pronunciare bene le sue parole, "Umm se vorresti uscire con me?" Lucie gli ha chiesto di sperare che non avrebbe detto di no.

"Sì, mi piacerebbe, ma prima alcune regole di base." Jack ha detto di indossare dei vestiti.
"Per prima cosa voglio che tu sia completamente aperto con me"
“Secondo senza segreti”
"Terzo non tradirmi e viceversa." Jack ha detto che ognuno escludeva Lucie aspettando che lei annuisse.

"Grazie non tradirò la tua fiducia." disse Lucie a Jack mentre entrambi escono dalla doccia.

Jack e Lucie hanno lasciato la doccia quando, Lucie ha chiesto a Jack perché non ha provato a sollevare l'arma che gli era stata data, Jack ha solo detto che non voleva che cadesse attraverso la nave e facesse un buco se fosse caduto o gettando la schiena fuori, vedendo la logica che Lucie ha lasciato lì mentre andavano all'astrometria per vedere cosa doveva fare il capitano, Jack cambiò direzione e iniziò a camminare verso la sua cabina, non gli importava se fosse tardi il capitano avrebbe potuto prendersela con lui più tardi tutto ciò che voleva fare ora era vedere se poteva raccogliere l'arma che aveva.

lucie non volendo perdersi nella nave lo seguì, mentre entravano nella stanza di Jack Lucie lo vide tirare giù la scatola di legno da sopra la porta. Portandolo sul suo letto, Jack aprì la scatola per trovare non una ma tre armi. Jack guardò l'arma da quello che poteva dire che dovevano esserci una spada lunga e due pugnali entrambi della lunghezza normale. Andando a raccogliere il pugnale prima pensa che poiché erano piccoli poteva raccoglierli prima e non lasciarli cadere, allungando una mano per raccogliere i due pugnali jack scoprì che i pugnali erano in fondo alla custodia, sospirando Jack prese il pugnale spada lunga, tirando indietro la mano per pensare per un momento se questa fosse una buona idea, vide che la spada non era la normale spada lunga che aveva visto nei libri che aveva letto: “Questa lama deve essere lunga meno di 80 cm e circa 5 pollici da un lato all'altro della lama alla base. Jack disse di pensare a se stesso.
Guardando oltre la lama, poteva vedere che la lama era ricoperta da un sottile rivestimento di metallo, che sembrava vivo mentre danzava nella luce, pensando che fosse solo la sua mente che gli stava facendo uno scherzo, lo ignorò. Allungando la mano sperava di non sentire la schiena cedere o il rumore dell'aria che fuoriusciva dalla nave. chiudendo l'occhio prese la lama e la raccolse.
Lucie è stata la prima a vedere la lama cambiare da scheggia a un rosso dorato con il liquido argentato che scorreva intorno alla lama in quelle che sembravano scanalature tagliate nella lama. Jack sentì il sussulto di Lucie aprì gli occhi su uno spettacolo che pensava non avrebbe visto finché fosse vissuto, il che era lungo, guardando oltre la lama poteva sentire un ronzio provenire da qualche parte pensare che fosse l'arco di Lucies chiese se poteva toglierlo e metterlo nell'altra stanza facendo quello che lui gli aveva chiesto ha messo l'arco nell'altra corsa per tornare a vedere Jack con l'occhio vitreo ma invece del bel blu elettrico che erano i suoi occhi erano solo bianchi no pupilla o iride da vedere, Lucie iniziò a farsi prendere dal panico cercando di pensare, Jack stava ancora bene ma era in una stanza bianca con lo stesso tipo di liquido argentato che scorreva attraverso le pareti, Jack sentì qualcuno parlargli senza riuscire a individuare il suono Jack ha chiesto a chi stava parlando la voce ha appena detto la lama, la lama gli stava dicendo cose come se avesse usato l'arma quando non era pronto l'arma lo avrebbe ucciso, la spada ha detto a Jack tutto di sé tranne il suo nome, Jack capì questo e chiese il nome dell'arma, il sw Ord gli aveva appena detto che l'arma non aveva nome e che Jack doveva sceglierla per lui. Erano passate quasi 3 ore da quando Jack era entrato in coma, tornando alla realtà Jack poteva vedere che non era nella sua stanza ma in uno dei tanti reparti medici che aveva la nave, guardandosi intorno vide Lucie seduta accanto a lui con il rosso occhi gonfi, come se avesse pianto guardandosi intorno, Jack poteva sentire la lama nella sua mano e guardò in basso per vedere che l'arma fluttuava a pochi cm dal letto.
Tutto questo filo sveglia Lucie per vedere che il suo nuovo ragazzo stava bene e muovendosi saltando sul letto, iniziò a baciarlo dicendo quanto fosse preoccupata e quanto lo amava. Jack ha cercato di ricordare cosa aveva detto l'arma quando è stato colpito con un nome per l'arma, dicendo il nome nella sua testa ha sentito il suono familiare della lama, era così assorbito dal parlare che non ha sentito il capitano ripida nella stanza e inizia a chiedere se stava bene. Jack, rendendosi conto che c'era qualcun altro nella stanza, ha solo detto che sperava che fosse quello che gli era stato chiesto ha detto che doveva tornare nella sua cabina per prendere qualcosa prima che il capitano alzasse la mano per fermare Jack e dire che lui ha visto la scatola di legno aperta sul letto e la spada in mano, il capitano ha anche detto che l'infermiera ha provato a rimuovere l'arma ma ogni volta che hanno provato l'arma ha iniziato a brillare di un colore blu e ha iniziato a riscaldarsi.

Storie simili

Realizzazione di un uomo danneggiato parte 1

La creazione di un uomo danneggiato • Questa è la mia prima storia. La prima parte avrà poco o nessun sesso poiché inizierò con una storia di fondo che si basa sulla mia vita. Gli eventi di cui scriverò sono accaduti a me. I nomi saranno cambiati per proteggere i non così innocenti. Passerò alla finzione quando inizierà la vendetta, ma sento che il retroscena o la storia, come la si chiami, è importante per capire da dove viene il personaggio principale. Ora ecco la domanda se sarà buono o cattivo mentre si vendica di coloro che lo hanno danneggiato. L'infanzia...

2.4K I più visti

Likes 0

Cintura della Bibbia - Parte 3 (FINALE)

Vado in un campo cristiano, annunciò Anne a colazione un giorno, circa due settimane dopo. Le nostre visite notturne erano ancora in corso, ma più a lungo continuavamo, più ero risoluto che doveva cessare. Ho risposto a mia sorella quasi soffocando con i miei Cheerios, ma sono riuscito a coprirlo con un colpo di tosse. Se fossi stato davvero il bravo ragazzo che volevo essere, il mio pensiero iniziale sarebbe stato preoccuparsi di come sarebbe sopravvissuta senza accesso alla sua dipendenza, ma onestamente, la mia prima preoccupazione era come avrei fatto a sopravvivere senza sesso per una settimana . I miei...

2.2K I più visti

Likes 0

La mia cugina cagna e la sua amica

È iniziato come un giorno come nessun altro, alzarsi la mattina e fare la mia pulizia regolare e nutrirmi bene come fanno tutti. L'unica cosa che non era proprio come le altre mattine che avevo due bellissime ragazze qui con mia madre era come la maggior parte delle altre che mi trattava come se avessi tre anni quando in realtà ho 17 anni ha insistito sul fatto che mia cugina Sadia stesse con me. Ora mia cugina pesava 112 libbre, capelli biondi, occhi azzurri, seno 36C, culo perfetto e stretto, e le labbra succulente quelle se le avessi baciate probabilmente saresti...

2.1K I più visti

Likes 0

Nirvana celeste: parte 1

Come la maggior parte dei miei altri lavori, questa storia si concentra più sul dramma e sulla storia che sul sesso (ma c'è il sesso, non preoccuparti). Per una migliore esperienza di lettura, ti consiglio di sballarti prima di procedere. Capitolo 1 La giovane donna infilò per l'ennesima volta le sue dita tra le succose labbra gonfie della sua fessura, mordendosi il cuscino per attutire i suoi gemiti di piacere. Era sdraiata a letto, il sole si avvicinava all'orizzonte orientale mentre i minuti scorrevano sulla sua sveglia. L'ora era presto, prima del risveglio dei suoi genitori, ma era così che le...

2.3K I più visti

Likes 0

Decoratore d'interni

Maria ha venticinque anni, single, giovane decoratrice d'interni e commessa nel negozio di mobili di famiglia. Aveva bisogno di un accordo stretto. Il compito, tuttavia, si stava rivelando più difficile di quanto avesse sperato. Vari ritardi stavano inducendo gli acquirenti a ripensarci. Oggi sperava che un acquirente entrasse e chiudesse un affare. Non essendo una che usa abitualmente il suo bell'aspetto naturale a proprio vantaggio quando ha a che fare con gli uomini, Maria ha tirato con riluttanza un maglione senza maniche attillato dal suo armadio e una gonna corta complementare. Con solo un piccolo paio di mutandine sotto, si sentiva...

2.5K I più visti

Likes 0

L'ascesa e la caduta di un ragazzo chiamato Rave parte 6

Affrontare la frustrazione sessuale Avevo 13 anni e mi odiavo ma non odiavo la mia vita. Avevo una ragazza che mi amava, la rispettata della mia banda, la paura dei miei nemici e più soldi di quanti ne avessi mai visti. Erano passati più di sei mesi da quando avevo conosciuto la vera fame, avevo un gruppo di amici che sarebbero andati al muro per me, avrei potuto fare sesso con una dozzina di ragazze diverse se avessi voluto, e non vivevo più nella paura i miei impulsi violenti potevo assecondare alcuni e ora potevo reprimere gli altri. Tutta questa nuova...

2.8K I più visti

Likes 0

Nel bene e nel male: la storia di Robert

La storia di Roberto Robert si svegliò quella mattina da una sensazione incredibile che non provava da molto tempo. Aprì gli occhi e guardò in basso per vedere sua moglie, Janet, che faceva scorrere lentamente la bocca su e giù per il suo cazzo. Alzò lo sguardo quando si svegliò e gli sorrise. Smise quello che stava facendo e si spostò sul suo corpo. Ha iniziato a baciarlo mentre si metteva a cavalcioni su di lui, allungandosi e guidando il suo cazzo dentro di lei. Una volta dentro, si è seduta e ha iniziato lentamente a cavalcare il cazzo di Robert...

2K I più visti

Likes 0

Una lezione per Liz

Capitolo 1 Sam e sua sorella minore Liz si sono incontrati per un caffè un pomeriggio di quest'estate. Sam e Liz non erano mai stati molto legati, soprattutto perché Sam aveva 11 anni in più di sua sorella minore Elizabeth o Liz, come le piaceva essere chiamata. Non si vedevano da un paio di mesi eppure vivevano nella stessa città. Sam era il tipo che ha lasciato che la sua carriera guidasse la sua vita e non si era mai sposato o si era sistemato davvero. Avrebbe avuto una ragazza occasionale, ma non ne è mai venuto fuori nulla e gli...

2.2K I più visti

Likes 0

Dormitorio 1 di GF

Questa è la storia di Teagan, la mia ragazza ai tempi dell'università e della sua coinquilina, Sarah. Teagan è di origine asiatica che le ha concesso una corporatura snella e minuta, occhi nocciola, lunghi capelli scuri e pelle naturalmente abbronzata. È benedetta con coppe B sode, pancia piatta e glutei magri e formosi: va in palestra per fare squat abbastanza frequentemente. E per finire, è molto carina con un dolce sorriso. Essendo un'introversa, è molto gentile e timida. Solo dopo un anno di uscite insieme, abbiamo finalmente fatto sesso: sono stato il suo primo partner sessuale. All'inizio era timida, ma era...

1.8K I più visti

Likes 0

Diventare Omega, parte 4

Diventare Omega, parte 4 Uomini intorno a lei. Lei, nuda e col colletto sul pavimento, le labbra ringhianti e gli occhi svolazzanti. La droga le scorre nelle vene e la fica palpitante. Telecamere intorno a lei, il mondo che guarda. L'avrebbero distrutta. Omega sentì il suo cuore saltare un battito e sapeva che, se tutto fosse finito adesso, lei sarebbe stata dove avrebbe dovuto essere. ___ Lei sorrise. I suoi occhi svolazzarono. Picchiami, sussurrò. Si fecero avanti, silenziosi. Mi ha picchiato, cazzo, ha urlato. Più vicino ora. Eppure, non hanno detto nulla. Uccidimi se vuoi. Loro hanno riso. Farà davvero qualsiasi...

2K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.