Una ragazza con una gonna nera

362Report
Una ragazza con una gonna nera

Una ragazza con una gonna nera!
Era una calda mattina di fine primavera e mi sentivo particolarmente atletico. Avevo trascorso le ultime due settimane navigando nel Mediterraneo ed ero tornato a Londra in attesa del mio prossimo incarico. Ero un giornalista sportivo e passavo la maggior parte del mio tempo correndo in giro per il mondo su circuiti da corsa, scalando montagne o navigando per non parlare di tutti gli altri sport di cui scrivevo. Ho creduto nella partecipazione personale a queste attività per poter dare il resoconto migliore e più accurato sugli argomenti trattati. Avevo fatto un'abbondante colazione, uova in camicia con bacon, salsicce, pomodori e fagioli al forno, seguiti da toast e marmellata di fragole annaffiate con succo d'arancia e caffè nero e avevo deciso di andare a fare una passeggiata per le mitiche strade di Londra alla ricerca di idee. Non mi piacevano le cose di Ralph McTell, per me le strade di Londra erano sinonimo di mistero, azione, donne, grandi negozi, avventure ecc. L'unica cosa era che quelle dannate telecamere ovunque. Non aiutava quando si voleva andare a prendere una signora per un drink o qualcos'altro. Potevano vedere tutto ed era molto sconcertante. Tuttavia, bisognava conformarsi e vivere la propria vita nel miglior modo possibile. In quel momento mi trovavo in una stradina laterale nei pressi di Knightsbridge, a pochi minuti dal mio appartamento in Old Brompton Road, e non c'erano molte persone in giro a quell'ora del mattino. L'unica cosa che mi mancava in quel momento era il sesso. Il mio lavoro era stato così intenso che non avevo avuto il tempo di trovarmi una donna nelle ultime settimane, ma ero determinato a rimediare il prima possibile.
È stato allora che ho notato la donna gotica dai capelli scuri e dalle gambe lunghe e tornite che passeggiava per la strada indossando tacchi neri con zeppa e una gonna corta nera con una camicetta nera trasparente. Notare il fatto che non indossasse il reggiseno stava già stimolando la mia libido. Osservava distrattamente le vetrine dei negozi, fermandosi di tanto in tanto per dare un'occhiata più lunga, e in generale i negozi di abbigliamento. Si fermò e ne guardò attentamente uno in particolare. Ho notato che era per guardare più da vicino il riflesso del suo rossetto nero. Sembrava un po' denso ma mentre guardavo lei sorrise e baciò la finestra ammirandosi, cosa che mi fece mezzo sorridere tra me e me. Aveva circa venticinque anni e aveva qualcosa della Kim Director di "Blair Witch 2". La stessa strana essenza penetrante che l'attrice ritraeva sembrava emanare da questa creatura misteriosa. Il solo pensiero di sapere che non indossava biancheria intima apparentemente la eccitava di più. Era scritto dappertutto. All'improvviso si accorse che stavo dall'altra parte della strada e la fissavo. La gonna nera lo era
2
nylon molto sottile e tradiva le forme naturali delle sue cosce alla luce del sole. Ero eccitato dal modo in cui barcollava mentre attraversava la strada guardandomi mentre si avvicinava. Lei sorrise mentre tornava sul marciapiede davanti a me.
“Stai guardando qualcosa in particolare?” chiese. «O semplicemente guardare?»
Ero colto di sorpresa e non sapevo bene cosa rispondere. Dopotutto, ero stato io a passare quasi tre minuti a fissare questa ragazza mentre camminava per strada, quindi dovevo reagire in qualche modo.
«A dire il vero stavo ammirando il modo in cui ti muovevi, è insolito vedere una ragazza come te
questa parte di Londra.»
«Non necessariamente, ma è vero che alle otto del mattino è un po' presto, quindi
sei scusato.'
«Ti ringrazio per la tua preoccupazione.»
«Non dirlo.» Mi offrirai un caffè da qualche parte o andiamo e basta
resterai qui a chiacchierare tutto il giorno?’. Ho guardato in fondo alla strada e ho notato un bar a cinquanta metri di distanza, così ho proposto di andare con noi a bere qualcosa e magari a conoscerci. Lei non si oppose, ma il suo sorriso era svanito e qualcosa in lei mi colpì come inquietante, anche se non riuscivo a capirlo.
Il bar era quasi vuoto a quell’ora del mattino e l’odore del caffè caldo non era ancora aggredito da quello delle sigarette stantie come avviene solitamente nel tardo pomeriggio. Ci siamo seduti in silenzio vicino a una finestra. Mentre la guardavo dall'altra parte del tavolo, potevo sentire che era triste. Le era successo qualcosa di brutto? La sua vita era un disastro? L'amante l'aveva lasciata? Aveva problemi di salute o di soldi? Non ne avevo idea, ma l'atmosfera era pesante. La sua pelle era bianca e morbida. Aveva magnifici, grandi occhi azzurri circondati da una sottile linea di mascara nero. Le sue labbra color rubino erano meravigliosamente gonfie e si aggiungevano al suo sex appeal già sensuale e vivido. La sua camicetta nera scollata era ben modellata e trasparente. La luce del sole attraverso la finestra esaltava i suoi seni perfettamente rotondi e arroganti accentuando i capezzoli sporgenti. Mentre spazzolavano il nylon sottile potevo dire che aveva un formicolio dentro ed era sessualmente eccitata, ma allora perché era così triste? Ho sentito i suoi piedi toccare i miei sotto il tavolo. Il calore delle sue gambe sinuose si irradiava attraverso i miei pantaloni e anch'io cominciavo a sentirmi eccitato dalla sua emanazione sessuale.
La cameriera si avvicinò e ci chiese cosa volevamo. La ragazza pretese un caffè grande con tanto latte e zucchero più un paio di panini con marmellata e burro. Quanto a me, ho preferito un espresso nero forte dato che avevo già fatto colazione e lo ero
3
non più affamato. Quando la cameriera tornò in cucina, iniziai la conversazione.
«Mi chiamo Desmond. Almeno il mio nome di battesimo, anche se devo ammettere che non lo sono
molto cristiano, in realtà molto lontano da ciò. Sentii che dovevo approfondire questo argomento, ma lei mi interruppe mentre tirava fuori una sigaretta dal suo portasigarette piatto di metallo nero.
«E?» chiese freddamente mentre l'accendeva con un costoso accendino Dunhill. 'È questo
dovrebbe interessarmi?"
«Scusa, pensavo che fossimo qui per conoscerci meglio, e non credo che tu sia qui
dovrei fumare qui."
"Peccato", iniziò mentre si portava la sigaretta alle labbra e aspirava profondamente
polmoni. Non ero sicuro di come reagire e cominciavo a pentirmi di averla invitata. Ma mentre mi soffiava il fumo in faccia posizionando la sua lingua arrotondata al centro disegnando cerchi in modo piuttosto sensuale, iniziò ad esprimere i suoi pensieri più profondi con la sua voce dolce e sexy che faceva le fusa.
«Sono d'accordo che ci conosceremo fino a un certo punto. Allora se vuoi fare sesso
con me va bene, ma poi camminiamo per la nostra strada senza vederci mai più. Ti va bene?'
Quella era la proposta più strana che avessi mai avuto e bisognava rifletterci per qualche istante. Fortunatamente la cameriera è tornata con l'ordine. Mi ha dato il tempo di pensare per un momento. Posò il vassoio sul tavolo e guardò a bocca aperta la ragazza seguendo i movimenti della sigaretta tra le sue dita lunghe e sottili con le estremità dipinte di vernice nera.
"Sì?" chiese la ragazza mentre alzava lo sguardo verso la cameriera.
"Dovrai spegnere quella sigaretta, temo." Annunciò la cameriera in un
modo da insegnante di scuola.
'O altro?'
«Altrimenti sei fuori di qui.»
"Sono il cliente e pago per essere qui, capisci, stupido stronzo." Lo sapevo
questo sarebbe finito con uno scontro ma, inaspettatamente, l'intera situazione è cambiata. Mentre la ragazza fissava profondamente negli occhi la cameriera, lasciò il vassoio e se ne andò. Era come se la ragazza avesse letteralmente ipnotizzato la cameriera. Rimasi sconcertato mentre il mio ospite continuava a fumare lanciando la cenere sul pavimento.
«Di cosa si trattava?», ho chiesto candidamente. «E ancora non so il tuo nome?»
4
«Pensavo avessi capito, niente nomi. E quella è solo una cameriera che mi fa incazzare
spegni la sigaretta sul pavimento con la scarpa con la zeppa. "Mangiamo e ne parliamo più tardi", continuò con nonchalance. Ho obbedito senza sapere bene il perché. Mi ha incuriosito e volevo saperne di più ma aveva ragione, dopo ne avremmo potuto parlare da un'altra parte. Tuttavia volevo ancora sapere come chiamarla.
“Va bene, quindi non mi dirai il tuo nome”, ho iniziato tra due sorsi di caffè, “ma
Mi piacerebbe ancora sapere come chiamarti."
«Il motivo per cui non dico il mio nome è perché è lungo, impronunciabile e
generalmente le persone non ci credono o semplicemente lo dimenticano e io le dimentico. Non sto in giro, mi muovo molto e non mi affeziono alle persone, quindi se vuoi chiamarmi in qualche modo, chiamami Gothic Liz.'
"La gotica Liz, è strano, ma se è quello che vuoi."
"Non è quello che voglio, è quello con cui sono bloccato e sarà più facile per te."
Questa ragazza era piena di contraddizioni ed ero davvero perplesso. Come devo prendere tutto questo? Si era offerta di fare sesso con me all'improvviso e poi andarsene e dimenticarmi. Ciò era preoccupante e piuttosto sconcertante. Non ero sicuro di voler fare l'amore con lei, anche se potevo sentire il mio pene crescere ad ogni parola che pronunciava. Ho deciso di cambiare argomento e tornare all’essenziale.
"Prima hai menzionato il sesso, era vero o mi stavi prendendo in giro?"
"Perché dovrei voler scherzare sul sesso, è l'unica cosa vera che c'è a questo mondo."
‘Va bene!’ dissi un po’ sorpreso ma comunque interessato. «E tu dove sei?»
proponi di farlo?’ Continuai in tono innocente. Mi guardò con curiosità mentre mangiava il suo panino e beveva il caffè. Non ha risposto alla mia domanda ma ne ha invece posta un’altra che, dopo averci pensato, sembrava perfettamente logica.
"Dove fai sesso di solito?" La risposta era ovvia, ma davvero
non mi piaceva la solita linea banale di casa tua o mia, eppure era logico che anche se non sapevo da dove veniva o almeno dove si era schiantata, sapevo dove vivevo, quindi quale piano migliore se non portarla con sé torno a casa mia che era proprio in fondo alla strada. Pertanto ho risposto a ciò che lei si aspettava da me.
«Il mio blocco! Sono solo un paio di centinaia di metri lungo la strada."
'Perfetto! Disse pigramente.' Mentre finiva di mandare giù il suo panino con marmellata e burro
con il resto del suo caffè, osservavo la sua bocca sensuale sgranocchiare il cibo e immaginarla masticare il mio fallo e come mi sarei sentito più tardi quella mattina. IO
5
Non potevo iniziare a immaginare cosa ci fosse in serbo per me e come questa ragazza, che si faceva chiamare Gothic Liz, avrebbe cambiato la mia intera esistenza. Per un momento, mi sono ricordato di quello che aveva detto alla cameriera riguardo al fatto di essere il cliente e di pagare l'assegno, ma volevo essere l'uomo e ho tirato fuori il portafoglio. Dopotutto ha iniziato chiedendomi di offrirle un caffè per strada prima, quindi quanto sarebbe stato confuso? Mi vide andare in tasca e mi afferrò la mano con la sua, che era morbida e sottile, ma mentre stringeva la presa, pensai che mi avrebbe schiacciato il polso anche se le mie ossa erano molto più grandi delle sue.
«Lo so, ti ho chiesto di offrirmi un caffè, ma ho detto alla cameriera che pagavo io e io
devo andare fino in fondo perché faccio sempre quello che dico, quindi lascia il portafoglio dov'è. Avrai altre opportunità."
"Pensavo che non ci saremmo più rivisti dopo questo."
‘Non credere a tutto quello che ti dico, capirai solo quello che sperimenterai
cosa intendo dopo. Inoltre avrai altre opportunità anche con altre donne.'
Lei sorrise e, guardando una banconota sul tavolo, si alzò e uscì con nonchalance. L'ho seguita.
§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§
Entrammo nel mio palazzo e andammo dritti all'ascensore. Le porte si sono chiuse e ho premuto il pulsante di fronte al numero 13. Non avevo intenzione di addentrarmi in una lunga spiegazione per giustificare il fatto che abitavo al 13° piano di un edificio di 14 piani. Si scopre spesso che i piani e le stanze del 13° non esistono a causa di sciocche superstizioni, ma quando ci pensi, anche se vai direttamente al piano o alla stanza contrassegnata con 14 ignorando il 13°, lo consideri comunque perché cronologicamente il 14° piano o stanza è comunque il 13esimo conteggio, quindi è ridicolo. Questa è la spiegazione che di solito do alle persone che mi visitano, e tutti ne capiscono la logica, quindi la superstizione cade e nessuno ne parla più. Tuttavia questa ragazza non sembrava preoccuparsi di quel genere di cose. La sorpresa che mi aspettava era molto più grande di quanto mi aspettassi. Quando abbiamo raggiunto il 4° piano e poi lo abbiamo superato, ha premuto il pulsante di stop. In pochi secondi mi stava sciogliendo le mosche mentre il mio fallo si stava indurendo. Le sue gambe nude erano sollevate nel mio inguine mentre la sua bocca si abbassava sulla mia virilità idratandola con la sua saliva mentre la sua lingua giocava con la punta della mia verga. Era accovacciata e seduta su di lei
6
tacchi mentre la sua gonna nera si sollevava sulle sue cosce bianche, la cui vista aumentava tremendamente la mia eccitazione. Nel giro di pochi secondi stavo arrivando e lei lo stava ingoiando con tutto il cuore. Prima che potessi dire "WOW" la mia cerniera si era alzata e l'ascensore si stava muovendo verso il mio piano.
«Ti è piaciuto?», chiese. Ero perplesso, avevo bisogno di tempo per pensare, quindi ho detto il
la prima cosa che mi è venuta in mente.
«Dove l'hai imparato?»
'Qui e li. Dov'è il tuo blocco? Quello era solo l'inizio. L'hai detto tu
volevi fare sesso con me, vero?' L'ho accompagnata obbedientemente nel mio appartamento, ho girato la chiave nella serratura ed sono entrata. Lei mi ha seguito chiudendo e chiudendo la porta dietro di sé.
«Non devi chiuderla a chiave, lo sai. La gente non viene a bussare ogni cinque
minuti.'
«Forse, ma preferisco la privacy totale per quello che stiamo per fare.»
«Strano, non mi sei sembrato una persona riservata dopo quello che abbiamo appena fatto.
'Molto divertente!'
Camminò lentamente per il soggiorno notando il modo in cui erano installati i miei mobili spartani. Un divano in similpelle in un angolo, un tavolo quadrato in mogano antico ma non antico, circondato da quattro sedie al centro e un televisore su un piccolo bancone nell'angolo opposto al divano erano la descrizione perfetta dell'appartamento di uno scapolo che non è quasi mai a casa come me. La camera da letto era ancora peggio con solo un letto singolo e un comodino. Aprì la porta della camera da letto mentre io andavo nell'angolo cottura accanto al bagno, aprivo il piccolo frigorifero e prendevo un cartone di succo d'arancia. Mentre tornava mi guardò portare l'arancia in soggiorno con due bicchieri e mi guardò con disapprovazione.
«Non hai niente di più forte?»
«Che cosa alle nove del mattino?»
'Perché no?'
"Molto bene", ho riconosciuto senza volerlo davvero. «Ti offro una birra.» Va bene?'
"E uno per te, non bevo da sola." affermò mentre tirava fuori il portasigarette e ne accendeva una sul tavolo.
"Per favore, non farlo sul mio tavolo di mogano, viene da mia nonna."
Aspetta, ti porterò fuori strada." Mi guardò con uno strano sguardo turbato, come se avessi parlato in ebraico o qualcosa di simile.
7
'Tua nonna?'
“Sì, ho ereditato il tavolo dai miei nonni, o da mia nonna in particolare.
Era nella sua famiglia da generazioni ed è arrivato fino a me. In effetti è l’unica cosa che ho ereditato da qualcuno.’
"Oh!" disse mentre continuava a passeggiare per il posto. Le ho portato il
posacenere e lo mise sotto la cenere che cadeva dalla sigaretta sul tavolo.
«Ehi, lasciati andare.» Disse beffardamente. "Calmati un po', tesoro, ho la sensazione che tu."
non sono stato in giro molto."
«Al contrario, io sono un giornalista e ho visto il mondo ma quel tavolo è molto
prezioso per me, quindi per favore non lasciar cadere le tue ceneri su di esso. E ora che ne dici di metterci al lavoro?' Ho aperto le birre che avevo portato dalla cucina e lei me ne ha presa una e ha iniziato a tracannarla come se non avesse bevuto da settimane. Ancora una volta mi guardò come se parlassi una lingua straniera, bevve un po' di birra e la posò sul tavolo.
«Non ne avevi abbastanza in ascensore?»
'Ehi, sei tu quello che mi ha detto che avrei fatto sesso se ti avessi cresciuto
qui e non mettere quella birra sul mio tavolo.' Cominciavo a pentirmi di averla portata nel mio appartamento. Mi aveva fatto un pompino e se fosse arrivato a questo avrei potuto facilmente dimenticare la sua promessa e buttarla fuori, ma avevo la sensazione che stesse cercando qualcosa e la mia naturale curiosità giornalistica me lo impediva. Volevo sapere esattamente chi era. Mi fissò profondamente negli occhi poi, senza preavviso, spinse la sua bocca contro la mia e mi baciò forte, infilando la sua lingua nella mia e giocandoci mentre baciava. Mentre lo faceva, la sua gamba mi salì nuovamente all'inguine come l'ultima volta e ancora una volta sentii quel formicolio nella spina dorsale e il mio pene divenne eretto in pochi secondi. Le accarezzai dolcemente le gambe, così lisce e muscolose. Non potevo più sopportarlo; Dovevo andare fino in fondo. Le ho tolto la camicetta e le ho accarezzato il seno con una mano mentre con l'altra ho cominciato ad aprire la cerniera dei pantaloni.
"Ehi, rilassati, amico", disse leggermente irritata. «Abbiamo tutta la mattina, quindi prenditi.»
il tuo tempo.’ Ha finito di spogliarsi rivelando un corpo perfettamente proporzionato con tutte le curve al posto giusto ma questo lo sapevo già, la sua nudità lo confermava. Era già visibile con i suoi vestiti addosso ma nuda a parte i tacchi alti, lei
8
mi colpì perché era favolosamente sensuale ed estremamente eccitante; in effetti una delle donne più perfettamente proporzionate che avessi mai visto. La volevo e la volevo adesso. Mi ci sono voluti alcuni secondi per spogliarmi. L'ho afferrata e spinta sul letto ma mentre scendeva sotto di me mi ha girato tenendomi stretto come una pinza ed è finita sopra di me sul letto. La mia canna era proprio sotto la sua figa rasata e non ho avuto problemi a spingerla dentro. Era un paradiso quando ha iniziato a solcarmi facendomi entrare e uscire. Ho messo la mano sul suo clitoride e ho iniziato a giocarci. Potevo vedere che lo apprezzava mentre si girava la testa e andava sempre più veloce. Il mio succo d'amore stava arrivando per la seconda volta al mattino e mi stavo godendo ogni momento. Quando arrivai, lo fece anche lei, la sentii irrigidirsi tutta e poi spingersi in avanti e verso l'alto mentre urlava di gioia. Quanto a me, il mio piacere è stato così intenso che pensavo di fluttuare in un'altra dimensione mentre riempivo la sua grotta con il mio latte.
"Ora tesoro, come ti è piaciuto questa volta?" tubò mentre si vestiva
guadagno.
«Sì, questa volta ce l'hai fatta sicuramente; Oh, non che non l'abbia fatto l'ultima volta, ma
questa volta eri davvero eccezionale." Ero davvero in cima al mondo dopo questo e solo pensare che era così facile rimorchiare una ragazza per strada, riportarla a casa mia e fare l'amore con lei senza i fili e nessun incidente, tranne le bruciature di sigaretta e gli anelli di bottiglia di birra sul tavolo di mia nonna, mi hanno fatto sentire di nuovo un vero uomo. Non avendo fatto sesso per un po' di tempo, ero felice di sperimentare questa cosa con una donna così strana e meravigliosa e in queste occasioni spesso ci si chiede se accadrà di nuovo, quindi si tende a trarre il massimo vantaggio dalla situazione. Fu allora che la frase più sorprendente uscì dalla sua bocca, mentre stava finendo di vestirsi.
“Una cosa, per caso avevi dei preservativi?” chiese candidamente. IO
Sono rimasto sorpreso per un momento e ho avuto una sensazione inquietante per tutta questa situazione e per quanto fosse stato facile prenderla in braccio e per il modo in cui sembrava così sensuale quando l'ho vista per la prima volta. Cosa intendeva esattamente? Devo ammettere che nella confusione del sesso veloce non avevo pensato ai preservativi. Adesso ero in ansia.
"Euh, perché vuoi saperlo?"
§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§
"Mi stavo solo chiedendo se avessi l'AIDS?"
9
‘Cosa?’ Che razza di domanda stupida è questa?’ sbottai. All'improvviso è scoppiata
fuori a ridere. Stavo attraversando tutti i colori dell'arcobaleno e mi è venuto in mente che mi stava prendendo in giro quindi mi sono calmato ma ero ancora leggermente in ansia per quello che aveva in mente. Ho dovuto chiedere.
«Va bene, ci sono cascato. E adesso cosa succede?"
«Vi lascio in pace a riflettere sulla nostra straordinaria mattinata e ci vediamo
stasera.'
«Tornerai?», chiesi candidamente.
«Non nel modo in cui pensi.»
Ormai era vestita e si dirigeva verso la porta mentre io ero ancora nudo e pensavo a lei. Si è girata e ha detto un veloce "Toodoloo", poi ha sorriso, mi ha mandato un bacio ed è uscita nel corridoio prima che avessi il tempo di restituirle il toodooloo. Mi vestii e decisi di uscire e terminare il mio giro interrotto per la città. Avevo deciso di uscire stasera e divertirmi. Vai in un pub, bevi qualche drink, prendi una ragazza e vedi dove va, poi magari portala a mangiare e finisci nel suo letto. Era il modo migliore per dimenticare Gothic Liz perché, per qualche motivo, non riuscivo a togliermelo dalla mente.
Con il passare della giornata mi sentivo sempre più stanco. Tutto quello che volevo era andare a casa e dormire. Ero in un bar di Soho seduto su uno sgabello accanto a una bellissima eurasiatica, ma non riuscivo a tenere gli occhi aperti e mi sentivo piuttosto in colpa. Sono stato costretto a scusarmi, ad alzarmi e a lasciare il bar, eppure tutto quello che avevo da bere era una birra. Mentre uscivo, l'aria notturna mi colpì in un modo strano. Sentivo strani brividi lungo tutta la schiena e una stanchezza estrema. Ho fermato un taxi, sono salito e mi sono letteralmente schiantato sul sedile posteriore, ma sono comunque riuscito a dare all'autista il mio indirizzo prima di addormentarmi. Poco prima di raggiungere il mio edificio, l'autista mi ha svegliato dal sogno più strano. Ero in una stanza buia rivestita di rosso con un enorme divano su cui la gotica Liz era seduta nuda con le gambe incrociate e mentre mi guardava i suoi occhi diventarono gialli e poi brillarono di un inquietante bagliore dorato. È venuta verso di me, ha afferrato il mio cazzo e se lo è messo in bocca e basta. Ero sveglio. Scesi, pagai il tassista, entrai e salii al mio appartamento. Avevo deciso di non prendere la macchina stasera perché sapevo che avrei bevuto ed ero felice di averlo fatto altrimenti avrei dovuto lasciarla a Soho e non sarebbe stata una buona idea. Una volta in camera da letto, mi sono spogliata, ho gettato i miei vestiti sul pavimento, sono salita sul letto e sono crollata di nuovo nell'oblio.
10
Nel cuore della notte fui svegliato da un rumore proveniente dal corridoio. Ho aperto gli occhi e in qualche modo sono riuscito a vedere nel buio. L'intero appartamento risplendeva di una sorta di aura dorata. All'inizio pensavo di sognare. Era come se tutto accadesse da qualche altra parte e io fossi solo uno spettatore, senza partecipare realmente, ma poi ho capito che ero il centro di questo presunto sogno ed era molto reale. L'intera stanza ora brillava intensamente e io giacevo nudo sul letto. A poco a poco un'apparizione si materializzò sopra di me. Mentre lentamente prendeva forma cominciai a riconoscere la figura. Non potevo credere a ciò a cui stavo assistendo. Tutta questa cosa era semplicemente impossibile eppure stava accadendo proprio davanti ai miei occhi. L'intera situazione era allucinante, ma ero lì, sdraiato sulla schiena, nudo, e guardavo il soffitto, solo che quello che vedevo non era il soffitto ma il corpo nudo perfetto della donna più bella che avessi mai visto. La gotica Liz fluttuava sopra di me con i suoi capelli mossi da una leggera brezza, la bocca aperta e gli occhi chiusi. Era uno spettacolo incredibile. Mentre lei si avvicinava lentamente ma deliziosamente a me dall'alto, sentivo il mio fallo indurirsi a tal punto che mi sembrava di avere una vera verga di ferro che salutava la dea gotica. Mentre era a pochi centimetri sopra di me, i suoi occhi si aprirono all'improvviso e mi fissarono selvaggiamente. Le sue pupille erano grandi perle nere ed erano circondate da brillanti iridi dorate perfettamente circolari che bagnavano la sclera bianco-bluastra dei suoi occhi. La sua bocca si abbassò sulla mia, forzandola ad aprirsi con la sua lingua che sembrava estremamente potente. Quando atterrò dolcemente sul mio corpo, il mio fallo entrò naturalmente nella sua caverna, che era estremamente umida e accogliente, ricevendomi con calore e morbidezza. Quando il mio glande è entrato in contatto con le sue labbra esterne e poi interne, ha naturalmente inviato al mio cervello un messaggio di estremo benessere e ci sono voluti solo pochi dettagli prima che il mio succo scorresse attraverso il mio inguine e nel suo fiore aperto facendomi vibrare di piacere lungo tutta la schiena, il collo e la testa. Emise un gemito di soddisfazione profondo ma femminile e lentamente si staccò da me, risalendo verso il soffitto. Mentre fluttuava dolcemente verso l'alto ho sentito un improvviso vuoto dentro di me ma allo stesso tempo non avevo più sete di sesso come avevo fatto tutto il giorno. Lentamente iniziò a scomparire, ma non prima di aver sussurrato qualcosa mentre mi guardava ancora. Riuscivo a malapena a sentirlo, ma potevo vedere cosa stava dicendo dai movimenti delle sue labbra.
“Il mio nome è Ereshkigal, sono la dea degli inferi. Sai chi sono
11
sotto altre denominazioni ben diverse da questa mitologica mesopotamica ma il risultato è lo stesso. Adesso mi appartieni”. Poi svanì nel nulla. Dopodiché mi sono addormentato di nuovo e non mi sono svegliato fino al mattino.
Mentre stavo lentamente emergendo dalla notte più strana che avessi mai vissuto, la mia mente si sentiva offuscata. Ho guardato la sveglia, che segnava le sette e mezza, così mi sono alzata ancora nuda, e sono andata in cucina con gli occhi socchiusi. Mi sono chiesto perché non avesse suonato alle sette e un quarto come fa di solito, ma poi ho scartato il pensiero perché era dovuto alle batterie scariche che sapevo di dover cambiare uno di questi giorni. L'odore del caffè caldo arrivava alle narici in modo piacevolissimo. Quando entrai in cucina, eccola lì, completamente vestita con i suoi abiti gotici neri, che mi sorrideva e mi porgeva una tazza di caffè bollente.
«Dormito bene?» chiese divertita.
§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§
Tutto il mio sogno mi è tornato in mente in un lampo. Qualcosa non aveva senso. In effetti niente aveva senso. Chi era questa ragazza e come mai è apparsa nei miei sogni e nella mia vita fisica in modo così permanente?
«A dire il vero no, non posso proprio dire di averlo fatto. Ho fatto uno strano sogno, un sogno bagnato, se tu lo dici
Piace. A proposito, cosa ci fai qui?'
'Oh sì, mi piace. Adoro le persone che hanno sogni bagnati. Hai sborrato sulle lenzuola?'
non aveva risposto alla mia domanda. Lo stava ignorando completamente.
“Non lo so davvero, non ho controllato”. Ho risposto senza mezzi termini mentre prendevo il caffè e
l'ho bevuto. “Ripeto la mia domanda, cosa ci fai qui?” Mi sono quasi bruciato le labbra.
"Diavolo, è soffocante."
«Sì, non è vero?» È buono per te. Bevilo e ne parliamo. Penso che ce ne siano diversi
cose che devi sapere”. Incuriosito, mi sedetti al tavolo della cucina mentre lei era ai fornelli a preparare uova e bacon per la colazione.
‘Sono tutt’orecchi’, dissi con entusiasmo.
«Sono una dea. Una dea mesopotamica, in effetti.»
“Sì, molto divertente”. Ho sorseggiato il caffè pensando alle parole che ha mimato quando
stava scomparendo ma non potevo credere a quello che stavo sentendo. Lentamente portò i due piatti di uova e bacon e si sedette di fronte a me. Ho guardato
12
li e ho deciso che volevo anche pomodori e fagioli al forno, quindi mi sono voltato per aprire l'armadio e prendere una lattina di ciascuno. Quando mi sono voltato di nuovo e ho guardato il piatto, erano entrambi guarniti con pomodori fritti e fagioli al forno, oltre a tre uova e due fette di pancetta. Non potevo credere ai miei occhi. Lei guardò i piatti con nonchalance, sorrise e cominciò a mangiare mentre continuava il suo discorso.
«Quindi, come stavo dicendo, sono una dea e posso fare praticamente tutto ciò che voglio. Leggo
menti e manipolare la struttura molecolare a piacimento e nulla potrà resistermi. E in particolare gli uomini affamati di sesso. Sono neonati, stucco nella mia mano; Faccio tutto quello che voglio con loro. Le uova sono cotte abbastanza?'
‘Oh assolutamente, proprio come piacciono a me’, ho risposto un po’ sconcertato dal
domanda improvvisa ma affascinata dal suo racconto e da quanto stava accadendo.
«Capisci cosa intendo. Mi dispiace per i pomodori e i fagioli al forno che avevo dimenticato
per un momento.'
‘Quindi se puoi provocare miracoli…..’
"Non miracoli, manipolazione molecolare mediante trasmissione del pensiero."
«Va bene, molto bene, se puoi manipolare la struttura molecolare, perché lo fai in realtà?
preparare la colazione?»
«Perché mi piace cucinare fisicamente e non volevo sconvolgerti così com'eri
proveniente dalla camera da letto. Prima dovevo spiegare le cose.'
'Bene! E tu sei qui perché…..’
«Sto cercando di dirti se stai zitto un momento e fai colazione.»
Mentre ascoltavo e mangiavo allo stesso tempo, mi resi conto che la mia tazza di caffè era vuota. Sono andata ad alzarmi per prendere la caffettiera e mentre lo facevo la mia tazza era di nuovo piena di caffè fumante, così mi sono seduta di nuovo ho guardato il soffitto e ho deciso di lasciarle finire la sua storia.
'Va bene! proseguire.'
“Sono nato 35.000 anni, i tuoi anni, fa da qualche altra parte. Diciamo dentro
un altro mondo?'
«Vuoi dire su un altro pianeta?»
«Non solo, diciamo un'altra dimensione oltre a questa. È complicato ma non è così
fattore più importante. L’importante è che tu capisca che non sono umano.’
"Penso di averlo già capito", dissi ironicamente.
'Giusto! Ora devi capire che posso fare quello che voglio qui. Cosa tu
13
quello che non so è che non sono solo. Siamo in molti. E siamo sparsi in tutto questo universo con un gran numero qui su questo pianeta. Pertanto siamo nella posizione di cambiare il vostro intero ambiente ed è esattamente ciò che alcuni di noi hanno in mente. L'unica cosa è, nel farlo; sconvolgeremo il delicato equilibrio di questo universo e della sua dimensione. Pertanto coloro che hanno queste intenzioni devono essere fermati e l’unico modo per raggiungere questo obiettivo è utilizzare i membri della vostra razza umana e conferire loro il potere in modo che possano combattere i loro nemici dall’interno. Capisci quello che sto dicendo?'
'Quello che vuoi dire è che vuoi che diventi un guerriero per te, giusto?'
"No, non per me, per te e per quelli come te." Stavo cominciando a interessarmi alla sua storia
e ho iniziato a elaborare scenari altamente sofisticati di "Star Wars" quando mi sono ricordato che poteva leggermi nella mente e probabilmente sembravo ridicolo ai suoi occhi, quindi mi sono concentrato sulla colazione.
«Non preoccuparti», disse. «Lo fate tutti all'inizio. Ora concentrati perché questo
è importante. È qui che entri in gioco tu. Lo adorerai, è necessario fare sesso per creare un'energia potente.' Ho posato la forchetta e l'ho guardata meravigliata. Le ho sorriso e sapevo che sapeva esattamente a cosa stavo pensando, ma mi sbagliavo.
'NO! Non scoperai me ma uno dei miei subordinati. Una dea minore
senza le grandi potenze. Tuttavia è ancora molto potente a modo suo, quindi non pensare di poter fare quello che vuoi con lei. Sarà lei a comandare te, non il contrario. La incontrerai stasera."
«E dove sarai?»
«Da qualche parte nelle vicinanze.»
“Come è potuto accadere tutto questo?”, ho chiesto candidamente.
"Stasera andrai al pub conosciuto come "The Black and Red", dove andrai
incontrare una bellissima ragazza bionda dai capelli corti. Lei sarà la tua guida. Il suo nome è Khana. Da lì in poi farai l'amore con lei ad una certa ora in un certo posto. Lei ti dirà quando e dove."
Stavo per rispondere ma per qualche secondo mi sono sentita confusa e poi all'improvviso mi sono ritrovata tutta sola in cucina. La Gothic Liz o dovrei dire Ereshkigal era svanita nel nulla. Inoltre il tavolo era vuoto e non c'erano pentole sul fornello. Aprii l'armadio e trovai i due barattoli di fagioli al forno e di pomodori pelati dove di solito li mettevo. All'improvviso il percolatore suonò per farmi sapere che il mio caffè mattutino era pronto. Ho deciso di ignorare l'ultima mezz'ora fino a me
14
Ho guardato l'orologio e ho scoperto che erano le otto e per qualche motivo, non avevo più fame. Sembrava che avessi già fatto colazione. COSÌ! Era tutto questo reale? Ho deciso che sarei andato al pub questa sera per scoprirlo.
§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§
Alle sette di trenta pm, ero tutto armato e pronto per uscire. Indossavo una camicia nera, pantaloni in pelle nera, stivali neri e una giacca di pelle nera. Dato che avevo i capelli neri, tutto questo si adattava perfettamente. Avevo trovato il pub in questione su Internet. Stranamente, era uno dei pochi pub minori di Londra che aveva il suo sito. Sembrava molto gotico, quindi avendo raccolto un po 'di gioielli in argento qua e là, ho pensato di indossare un pentagramma rovesciato da aggiungere ai drammatici della sera. Volevo uscire più possibile da questa sera ed essendo un giornalista, ero sicuro che avrei avuto una sorta di storia anche se non era la mia specialità. Dopo tutto potevo scrivere, e forse ero su qualcosa di grande qui. In ogni caso, apparentemente stavo per fare un po 'di sesso questa sera e questo da solo ne valeva la pena.
Il pub era l'altro lato della città nella zona di Brixton. Non è il luogo più rassicurante per cercare piacere, ma c'erano molte ragazze lì anche se la maggioranza non era tutta bionda. Almeno non dovrei preoccuparmi di definire la ragazza giusta. Le bionde tendevano a distinguersi su un arto in quella zona di Londra. Presto ho trovato il pub che ha lasciato la mia auto a un quarto di miglio di distanza per ogni evenienza. Quando arrivavo vicino al posto, la musica rock pesante forte si stava allacciando dalle finestre aperte e dalla porta. Sono entrato e l'ho trovato molto buio a parte le luci colorate che lampeggiano in tempo con la musica. La maggior parte di loro era rosso vivo e alcuni strobi verdi aggiunti all'atmosfera del luogo. Mi sono fatto girare fino al bar impegnato a spazzolare le spalle con le donne più belle che avessi mai visto, ma sfortunatamente nella maggior parte dei casi, accompagnato da cattivi pesanti che non sembravano apprezzare gli estranei. Ciò che mi ha più stupito è stato il fatto che c'erano pochissime persone colorate nel luogo e tuttavia questo distretto è particolarmente noto per la sua popolazione afro. Forse questo pub era speciale dopo tutto. La maggior parte delle donne avevano la pelle chiara ma indossava gonne gotiche nere con abbigliamento e trucco abbinati come per gli uomini; Erano in pelle o in cotone nero anche su gotico. Mi è venuto in mente che la mia scelta di vestiti non era una coincidenza. Gothic Liz mi aveva ottenuto telepaticamente o era davvero una mia scelta? Non lo saprò mai.
15
Mentre mi avvicinavo al bancone, ho potuto vedere diverse ragazze sedute su sgabelli. Tre di loro erano biondi. Come potrei sapere quale era Khana, se qualcuno di loro fosse affatto? Ho deciso di suonarlo a orecchio e rilassarmi e vedere cosa sarebbe successo. Stranamente c'era uno sgabello vuoto tra due ragazze, quindi quando l'ho raggiunto mi sono seduto. Mentre aspettavo il barman, ho iniziato a studiare le due ragazze su entrambi i lati. Quella della mia sinistra era di circa venticinque anni, o lì, almeno è quello che sembrava essere, ma poi anche Gothic Liz e io ricordavamo quanti anni aveva detto che aveva. Questa ragazza aveva un aspetto ariano attorno a lei. Aveva capelli chiavi molto corti e una carnagione molto giusta. Aveva gli occhi blu penetranti e grandi labbra rosse. Sembrava triste con il suo grosso mascara attorno alle iridi blu profonde. Indossava una canotta satinata morbida nera lucida con una fitta cintura in pelle intorno alla vita. La gonna in pelle nera era estremamente corta e si alzava a metà delle cosce, che erano incrociate l'una sull'altra dando loro un fascino sensuale in più. Aveva anche stivali a tacco alto anche nero e le sue gambe erano nude. È vero che era così caldo dentro che tutte le ragazze con abiti e gonne avevano gambe nude. Questa ragazza aveva gambe luccicanti particolarmente lisce dal fondo dei suoi stinchi alla parte superiore delle cosce anche sotto la sua micro gonna. La sua figura andava bene ed era ovviamente piuttosto alta, circa cinque piedi sei, il che aiutava le sue proporzioni, equilibrava perfettamente. I suoi seni morbidi stavano arrogando in modo arrogato la canotta, definendo così il fatto che non indossava un reggiseno, la forma dei suoi capezzoli sporgenti era perfettamente visibile.
La donna alla mia destra sembrava un po 'più grande, forse a metà trent'anni con i capelli sabbiosi. Indossava una camicetta di cotone nera su una gonna nera lunga ma a fessura che mostrava all'interno della divisione e perfettamente curve dalle sue tacchetti alla cima delle cosce. Guardando la parte superiore della partizione nella gonna, sembrava che non indossasse mutandine, che ovviamente contribuivano ai pensieri feticci che potevano sollevare un fallo in pochi secondi. Il mio stava già arrivando e si ispedisce al secondo. Quando il barman è arrivato, ho smesso di fantasticare e ordinare "sovvenzioni" dritte senza ghiaccio. Volevo comprare da bere alle due ragazze, ma entrambi avevano bicchieri pieni di fronte a loro. Ho deciso di andare a rotto e mentre il barista mi ha portato il mio whisky, ho colto la possibilità di ordinare la ragazza sulla mia destra che mi era più vicina.
'Posso offrirti un drink?' Ho tentato di sorridere agli occhi verdi sulla mia destra.
'Bene, grazie signore', fece le fusa in un accento dal profondo a sud degli Stati Uniti.
'Avrò un gin e arancione per favore.' Mentre parlava la ragazza sulla mia sinistra sorrise a se stessa tirando fuori una lunga sigaretta sottile dal pacchetto prelevato dalla sua borsa e la metteva
16
Sensualmente tra le sue labbra. Era come se conoscesse la mia prossima mossa e in qualche modo la provocò persino. Ho tirato fuori il mio Ronson e l'ho illuminata mentre la donna sulla destra guardava quasi disgustata.
"Grazie" disse la ragazza a sinistra. "Sono Khana" ha aggiunto. Mi sentivo stupido ma
ho continuato a agire come se fossi interessato all'altra signora. A sua volta si presentò nel suo profondo accento che sbava il sud.
'Il mio nome è Naomi ma va bene se sei più interessato agli adolescenti, niente
sbagliato in questo. "
'In realtà stavo solo passando e ho visto questo posto, quindi sono entrato. C'era un
Sgabello non occupato al bar tra due donne affascinanti, quindi ho pensato di sedermi. "
Mi sono rivolto a Khana e le ho chiesto cosa stesse bevendo. Ha ordinato una vodka e un tonico direttamente senza rispondermi. Ho dato per scontato che dovessi pagare comunque.
'Allora da dove vieni?' Chiese Khana mentre guardava Naomi dall'angolo di
il suo occhio.
'Londra! Vengo da Londra e il mio nome è ... "
'Desmond lo so.' Sentendo il mio nome dalle labbra di Khana, Naomi si mosse
via per disgusto, che ha fatto sorridere Khana.
'Quindi!' Disse Khana. "Che ne dici di andare da qualche parte per vedere qualche azione?"
'Non c'è abbastanza qui?' Ho risposto mentre prendevo un sorso di whisky.
'Conosco un posto dove le cose si muovono ancora più velocemente.'
Non sapevo davvero cosa voleva da me a parte il sesso e anche quello, non ero sicuro di cosa. Era ovvio una ragazza bella e sessualmente stimolante come lei poteva trovare una presa molto migliore di me, ma era stata concordata con Gothic Liz che Khana e io dovevamo fondersi fisicamente, quindi non mi lamentavo. Tuttavia, l'idea di andare in qualche altro posto notturno rumoroso non era davvero nei miei piani per la sera, ma volevo arrivare al fondo di tutto questo mistero, in particolare l'ambiguità che ci collegava entrambi alla ragazza con la gonna nera . La storia di Gothic Liz era vera o avevo appena immaginato i fagioli al forno, i pomodori e il caffè. Per non parlare dello strano sogno che sono sicuro che la mia fertile immaginazione potrebbe certamente spiegare da qualche parte lungo la strada. Mi aveva preparato con questo Khana e ci sarebbe stata una trappola orribile che mi aspettava da qualche parte? E cosa riguardava tutto questo sull'uso del sesso per creare energia potente? L'unico modo per scoprirlo era seguirla e viverlo. Ma allora sarei stato un manichino nel farlo?
17
'Bene allora! Se insisti, andiamo da qualche parte dove c'è azione. Ero sotto
L'impressione doveva accadere qualcosa di fisico tra noi.
'Lo farà, ma la pazienza Desmond. Eres non te lo ha detto? "
'Chi?'
'Eres!' Mi guardò stupidamente!
'OH! Probabilmente la conosci sotto il nome di Gothic Liz; Eres è il suo vero nome.
In realtà è Ereshkigal ma la chiamiamo Eres. "
Ho sorriso a capire il minuscolo e trovandolo abbastanza carino allo stesso tempo. 'IO
Conosci il nome Ereshkigal che mi ha detto ma non conoscevo il suo soprannome. Tutto quello che ha detto era che dovevamo stare insieme e fare sesso per una sorta di energia. "
'Dobbiamo creare un collegamento energetico per combattere il nemico. Ma! Dobbiamo farlo a un
certo tempo in un determinato luogo. Ora, se vuoi solo fare sesso, possiamo farlo qui se vuoi passare al posto in cui voglio portarti dopo. "
Senza permettermi di rispondere, mi ha preso per mano e mi ha tirato nel gabinetto delle donne dove ha gettato fuori le due ragazze che stavano rifatte il loro rossetto e chiudeva la porta dietro di lei. Poi mi ha afferrato tirandomi in uno dei cubicoli aperti. Non ho aspettato; Ero già duro e stavo decomprimendo i miei pantaloni mentre mi tirava su una gonna dove potevo confermare ciò che avevo pensato. Non indossava mutande. Mi ha spinto sul sedile chiuso e sedeva a cavalcioni. Il mio pene la salutava in modo intelligente mentre le scendeva permettendole di penetrare nell'umidità del suo interno con la levigatezza e la facilità. Potevo sentire i brividi dalla mia testa lungo la schiena e nella mia pancia inferiore. Non ci volle molto perché il mio succo si muovesse lungo l'albero e nella sua caverna. Il mio sangue stava bollendo e i miei muscoli erano tesi mentre il processo di fusione intensa stava succedendo. Speravo in un po 'di orgasmo reattivo da lei allo stesso modo in cui il gotico Liz aveva reagito, ma rimase piuttosto fredda in tal senso. Poi è uscita con la frase più sorprendente che potevo immaginare ma riflettendo, sapendo chi fosse Gothic Liz e che Khana era della stessa specie, non mi ha davvero sorpreso.
'Mi dispiace deluderti ma Eres stava simulando. Lo fa sempre. Lei è una
Dea molto potente e ci vuole molto di più di un maschio umano per farla andare, ma è anche molto diplomatica e dal momento che aveva bisogno di te, non voleva ferire i tuoi sentimenti, quindi ha fuso il suo orgasmo. "
'E tu?' Ho chiesto innocentemente.
'Non ho tempo. Volevi fare sesso e dato che sembrava l'unico modo per farti farlo
18
Seguimi senza confusione, abbiamo fatto sesso. "Disse freddamente. 'Ora sei soddisfatto, puoi sfrecciare e venire con me. Dobbiamo andare da qualche parte. 'Ha finito la sua frase quasi come un'automate. Ciò che doveva essere fatto era apparentemente compreso tra noi e ora era giunto il momento dell'azione. Non ho scelta. Era molto placida per tutto e devo ammetterlo, mi preoccupava un po '. Dove mi stava portando?
'Molto bene!' Sono d'accordo mentre mi stavo zippando. 'Dove stiamo andando?'
'In un posto dove si vagano streghe, vampiri e altre belle creature
E ci faremo molto più tempo con le guarnizioni complete in un po ', quindi non ti perderai, ma ora dobbiamo andare. "
Mi sorrise e sbloccava la porta dietro la quale, ormai, c'era una folla di femmine arrabbiate in fila in modo inelegante. Abbiamo lasciato il pub in fretta e lei mi ha portato alla sua auto. Una bellissima Ferrari convertibile rosso rivestibile rivestibile con il tetto già aperto. Non riuscivo a credere ai miei occhi, sapendo che avevo lasciato il mio vecchio Austin a un paio di isolati di distanza dalla paura di essere stato rubato o distrutto. Questa magnifica automobile era proprio di fronte a un pub turbolento nel mezzo di Brixton e nessuno si avvicinò. O nessuno l'aveva notato, o era davvero una dea con una sorta di potere persuasivo per impedire alle persone di avvicinarsi. Intendiamoci, ha accettato di fare sesso con me nei servizi igienici delle donne solo per calmare la mia libido. Avrebbe potuto ipnotizzare. Avevo nuovamente dimenticato che poteva leggere i miei pensieri mentre analizzavo la situazione.
'Ora volevi fare sesso e non ero particolarmente contrario all'idea, quindi avrò avidità. Fa
Quella risposta alla tua domanda e sì, questa è la mia macchina e nessuno si è avvicinato perché, come hai indovinato, ho impedito che accadesse. Anche prima di chiedere informazioni sul trasporto di Eres, a parte TP, ha un grande rancho nero quattro per quattro. Le piace la forza e il potere robusti. Ora possiamo andare? Finì mentre si arrampicava in italiano rosso.
'Oh assolutamente. Ho concordato mentre mi accovacciavo per adattarmi al demone rosso
spaghettiwise. "Ho messo a tacere i miei pensieri anche se stavo vagando cosa fosse TP. Non avevo intenzione di chiedere.
§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§
19
Stavamo guidando da circa un'ora a sud. Era una notte calda con una luna argentata piena luminosa. Mentre mi guardavo, mi venne in mente che forse era legato a tutto il resto. Sapevo un po 'di queste cose che avevano viaggiato in molti paesi, alcune delle quali avevano persone che nel loro modo oscuro e inimitabile praticavano una sorta di stregoneria locale. Sapevo che i vampiri avevano letto numerosi libri tra cui Bram Stoker, Christopher Pike e Anne Rice ma ciò che era vero e ciò che non era, è rimasto ancora un mistero per me. Essere un giornalista di professione e per natura ero curioso di tutto, ma sono sempre rimasto pragmatico e non ho mai preso nulla sul valore nominale. Le cose dovevano essere dimostrate per me.
Mentre passavamo a Redhill e ci giravamo verso Reigate e poi in direzione di Crawley lungo la A217, ho avuto il tempo di pensare alle ultime ventiquattro ore. Khana rimase in silenzio al volante. Si stava concentrando sulla strada come se fosse in mente qualcosa di importante, ma aveva scelto di ignorare dando così la precedenza alla sua guida. Praticamente non c'era traffico e abbiamo navigato a una velocità di crociera di cinquanta mph quasi ovunque. Mentre ci avvicinavamo al taglio di Cuckfield, stavo cominciando a chiedermi quanto tempo era a lungo per durare. Continuavo a preoccuparmi del mio vecchio Austin rimasto nelle vicinanze del pub, e sarebbe stato lì la mattina dopo? Ci sarei stato, la mattina dopo? Khana improvvisamente ha rotto il silenzio.
'Smettila di preoccuparti, sta iniziando a infastidirmi. Sarà lì domani, e
Sarai lì per trovarlo. Abbiamo bisogno di te stasera e dopo, non ci vedrai più.
Non ho risposto ma mi sono preso a calci per non aver ricordato i suoi poteri speciali, o dovrei dire i loro poteri speciali. A pochi chilometri di distanza, è apparso un cartello segnato Heath e per qualche motivo indeterminato, sapevo che eravamo arrivati. Ci siamo trasferiti in una strada laterale mentre entravamo nella città addormentata e ci siamo trovati vicino a un cimitero. Non ero particolarmente preoccupato per i cimiteri, ma non ero usato per visitarli a quasi mezzanotte. Mentre ci avvicinavamo a quella che evidentemente era la nostra destinazione finale, mi muovei le gambe, che sembrava essere diventato insensibile dalla quiete. Sapevo che quando viaggiavano in aria, è importante muoversi sull'aereo per far circolare il sangue, evitando così un coagulo di sangue che si forma e raggiungendo il cuore, ma non lo avevo mai immaginato in un giro in auto. Probabilmente perché raramente ero il passeggero e avevo sempre qualcosa per occupare le diverse parti del mio corpo, ma in questo caso mi sentivo intorpidito dappertutto.
L'auto rossa con lo stallone nero alla fine del cofano si fermò e siamo usciti. Mentre guardavo oltre il muro del cimitero, ho potuto vedere le luci sullo sfondo.
20
'Dai, non è rimasto molto tempo, sussurrò Khana.' Questo mi incuriosiva ma ho obbedito.
"Perché sussurrai, hai paura di svegliare i morti?"
'Non essere sciocco. È per rispetto e non dovremmo parlare quando noi
Arrivo. "La sua spiegazione mi è andata bene, anche se sono rimasto scettico sul suo vero motivo per tagliare il suono delle nostre voci. Mentre ci giravamo dietro una grande lambe vicino alla chiesa, abbiamo visto un gruppo di uomini e donne in abiti bianchi attorno a un grande falò. Non riuscivo a riconoscere nessuno, ma avevo la sensazione che l'assemblea fosse incompleta. Qualcuno mancava. Mentre ci avvicinavamo agli altri, un uomo alto sussurrò a Khana dicendole di spogliarsi. A sua volta mi ha guardato ma avevo già iniziato, quindi non ha detto nulla. Ha appena sorriso leggermente alla mia comprensione istantanea della situazione. Pochi istanti dopo qualcuno ci stava consegnando ciascuno un mantello bianco, che abbiamo messo in fretta. Mentre guardavo indietro alla pira, notai che la folla si muoveva lentamente verso il centro. In lontananza ho potuto discernere una figura che camminava lentamente verso di noi. Era una donna, potevo dire dal suo passo. Inoltre, ho riconosciuto quel particolare ambo e mentre si avvicinava, anche se anche lei indossava un mantello è diventato ovvio per me che la signora era gotica Liz o per essere più precisa Ereshkigal. La grande dea era ora tra noi e sapevo che la cerimonia poteva finalmente iniziare.
Mentre si avvicinava alla pira, con la mano sinistra eliminò un lungo coltello a doppio bevelle da una guaina sotto il mantello e indicò il cielo. Khana mi ha riempito i dettagli.
'Questo è un Athame e sta per evocare i quattro elementi per assistere al nostro
Orgia. "La parola in bocca sembrava promettente ma così sorprendente allo stesso tempo. Eravamo seduti uno accanto all'altro in un grande cerchio attorno al fuoco quando lentamente ma sicuramente, la grande dea iniziò a salire in aria di fronte al fuoco. Presto si aggirava sopra le fiamme e sembravano leccare le gambe senza avere alcun effetto su di lei. Ha gridato un incantesimo, che, ero sicuro, poteva essere ascoltato per miglia; Ma dovevo scoprire in seguito che solo noi potevamo sentirla. Il mantello cadde dalle spalle tra le fiamme e lei fluttuava lì nuda in aria.
'Oh grandi elementi dell'universo; Ti indico e chiedo la tua presenza tra noi grande maestro della regione orientale che rappresenta l'aria mentre mi trovo e affronto l'Oriente.
21
Accendeva leggermente nella direzione orientale sopra le fiamme ancora leccando i suoi bellissimi vitelli e cosce senza danni apparenti. Sollevò il braccio sinistro puntando l'Athame dritto nel cielo. Il suo braccio destro era anche allungato verso il firmamento. Si voltò quindi verso il nord andando così in senso antiorario.
"Oh grande maestro della regione settentrionale, chiedo la tua presenza tra noi mentre rappresenti la terra."
Poi lentamente ruotò verso ovest che teneva ancora il suo Athame nella mano sinistra e allungando la destra fino al cielo.
"Oh grande padrona della regione occidentale, chiedo la tua presenza tra noi mentre rappresenti l'acqua."
Alla fine si girò lentamente verso il sud ancora nella stessa posizione.
"Oh grande maestro della regione meridionale, chiedo la tua presenza tra noi mentre rappresenti il ​​fuoco."
All'improvviso ci fu un'enorme esplosione e il falò sembrò riscaldarsi ancora di più, coprendola completamente. Fu soffocata tra le fiamme per alcuni secondi, poi si morì di nuovo mentre riapparveva circondata da tre dei e una dea. Avevo chiesto a Khana discretamente perché quando puntato a ovest ha cambiato il suo grido in padrona e Khana ha risposto che quella particolare divinità era una femmina senza entrare nei dettagli. Le cinque divinità sono tornate a terra ed Ereshkigal si è rivolto alla folla.
'I miei figli, siamo tutti riuniti qui per creare energia per combattere e distruggere il nostro
nemici. Lo faremo generando una forza positiva e potente attraverso il nostro kundalini. Questo sarà fatto attraverso i rapporti sessuali. La metà di voi è alieni di questa terra e dimensione e gli altri sono ciò che chiamiamo Earthlings. La combinazione delle due entità produrrà questa forza, che poi invieremo verso il nostro nemico e la distruggeremo. Saluta satana e lascia che l'orgia inizi ora. "
Ogni uomo si rivolse a una donna e ogni suo mantello si stringeva al proprio partner. Mentre pensavo a quell'ultima affermazione, non ho avuto il tempo di vedere tutto ciò che Khana mi stava gettando, nuda, mentre era se stessa, a terra arrampicandomi su di me che si diffondeva con le gambe ogni lato della mia vita. Il mio fallo era pronto e pronto mentre le accarezzava per la prima volta le guance con esso dopo di che lo mise lentamente in bocca. Le stavo accarezzando le cosce, che mi afferravano strettamente i lati della vita. La mia mano si mosse all'inguine e sul suo clitoride. L'ho spazzato su mentre
22
Ha gettato la testa di nuovo chiudendo gli occhi in puro piacere rilasciando così il mio palo, che ormai stava pulsando con la fame che aveva bisogno di toccare le estremità delle labbra della donna che potrebbero essere. Ha iniziato a muoversi giù permettendomi di vicino alla sua vulva che ormai era abbastanza umida. Alla fine potrei penetrarla mentre giocavo ancora con il clitoride. Potevo percepire che era in estasi, ma mentre entravo in lei, ho quasi dimenticato cosa poteva davvero provare, perché il mio piacere è passato da un'estasi quasi estrema al rapimento assoluto. Stavo controllando il mio flusso, ma mentre mi muovevo dentro e fuori a scuoterla sempre più velocemente mentre lei stessa stava esercitando un movimento verticale sull'addome, non riuscivo a prevenirmi di venire. Nel giro di pochi istanti sapevo che era così. La felicità estrema scorreva attraverso il mio sistema interno e nella sua nave. Il mio seme correva veloce e furioso contemporaneamente al suo orgasmo che esplodeva sulle punte delle mie dita, che stavano giocando con il suo posto. (Almeno pensavo che stesse avendo un orgasmo ma sapendo quello che sapevo, non sarò mai sicuro). Ha emesso un urlo mentre ruggì di gioia, ma non eravamo gli unici in questo luogo di pace, godendo di questo momento estremo. Mentre guardavo Khana ho notato che stava succhiando il cazzo di un altro uomo mentre mi godevo le carezze sul clitoride e mi darò piacere dentro di lei e questo stava succedendo in tutto il cimitero. Tutti erano legati a qualcun altro in ogni posizione sessuale possibile. Eravamo tutti bloccati insieme mentre le nostre energie scorrevano per lunghi minuti. Era il coito più lungo che avessi mai sperimentato e mi venne in mente che tutte le altre coppie erano arrivate esattamente allo stesso tempo come noi. All'improvviso apparve una strana nuvola bianca bluastra sopra di noi e le fiamme del falò si riaccendevano mentre raggiungevano l'immenso firmamento colorato. Era ovvio che i desideri di Ereshkigal erano stati realizzati. L'intero processo energetico aveva funzionato e ne avevamo avuto un grande piacere. Ero pronto a ricominciare tutto da capo se necessario, ma avevo la sensazione che fosse l'unica volta che sarebbe mai successo e mi dispiace che tutto sarebbe finito lì e poi.
Mentre Khana si alzava, mi guardò con tenerezza e sorrideva come per dire "grazie, hai salvato la mia gente", ma come potrei mai sapere quale sia stato il risultato di questo enorme incontro? Dovevo solo accettare l'inevitabile mentre la guardavo vestirsi di nuovo. Ho fatto altrettanto bene come tutti gli altri. Il fuoco era uscito e tutto sembrava di nuovo alla normalità. Ereshkigal era tornato nei suoi vestiti gotici. Era diventata ancora una volta Gothic Liz o semplicemente la ragazza con la gonna nera. Si avvicinò
23
per me e mi baciò profondamente sulla bocca aprendolo mentre lo facevo. Il bacio è durato circa un minuto mentre Khana stava guardando con un sorriso di soddisfazione.
"Grazie Desmond", ha pronunciato Gothic Liz. 'Grazie per tutto e credi
Io, non te ne pentirai mai fino al tuo giorno di morte perché quando arriverà, saremo lì per darvi il benvenuto tra noi. Un giorno anche tu sarai un dio. Ci vedremo di nuovo, non abbiamo paura. "
Quell'ultima affermazione era un po 'strana, ma l'ho presa solo per quello che valeva lo sperone del momento; Avevo altre cose in mente. Si allontanò delicatamente prima che potessi dire qualsiasi cosa, eppure c'era una cosa che mi dà fastidio in particolare. Mi stava perturbando da quando ho incontrato Ereshkigal per la prima volta l'altra mattina quando mi si era presentata. Avevo trovato la verità.
'Prima di andare, c'è qualcosa che devo sapere.'
'Sì, ​​che cos'è?' Chiese casualmente anche se ero sicuro che lo sapeva già.
'Perché ti chiami Gothic Liz? Voglio dire, cosa c'entra
Ereshkigal? "
'Semplice. Sono gotico, sono sempre stati bene negli ultimi trenta dei tuoi anni
Comunque. Ereskigal può essere tradotto come Erzebeth, che diventa Elizabeth e infine Liz, è più facile. "Sorrise. Non sapevo abbastanza come prendere quella spiegazione, ma sapevo che era l'unico che avrei ricevuto, quindi ho dovuto accettarlo. Sono stato sopraffatto dal suo calore e affetto nei miei confronti. Potrei davvero sentire fisicamente un'energia immensa che mi attraversa dall'alto verso il basso e di nuovo e in ogni altra direzione. Ho appena guardato lei e Khana notando allo stesso tempo che solo noi tre siamo rimasti nel cimitero, poi ho perso la coscienza. Mentre lo facevo, potevo sentire Khana che mi diceva qualcosa; Sembrava provenire da lontano anche se sembrava sussurrare all'orecchio.
'TP significa teletrasporto!' Lei sorrise e mi baciò e poi svanì.
§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§
Mi sono svegliato a casa nel mio letto pieno di scintille e sono pronto per partire. Ero affamato e avevo una colazione abbondante, quindi mi alzai, andai in cucina e mi cucinai un po 'di pancetta e uova, con fagioli e pomodori al forno. Come sempre tutto era nel posto giusto. Dopo una doccia calda e poi fredda, mi sono vestito e non sapendo davvero perché, ho deciso di uscire a fare una passeggiata lungo la strada.
24
Avevo passeggiato un paio di centinaia di metri quando mi sono avvicinato al negozio di abbigliamento dove avevo visto per la prima volta Gothic Liz. Speravo di essermi imbattuto di nuovo in lei e mi sentivo come se tutto ciò non fosse successo e tuttavia, ma non c'era gotico Liz all'orizzonte. Ho guardato attraverso la finestra del negozio ma non ho visto nessuno che ho riconosciuto. Quindi, ho passeggiato fino a raggiungere un bar. Ho aperto la porta e sono entrato. Era quello in cui ero stato con Eres, dato che ora mi piaceva chiamarla, quindi mi sono seduto allo stesso tavolo e ho aspettato che la cameriera venisse e mi chiedesse quello che volevo. Era la stessa cameriera. Si avvicinò al mio tavolo e avevo la sensazione che stava cercando Liz.
'La tua ragazza fumante non è qui oggi?'
"No," Non è sfilata, è svanita dalla mia vita. "
'Stai meglio senza di lei' ha sussultato. Ovviamente, non ero d'accordo ma non lo ero
In procinto di discutere di darle le mie ragioni, quindi ho appena ordinato un caffè e lei è andata via per ottenerlo. In realtà non era male. Nei suoi trent'anni, capelli scuri e un bel viso, anche belle gambe, ma non ero dell'umore giusto per muoverla. Avevo ancora la scorsa notte nella mia mente e speravo in un altro rituale simile, ma sapevo in fondo che non sarebbe mai più successo. Il caffè è arrivato e con esso, una sorpresa infernale.
'Eccoti signore, un bel caffè fumante caldo.' Disse una voce familiare. Ho cercato
E c'era Khana. Era lei che me l'aveva portata. Era vestita con un grembiule da cameriera e sembrava più sexy che mai.
'Ehi Khana, cosa stai ding qui?' Ho chiesto eccitato.
Mi ha sorriso mettendo il dito indice sulle labbra emettendo un suono SSSHHHHH.
'Lavoro qui, almeno per oggi. Mi chiamo Hanna e nessuno mi conosce sotto
Qualsiasi altro nome quindi non rovinarlo. Abbiamo deciso di permetterti di mantenere la memoria di ieri sera, ma se inizi a riferirti o provi a rivederci, dovremo rimuoverlo, capisci? "
'Non voglio fare problemi ma ...'
'Capisci?' Ha ribadito fermamente. I suoi occhi erano affilati e minacciosi
Ora e sapevo che dovevo obbedire. Il sesso era stato meraviglioso ma non ero un incontro per queste dee anche se credevo a metà del mito. Sapevo che per il resto della mia vita non avrei mai dimenticato questa esperienza e non lo volevo neanche. All'improvviso mi è venuta in mente un'idea, quindi l'ho guardata e acconsentito.
'Si, capisco.'
'Bene, allora è risolto. Bevi il tuo caffè e vai, è in casa. "
25
Mi fissava per un po 'lasciando andare la coppa, poi sorrise di nuovo e alla fine si voltò e si allontanò. Ho bevuto il caffè e sono tornato a casa. Quando sono arrivato mi sono seduto al mio computer e ho iniziato a scrivere la mia storia. Sapevo che non l'avrei pubblicato su nessuna rivista, ma almeno sarebbe stata una sorta di testimonianza che avevo effettivamente vissuto questa avventura. Quindi eccolo qui.
§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§
Annesso a quanto sopra:
Mi sono svegliato questa mattina con l'impressione di aver sperimentato qualcosa di strano ma immenso alcune notti fa. Ho anche la sensazione di averlo scritto da qualche parte solo non riesco a trovarlo da nessuna parte. È come se tutto fosse stato rimosso dalla mia memoria e persino il mio computer non ha registrato la mia scrittura. Ho un bizzarro ricordo, tuttavia, qualcosa su una ragazza con una gonna nera. Oh bene, immagino che sia solo un'altra di quelle stranezze della vita. Sembra che oggi sarà un'altra bella giornata.
LOKI_GRONDWITCH!

Storie simili

Attraverso l'eternità (L'infinito) Libro 3 - Capitolo 12

Il Cavalierato Dopo quella maledetta serata, Noah non aveva fretta di uscire dai bagni, e il fatto di avere la stanza tutta per sé era una gradita serenità. Inoltre presto sarebbe tornato a vivere per strada, dove i bagni caldi erano pochi e rari. Era bello assaporarlo finché poteva, così come la sensazione di un'uniforme fresca. Si fermò nella sala mensa e prese del pane e una mela, poi tornò al suo dormitorio, dopo aver trascorso le ultime ore bramando la morbidezza del suo letto come una vecchia fiamma. Sembrava che non appena chiudeva gli occhi, si aprivano al suono di...

500 I più visti

Likes 0

Scottature inaspettate

Mi è sempre piaciuta la vita crescendo, mio ​​padre si era risposato dopo che mia madre era scappata con un altro ragazzo quando ero bambino e avevo una sorellastra molto sexy con cui andare con una matrigna follemente sexy. Ricordo che ogni volta che facevamo una festa in piscina invitavo tutti i miei amici a venire solo per vederla in bikini, poi quando la mia sorellastra avrebbe compiuto 18 anni sarei stato il ragazzo con cui i ragazzi avrebbero stretto amicizia solo per avere la possibilità di avvicinarsi a lei. Quello che non potevo dire loro era che vederla in bikini...

498 I più visti

Likes 0

La ciliegia di Internet

Ricordo di aver ricevuto il mio primo massaggiatore AOL quando avevo 11 anni. So che i computer non esistevano più da allora, ma ho vissuto una vita protetta ed era la prima volta che mia madre pensava di comprarci un computer. Non passò molto tempo prima che mi innamorassi di Internet e di tutto ciò che offriva. Tutto è iniziato quando mi sono annoiato e ho trovato un sito di giochi dove potevi giocare a giochi da tavolo e parlare con le persone direttamente online. La chat presto mi ha indirizzato alle chat room e a chiunque volesse parlare con una...

383 I più visti

Likes 0

Il rapimento e lo stupro di Trac 1

Traci sta percorrendo un sentiero nel bosco appena fuori dalla sua città natale. È una bellissima ragazza nera che indossa un paio di pantaloncini corti bianchi, una camicetta nera, mutandine nere e reggiseno. Mentre percorreva il sentiero pensava al suo nuovo amico online in Texas. Gli aveva fatto sapere che voleva saperne di più sul BD/SM e gli aveva confidato che aveva fantasie di stupro che la rendevano molto bagnata quando ci pensava. Le aveva promesso di aiutarla a realizzare la sua fantasia se fosse venuta a trovarlo. Era talmente immersa nei suoi pensieri che non sentì i passi che si...

602 I più visti

Likes 0

Fratello adottivo nuova vita parte 1

Ciao, mi chiamo Shawn Roberts, ho 19 anni (compiego il 20 il 2 luglio), 5'10, afroamericano, con capelli corti e neri e occhi neri (marrone scuro ma sembrano neri come la pece). Ti racconterò una storia interessante su come è cambiata la mia vita sessuale durante il liceo. Ehi Shawn! Ho sentito una voce chiamare il mio nome da lontano mentre ero alle prove di pista. Ho guardato in lontananza e ho visto le mie 3 migliori amiche più vicine. Sono tutti ridicolmente stupendi (per fortuna). Ho finito il mio giro e ho attraversato il campo di calcio per vedere cosa...

329 I più visti

Likes 0

La mia cugina cagna e la sua amica

È iniziato come un giorno come nessun altro, alzarsi la mattina e fare la mia pulizia regolare e nutrirmi bene come fanno tutti. L'unica cosa che non era proprio come le altre mattine che avevo due bellissime ragazze qui con mia madre era come la maggior parte delle altre che mi trattava come se avessi tre anni quando in realtà ho 17 anni ha insistito sul fatto che mia cugina Sadia stesse con me. Ora mia cugina pesava 112 libbre, capelli biondi, occhi azzurri, seno 36C, culo perfetto e stretto, e le labbra succulente quelle se le avessi baciate probabilmente saresti...

2.1K I più visti

Likes 0

Una storia per donne

Prima di iniziare... Facciamo un patto. Se ami la mia storia, aggiungi SnapC. Desidero incontrare persone di mentalità aperta e amo condividere e ricevere foto. Affare? Utente: Kazaragh Le mie fantasie e desideri sono infiniti, tutti abbiamo voglie e feticci. Il piacere è la cosa più naturale che noi umani possiamo desiderare, e desiderare è umano. Lascia che la mia scrittura si imprima nella tua mente, prenditi il ​​tuo tempo per immaginarla e per gli anni a venire ricordala. Vi scrivo con il desiderio di condurvi in ​​un viaggio della mente tentando di prendere la lussuria dentro di me e mettendola...

2K I più visti

Likes 0

Madeliene è solo deserti

Correndo verso la sua macchina con un vestito nero attillato e tacchi alti con cinturino alla caviglia, Madeliene non si accorse dell'uomo in piedi nell'ombra finché non si schiarì la voce. Voltandosi per affrontarlo, vide un uomo alto e muscoloso in pantaloni neri, maglietta e berretto da baseball. Prima che possa reagire, c'è uno scoppio del dispositivo nella sua mano e il suo mondo esplode mentre i dardi del taser la colpiscono nelle costole, erogando 10,00 volt. Crolla sul pavimento del garage, contorcendosi ma incapace di muovere un muscolo da sola. L'uomo la gira rapidamente e le ammanetta le mani dietro...

1.3K I più visti

Likes 0

Una notte sorprendente

I miei amici e io ci siamo sempre divertiti a sperimentare nuovi modi di intrattenerci a vicenda, ma fino a poco tempo fa eravamo a corto di vapore. Io e Dave abbiamo lavorato nella stessa azienda negli ultimi quattro anni, mentre le nostre rispettive amiche, Susan e Jenny, possiedono una piccola boutique di moda. Di solito dopo aver visitato un wine bar o un club, tornavamo a casa mia per un bicchierino o due. Dopo il viaggio di sabato scorso in un wine bar spagnolo locale, eravamo tutti abbastanza allegri e abbiamo deciso di comprare dell'altro vino e tornare a casa...

1.1K I più visti

Likes 0

Sarah incontra un pazzo

Sarah incontra un pazzo Quando mi hanno lasciato andare, hanno detto che non ero più un pericolo per me o per gli altri. Cinque vittime in cinque stati diversi in seguito potrebbero averle convinte a rivedere la loro opinione. Le mie foto che mostrano in TV sono state scattate anni fa, quando mi hanno beccato per la prima volta. Mostrano un disegno di come un artista pensa che potrei apparire se dovessi farmi crescere la barba. È incredibile quanto poco mi assomigli. Mi piace piuttosto la mia barba. Quando raggiungi la mia età, dicono che hai la faccia che meriti. E...

963 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.