Susanna 1

629Report
Susanna 1

Ho fatto il check-in al mio hotel in Lygon Street, domenica pomeriggio tardi. Ho percorso i pochi isolati da lì fino all'Università di Melbourne, ho trovato il banco di registrazione per la conferenza a cui avrei partecipato per il resto della settimana, mi sono registrato e poi sono andato alla reception "gratuita", pagata con la quota di registrazione.

Stavo chiacchierando con alcuni degli altri partecipanti che avevo incontrato in altre conferenze simili. Una giovane donna molto attraente si è unita al nostro gruppo, ho immaginato che fosse una studentessa, quindi ho fatto uno sforzo per includerla nel nostro piccolo gruppo.

"CIAO! Sono Bill Smith. Immagino che tu sia uno studente di dottorato. Ho ragione?"

"SÌ. Sono Suzanne Jones. Sono al primo anno di dottorato all'Università di Adelaide."

L'ho presentata al resto del nostro gruppetto e abbiamo chiacchierato tutti insieme per un po', finché l'alcol non è finito e la gente ha cominciato ad allontanarsi. Quando anch'io ho iniziato ad allontanarmi, Suzanne sembrava andare alla deriva con me.

"È stato gentile da parte tua, Bill, includermi nel tuo piccolo gruppo."

“Beh, non era il mio piccolo gruppo, ma ricordo che quando ero studente alla mia prima conferenza qualcuno fece la stessa cosa per me. Gran parte del valore di partecipare a una conferenza come questa sta nei contatti non ufficiali durante i pranzi, le pause tè e altri eventi sociali. Spero di averti aiutato a entrare nei gruppi di pettegolezzi.

"Grande! Grazie! Posso offrirti un altro drink per ringraziarti? Per favore?"

"Perché no? Sei molto bella e la notte è ancora giovane."

Mentre bevevamo in un piccolo bar, in Lygon St, appresi che il supervisore di Suzanne aveva trovato i fondi per un biglietto aereo economico da Adelaide a Melbourne e per la registrazione in una concessione studentesca, ma non c'erano abbastanza soldi per l'alloggio e nemmeno per il cibo. Stava pensando di prenotare un ostello per viaggiatori con lo zaino in spalla per la settimana. Viveva con un ragazzo nel suo appartamento ad Adelaide, ma stava pensando di buttarlo fuori perché la tradiva. Devo aver bevuto molto perché mi sono sentito dire a Suzanne che mia moglie da più di 30 anni aveva perso interesse per il sesso e io non ne avevo avuto negli ultimi sei mesi.

"Oh! Deve essere terribile! Perché non ti prendi un amante?"

«Ci ​​ho pensato, ma non voglio ferire mia moglie. Stiamo ancora molto bene insieme. Se lo scoprisse, distruggerebbe il nostro matrimonio”.

“Beh, immagino che tu viaggi molto. Perché non un amante che vedi solo quando sei lontano da casa?

"Funzionerebbe, solo che non so come procedere."

"BENE. Mi offro volontario per questa settimana. Ho bisogno di un posto dove dormire. Vorresti un amante. Se torno nella tua camera d'albergo con te, entrambi otterremo qualcosa di cui abbiamo bisogno.

Ero scioccato. Sono rimasto scioccato con me stesso, perché in realtà l'idea mi piaceva. C'era un sorriso enorme sul mio viso. Il mio cazzo stava crescendo nella gamba dei pantaloni. Suzanne guardò il mio enorme sorriso.

“Lo prendo come un 'sì', giusto? Penso che dovresti offrirmi la cena prima. Posso lasciare il mio zaino nella tua camera d'albergo prima che mi porti a cena?"

Quindi abbiamo camminato per la breve distanza fino al mio hotel. Le birre che avevo bevuto mi hanno preso così sono andato in bagno a fare pipì. Quando tornai in camera da letto fui accolto da una visione erotica. Suzanne era completamente nuda, di spalle, china sullo zaino, alla ricerca di qualcosa. La prima cosa che ho visto è stata la sua figa e il suo culo che puntavano verso di me. Poi ho notato la sua maglietta, i jeans, il reggiseno e le mutandine ammucchiati accanto a lei. Tirò fuori dallo zaino qualcosa di nero, andò a indossarlo, poi cambiò idea e lo gettò sul letto.

Mi ha visto lì in piedi ed è venuta da me. L'ho stretta a me e ho iniziato a baciarla. Lei ricambiò il mio bacio e mi abbracciò. Ho giocato con i suoi capezzoli e lei gemeva nella mia bocca, ma quando ho iniziato a far scivolare la mano verso la sua figa lei si è allontanata da me.

"NO! Non ancora! Voglio che tu pensi a tutti i modi in cui mi scoperai mentre ceniamo. Voglio che il tuo cazzo sia rigido da ora fino a quando non torneremo qui, se riusciamo a tornare qui, e tu me lo immergi dentro per la prima volta.

Frustrato, mi sono lamentato, ma ho deciso di giocare secondo le sue regole. Prese l'indumento nero dal letto e se lo indossò sul corpo nudo. Era uno splendido vestito nero, sexy senza essere troia. Finiva a metà coscia, era senza maniche e con spacco sul retro per esporre le scapole. La scollatura affondava leggermente nella scollatura, ma non così tanto da essere estrema. Mi ha spiegato che è realizzato con una nuova fibra artificiale che non ha mai avuto bisogno di essere stirata. Era accartocciato nello zaino eppure ora sembrava perfetto. L'unica cosa troia di lei era che era nuda sotto il vestito, ma solo lei e io lo sapevamo.

Ma poi infilò a piedi nudi il paio di infradito di gomma che aveva indossato tutto il giorno.

"Mia mamma mi dice che questo vestito ha bisogno dei tacchi alti, ma non posso permettermeli."

Sua madre aveva ragione!

Di nuovo giù per le scale in Lygon St chiamai un taxi.

“Perché abbiamo bisogno di un taxi? Vedo 3 ristoranti nel raggio di 100 m.”

“Se devo passeggiare per Melbourne con una bellezza straordinaria, voglio che lei appaia al meglio in assoluto. Il tuo vestito è fantastico, ma tua mamma ha ragione; devi indossare i tacchi alti con esso.

“Ma non posso permettermi un paio di scarpe col tacco. Non ho indossato altro che infradito da quando ho iniziato l'università."

“Sto comprando i tuoi tacchi. Il tuo compito è sceglierne alcuni che si adattino e siano comodi.

Una volta saliti sul taxi ho chiesto all'autista di portarci in un negozio di scarpe da donna che sarebbe stato ancora aperto. Ci portò in un negozio a soli 3 isolati dal nostro hotel; la tariffa era insignificante, quindi gli ho dato una mancia salutare per essere stato così utile.

All'interno del negozio un giovane venditore, immaginavo fosse uno studente universitario, chiese a Suzanne di sedersi e si diede da fare misurandole i piedi. Fatto ciò andò a guardare il viso di Suzanne per chiederle cosa stesse cercando, ma mentre alzava il viso ovviamente intravide la figa scoperta di Suzanne e in qualche modo non alzò più il viso. Un sorriso enorme si allargò sul suo viso. Alla fine guardò Suzanne in faccia e le chiese che tipo di scarpe volesse.

Gli ho detto che volevamo un paio di scarpe col tacco semplici, non troppo alte, perché lei non era abituata a indossarle, ma abbastanza alte da valorizzare il vestito che indossava. Non poteva fare abbastanza per noi.

Mentre era fuori sul retro a raccogliere diverse paia di scarpe da far provare a Suzanne, lei mi ha dato un pugno sul braccio.

"Bastardo! Ti piace averlo pervertito sulla mia figa nuda, vero?"

"SÌ! Quasi quanto lo è Bob.» Bob era il nome sul distintivo che indossava.

Suzanne deve averne provate 30 paia prima di optare finalmente per un semplice paio nero con tacco di circa 2 pollici. Si sentiva a disagio nel camminare con qualcosa di più alto, e li giudicai abbastanza alti da mettere in mostra le sue gambe sotto quel grande vestitino nero. Bob avrebbe continuato a provare le scarpe finché lei non ne avesse provate tutte le paia, della sua taglia, nel negozio, perché per ogni paio che provava lui riusciva ad ammirare la sua figa.

Uscì dal negozio indossando le sue scarpe nuove e portando con sé un piccolo pacchetto contenente le sue infradito. Suzanne ha detto che si sentiva a suo agio a camminare con le sue scarpe nuove, quindi siamo tornati verso il nostro hotel e ci siamo fermati in un ristorante che sapevo, dalle precedenti visite a Melbourne, essere piuttosto buono.

Dopo cena tornammo al nostro albergo e, subito dopo essere entrati nella nostra camera da letto, pensai di essere morto e di essere andato in paradiso.

Quando io e mia moglie eravamo fidanzati, lei era piuttosto felice di fare sesso convenzionale con me. Tuttavia, quando qualche settimana prima del nostro matrimonio, le ho suggerito di provare il sesso anale, lei era così disgustata che non ha voluto parlarci per quasi una settimana. Quando alla fine ha ceduto, mi sono scusato profusamente e ho promesso che non avrei mai più sollevato l’argomento. Dopotutto, amavo quella donna e volevo davvero sposarla.

Suzanne, d'altra parte, adorava l'anale e, su suo suggerimento, il primo modo in cui l'ho scopata quella prima notte è stato nel suo culo.

Quando stavo insieme da qualche mese, prima ancora che fossimo fidanzati, lei mi confidò di aver mollato il suo precedente fidanzato perché lui continuava a chiederle di fargli un pompino. Trovava irritante la sua continua supplica, di fronte al suo persistente rifiuto, al punto da lasciarlo cadere. Inutile dire che non le ho mai chiesto un pompino, anche se la mia ragazza precedente si era divertita a darmeli, quasi quanto a me piaceva riceverli.

Non appena ho inculato Suzanne, lei mi ha leccato. Poiché erano passati 6 mesi dall'ultima volta che avevo scopato mia moglie, e poiché trovavo così erotico stare con Suzanne, non ho avuto problemi ad avere una nuova erezione, molto rapidamente. Infatti, molto presto stavo pompando il mio sperma in gola. Oh!

Inoltre, ai tempi in cui scopavamo ancora, mia moglie non mi permetteva mai di leccarle la figa, eppure Suzanne insisteva perché la scopassi con la lingua, dopo. Dio mio! Amavo Susanne!

Al mattino, quando mi svegliavo, avevo qualcosa di peloso premuto contro il viso e qualcosa di caldo e umido intorno al cazzo, che era già piacevolmente eretto. Ho preso nota mentalmente di suggerire di radere la figa di Suzanne per lei, prima di seguire il suo suggerimento e lavorare per farla venire immergendo la lingua nella sua figa, poi succhiandole le labbra, poi il clitoride, prima di tornare indietro e fare tutto di nuovo.

Quello che stavo facendo la fece gemere e gemere mentre la sua bocca si muoveva su e giù per il mio cazzo. La vibrazione extra causata dai suoi gemiti era troppo per me, e ancora una volta stavo pompando il mio carico nella sua bocca. Poi è venuta anche lei, che mi ha fatto scorrere in bocca un rivolo del suo sperma, che ho ingoiato con grande piacere.

Durante la conferenza durante il giorno abbiamo fatto tutto insieme, anche se non ci siamo toccati. Durante le pause caffè e pranzo ci univamo a gruppi di altri delegati della conferenza e partecipavamo alle discussioni sugli argomenti che erano stati presentati o che stavano emergendo. I contributi di Suzanne a queste discussioni hanno dimostrato che era molto astuta e prestava attenzione a ciò che gli oratori avevano da dire. Mi sentivo piuttosto orgoglioso del mio giovane amico.

Ma, lontano dalla conferenza, era una donna sessuale selvaggia e l'amavo per questo. La seconda notte la portai di nuovo a fare la spesa, questa volta non per le scarpe, ma per diversi cambi di vestiti; il suo vestito nero era fantastico, ma non volevo che indossasse la stessa cosa ogni giorno alla conferenza. Aveva programmato di andare vestita con jeans e maglietta ogni giorno, aveva con sé qualche maglietta pulita, ma volevo che apparisse al meglio, il che era dannatamente meraviglioso. Le abbiamo anche comprato una piccola valigia per portare a casa tutti i suoi vestiti nuovi.

In nessun momento mi sono offerto di comprarle dei vestiti intimi, né lei mi ha suggerito di farlo. Infatti per tutta la settimana, dopo quel primo ricevimento, non indossò mai più né mutandine né reggiseno. Anche questo era qualcosa che non avrei mai potuto, nella mia più sfrenata immaginazione, immaginare che mia moglie facesse.

Eppure ogni sera telefonavo a mia moglie e chiacchieravo per 5 o 10 minuti. Non era minimamente interessata al convegno e io non avevo intenzione di rivelare nulla di Suzanne, quindi non avevo molto da dirle. Di conseguenza, la maggior parte della nostra conversazione riguardava il suo lavoro, i suoi amici e le sue attività.

Forse avrei dovuto sentirmi in colpa perché la stavo tradendo, ma ero troppo euforico per i piaceri che Suzanne mi stava dando per sentirmi tutt'altro che estatico.

Troppo presto la conferenza finì e dovemmo prendere strade separate, ma non prima di aver promesso a Suzanne che sarei andato a trovarla molto presto ad Adelaide. Ci siamo scambiati gli indirizzi e-mail prima che tornassi da mia moglie a Sydney, e Suzanne è tornata ad Adelaide per cacciare dal suo appartamento il fidanzato traditore.

Continua.

Storie simili

House Girl X - Mongolia

Alle 9 del mattino, ora locale, io e Rick Cheney eravamo in volo, volando verso nord da Negombo, Sri Lanka, a Ordos, Mongolia Interna, Cina. Il nostro aereo era più pesante di due passeggeri, una mora inglese di alabastro con un passato danneggiato e una focosa ragazza irlandese con capelli rosso fuoco e una passione da eguagliare. Dopo aver raggiunto l'altitudine, il mio prototipo di aereo aveva adattato la sua aerodinamica alla sua configurazione ultra-elegante per la velocità. Una rotta diretta verso la nostra destinazione richiederebbe solo un paio d'ore di volo, ma non potremmo rischiare di essere scoperti volando a...

1.1K I più visti

Likes 0

Il Bar 3

Questo posto ti stava facendo impazzire. Ti girava la testa. Stai bene? Mio Dio quella voce. Uno dei motivi principali per cui ti girava la testa. Questa donna. Il barista. La guardi profondamente negli occhi. Perso in una mente piena di pensieri sporchi. Il suo sguardo non lasciava mai il tuo e per i brevi secondi prima che tu parlassi, sembravano ore. “Sto bene,” dissi severamente. Si è avvicinata a te. Puoi fermarti in qualsiasi momento, disse Mila. Le sue morbide labbra a pochi centimetri dalle tue. Perché stava facendo questo? Doveva sapere che ti stava facendo impazzire. Le scosti una...

811 I più visti

Likes 0

Vile - Capitolo 1 - Il mucchio

La calda spalmatura di nettare sanguigno sulla tua pelle di porcellana ringiovanirà il vuoto dell'oscurità all'interno del quale la tua anima dovrebbe ma non risiede, perché se il vuoto dello spirito è privo di tutto tranne il gelo amaro del nulla che sfida irascibilmente i propri desideri dovrebbe essere gettato da parte e riempito fino all'orlo dal sangue appena travasato.A te lascerò la servitù non del mio legittimo governo, ma al loro stesso lascito di eterna lealtà al trono d'avorio della Guglia Bianca su cui il Signore ti parla ora; i tuoi non servono al trono se dovessi appassire fino a...

749 I più visti

Likes 0

Una ragazza impara la lezione

Tornando faticosamente verso le stalle, Katy si chiese se questo lavoro valesse davvero tutta la fatica. Aveva fatto una lunga passeggiata e ora cominciava a piovere. Si sarebbe inzuppata nell'ultimo miglio. Tirò il guinzaglio del cane e iniziò a correre verso la fattoria e il rifugio. Lavorava al maneggio ormai da sei settimane e le vacanze estive erano quasi finite. Questo è stato l'inizio della sua settimana scorsa. Il lavoro non era molto ben pagato, ma poi la signora Johnson, la proprietaria della scuola di equitazione, permise a Katy di stallare lì il suo cavallo gratuitamente e lei poté cavalcare tutti...

495 I più visti

Likes 0

Melina della WWE

Era la mattina di mercoledì 28 dicembre mentre mi dirigevo verso gli uffici della WWE a Stamford alle 8:30. Due notti fa ho passato la notte con Trish Stratus, poi ieri sera ho passato la notte con l'ex diva Debra Marshall, anche se alla fine ero di umore acido perché ho scoperto che aveva cospirato con Stephanie per incasinarmi la testa. Abbiamo fatto sesso nella limousine, poi me ne sono andato verso le 22:00 e, per quanto ne sapevo, lei sarebbe tornata in Texas per fare qualunque cosa avesse fatto lì. Il sesso era fantastico, forse il migliore della mia vita...

540 I più visti

Likes 0

Silenzioso e senza fiato

Silenzioso e senza fiato È la casa di Tammy. Sta dando una festa. Quando arrivo lì, posso dire che è un po' alticcia... più rumorosa del solito. Ricevo il saluto regolare. Quando mi vede salta su e mi abbraccia con le gambe. Mi dice che le manca la mia faccia stupida poi mi offre da bere. Il resto della sua piccola squadra di Blow Out è lì. Sage e anche un paio di altri ballerini. So che è casa sua, ma non so come la paga. Davvero carino, troppo carino per uno della nostra età. Faccio il giro della casa, la...

579 I più visti

Likes 0

Paghi uno prendi due

Michael ha deciso di prendersi una notte libera dal suo lavoro di scorta, poiché una serata fuori in città era proprio ciò di cui aveva bisogno per ricaricare le batterie dopo una settimana davvero frenetica. Il molo 22 era un vecchio magazzino ristrutturato in una discoteca di recente apertura situata sulle rive del canale navale di Manchester. Era vicino al centro del paese ma abbastanza lontano da non arrecare disturbo a nessuno dei quartieri vicini. Dotato di un ristorante sul tetto che si affaccia sulle brughiere del Lancashire/Yorkshire, di un casinò con una cocktail lounge e di una delle sale da...

2.4K I più visti

Likes 0

Gokkun Bazooka

Barbara fece i gargarismi con i sei carichi di succo di noci salato e amaro caldo e ingoiò. Il signor Johnny numero sette si è fatto avanti e ha scaricato uno schizzo che ha colpito il palato di Barbara con un tonfo udibile. Il nome del ragazzo non era proprio Mr. Johnny numero sette, ovviamente. Barbara non conosceva il suo nome. Era un ragazzo in sovrappeso con capelli castano rossiccio, forse 35 o 40 anni e aveva un pene di 3 pollici. Barbara non l'aveva mai incontrato e non l'avrebbe mai fatto. Era il tipo di ragazzo che non avrebbe guardato...

1.5K I più visti

Likes 0

Piano vizioso

Il piano vizioso- FF7 limone di MISTER BIG T Questa storia accade dopo che il buon limone è stato posato. Vi avverto ragazzi! Se provate a fare qualsiasi cosa, qualsiasi cosa vi rompo le palle! Tifa urlò ai soldati che la circondavano. Aveva un po' di sudore sulla fronte ed era spaventata da morire. Highwind MK II ha girato a destra, verso il nuovo quartier generale di Shinra. Quando il vento forte è atterrato, sono stati accolti da un piccolo esercito di Perfect Clouds. Tutto perfettamente operativo. -------------------------------------------------- -------------------------------------------------- ----------------- Al campo dei nostri eroi, Yuffie dormiva in tenda. Sognava Cloud...

1.2K I più visti

Likes 0

Essere la troia del signor Miller - Parte 3

L'autunno sarebbe arrivato presto. Mi sono reso conto che era passato quasi un anno da quando il signor Miller mi aveva violentata nel suo campo di grano e mi aveva trasformata nella sua troia del cazzo personale. In quel periodo, alla fine ero cresciuto ma solo di un centimetro, ora ero 4'9 nemmeno un metro e mezzo. I miei capelli castani mi ricadevano sulla schiena ora lunghi e folti, e le mie tette avevano finalmente superato la mia coppa B e indossavo un reggiseno 32C a soli quattordici anni. Avevo sentito mia madre dire, quando pensava che non potessi sentire, che...

879 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.