Fare da babysitter con Tara pt.2

586Report
Fare da babysitter con Tara pt.2

Quindi, eccomi qui, in piedi nella stanza della mia migliore amica, il mio cazzo semiduro ancora nella sua mano, un po' del mio sperma ancora sulle sue labbra e sulla sua lingua. Mi sentivo come se la mia stessa forza vitale si fosse trasformata in sperma e fosse stata risucchiata fuori dal mio cazzo tutto in una volta. Eppure, volevo di più. Mi aveva appena fatto il pompino più incredibile della mia vita e ora volevo ricambiare il favore.

Si distese sul letto, scivolando fuori dalle sue mutandine che erano già impregnate di anticipazione, dandomi la prima visione completa di lei nuda. I suoi seni erano piccoli e vivaci, con i capezzoli appena di una tonalità leggermente più scura della pelle intorno a loro. Aveva anche la figa più incredibile che avessi mai visto, luccicante di un po' di umidità, rossa e gonfia per l'eccitazione e perfettamente rasata. Non mi sono mai veramente considerato un fanatico per aver succhiato, ma a quel punto avrei potuto leccarla fino a svenire. Il mio cazzo si stava già irrigidendo di nuovo, la baciai dolcemente, trascinandole baci lungo la mascella e il collo, mordendo scherzosamente e ascoltando i mezzi sospiri, mezzi gemiti di approvazione mentre lo facevo. Cominciai a massaggiarle le cosce, fermandomi sempre più vicino al suo monticello. Potevo sentire il suo respiro diventare un po' più veloce mentre la baciavo sul petto e iniziavo a leccare lentamente un capezzolo vivace prima di succhiarmelo in bocca, iniziando a succhiarlo e a passarci sopra la lingua. Emise un sussulto sorpresa mentre lo facevo, inarcando leggermente la schiena, spingendo più del suo seno nella mia bocca. Mentre le succhiavo il capezzolo, lasciai che la mia mano scivolasse fino alle labbra morbide della sua figa e iniziai a strofinarla, sentendola gemere dolcemente mentre lo facevo. Continuai a strofinare finché lei non si sollevò leggermente, facendo scivolare dentro di lei una delle mie dita. Ha emesso un altro gemito e ha iniziato a spingere contro il mio dito. Ho rimosso la mia bocca dal suo capezzolo e ho fatto scivolare il dito dalla sua figa, annusando il suo aroma dolce e muschiato prima di succhiare via la sua umidità. Mi ha guardato ansimando e ha detto: "Sono pronta". Ho sorriso, non ancora del tutto finito con lei, e ho detto "Dammi un altro minuto".

Continuai a baciare il suo corpo, sentendola aprire le gambe sotto di me. Mi fermai per un momento alla sua vita prima di continuare verso il basso. La stavo ancora massaggiando, ma ho tirato via la mia mano quando mi sono avvicinato alla sua figa. Potevo sentire il calore e il desiderio che irradiava da lei e sapevo che avrei potuto farla esplodere con una leccata se avessi dovuto, ma volevo renderlo memorabile. L'ho presa in giro un po', leccandole l'esterno delle labbra della figa, lasciando che la mia lingua di tanto in tanto scivolasse dentro, quel tanto che bastava perché lei gridasse e si urtasse contro di me, a quel punto mi tiravo indietro, non permettendole di scoparsi la mia lingua. Ho continuato a leccarla, facendo scivolare un dito dentro di lei per tenerla sull'orlo, qualcosa che avevo imparato dalle precedenti amiche. L'avrebbe tenuta lì ma non l'avrebbe spinta, semplicemente facendo aumentare l'orgasmo. Speravo fosse lo stesso per lei. Sembrava mentre si dimenava e ansimava, cercando di far entrare il mio dito più a fondo in lei. Potevo quasi sentire il suo orgasmo crescere fino al punto più alto quando ho lasciato che la mia lingua scorresse un po' sul suo clitoride. L'effetto è stato sorprendente. Ha emesso un grido di piacere, forzandosi contro la mia lingua e il mio dito mentre mi spruzzava di sperma, urlando e gemendo, per lo più tante parolacce e termini sessuali a cui riusciva a pensare nella sua ondata di estasi. Quando il suo orgasmo svanì, mi guardò dall'alto in basso, respirando a fatica, completamente inzuppata del suo stesso sperma. "O-ok... te lo sei guadagnato..." riuscì a dire, rivolgendomi un sorriso. Ho ricambiato il sorriso, sapendo benissimo quello che avevo guadagnato e anche che ero più che pronto a reclamarlo.

A questo punto, ero completamente duro e di nuovo pronto. Tara si stava strofinando la figa lentamente, mantenendo i suoi succhi che scorrevano. Li ho visti creare una grande macchia umida sulle lenzuola e lei si è distesa, allargando le labbra della figa e facendomi un sorrisetto. "Beh, dai, ragazzone. Il tuo attrezzo è pronto, vediamo se lo sai usare..." Sorrisi e mi avvicinai a lei, scivolando lentamente dentro di lei, facendole sentire ogni centimetro del mio cazzo duro mentre entravo in lei. Ha emesso un forte gemito, premendo contro di me, spingendo il mio cazzo più in profondità nella sua figa fradicia. Ho sentito una leggera resistenza che ha tradito, insieme a un piccolo "ow" di Tara. Mi bloccai, realizzando quello che era appena successo. Avevo appena preso la verginità della mia migliore amica.

~Parte 3 in arrivo~

Storie simili

L'afair2

HO PENSATO CHE VISTO CHE STIAMO PROVANDO COSE NUOVE PRIMA DI ENTRARE NEL SUO CULO, VOGLIO CHE LEI MI PREGA DI SCOPARE IL SUO CULO. Sono andato e ho preso del ghiaccio e 3 mollette. LE HO CHIESTO SE LE PIACE ESSERE LEGATA AL LETTO NON HA RISPOSTO, COSÌ L'HO SCHIACCIATO IL CULO PIÙ DURAMENTE CHE POTREBBE POI afferrerle i capelli tirando indietro la testa e le ho detto che TI HO CHIESTO A? RISPONDI O TI SCHIACCIA ANCORA. CON LA PAURA NEGLI OCCHI E IL DESIDERIO CHE GOCCIA DALLA FIGA, HA DETTO CHE LE PIACIUTO. Sono scivolato sotto di lei...

114 I più visti

Likes 0

Il dominio finanziario di Steven Miller

Capitolo 1: Riparazioni Per la maggior parte dei bianchi, la loro risposta istintiva e condizionata alla semplice menzione della parola riparazione è gridare: La mia famiglia non ha mai avuto schiavi. Non pago alcun risarcimento! Voi neri dovete semplicemente superarla, la schiavitù era nel passato, lasciate perdere, per l'amor di Dio. Per Werner Steven Miller, Steven per molti, le sue percezioni erano completamente opposte. Steven aveva un desiderio radicato e irresistibile di pagare per i peccati del suo ipotetico padre; desiderava essere il cattivo animale domestico di una sadica dea d'ebano che lo avrebbe sottoposto alle sue richieste erotiche. Dato che...

542 I più visti

Likes 0

Dormitorio 1 di GF

Questa è la storia di Teagan, la mia ragazza ai tempi dell'università e della sua coinquilina, Sarah. Teagan è di origine asiatica che le ha concesso una corporatura snella e minuta, occhi nocciola, lunghi capelli scuri e pelle naturalmente abbronzata. È benedetta con coppe B sode, pancia piatta e glutei magri e formosi: va in palestra per fare squat abbastanza frequentemente. E per finire, è molto carina con un dolce sorriso. Essendo un'introversa, è molto gentile e timida. Solo dopo un anno di uscite insieme, abbiamo finalmente fatto sesso: sono stato il suo primo partner sessuale. All'inizio era timida, ma era...

438 I più visti

Likes 0

Diventare Omega, parte 4

Diventare Omega, parte 4 Uomini intorno a lei. Lei, nuda e col colletto sul pavimento, le labbra ringhianti e gli occhi svolazzanti. La droga le scorre nelle vene e la fica palpitante. Telecamere intorno a lei, il mondo che guarda. L'avrebbero distrutta. Omega sentì il suo cuore saltare un battito e sapeva che, se tutto fosse finito adesso, lei sarebbe stata dove avrebbe dovuto essere. ___ Lei sorrise. I suoi occhi svolazzarono. Picchiami, sussurrò. Si fecero avanti, silenziosi. Mi ha picchiato, cazzo, ha urlato. Più vicino ora. Eppure, non hanno detto nulla. Uccidimi se vuoi. Loro hanno riso. Farà davvero qualsiasi...

465 I più visti

Likes 0

Una storia per donne

Prima di iniziare... Facciamo un patto. Se ami la mia storia, aggiungi SnapC. Desidero incontrare persone di mentalità aperta e amo condividere e ricevere foto. Affare? Utente: Kazaragh Le mie fantasie e desideri sono infiniti, tutti abbiamo voglie e feticci. Il piacere è la cosa più naturale che noi umani possiamo desiderare, e desiderare è umano. Lascia che la mia scrittura si imprima nella tua mente, prenditi il ​​tuo tempo per immaginarla e per gli anni a venire ricordala. Vi scrivo con il desiderio di condurvi in ​​un viaggio della mente tentando di prendere la lussuria dentro di me e mettendola...

525 I più visti

Likes 0

Lo Studio xxx

Arthur era il proprietario di 20 anni di uno studio porno, sua madre Sonia era attualmente a carponi leccando la figa della sua ragazza di 19 anni Betty Rogers, amava girare film lesbici ed era il suo più grande produttore di soldi. Anche Arthur aveva un segreto: era un maestro ipnotizzatore. Quindi sia sua madre Sonia che la sua ragazza Betty erano sotto il controllo mentale (suo). La mamma ora era un'esperta lecca fica, quando è stata ipnotizzata 3 mesi fa ha dovuto essere addestrata, da allora è apparsa in oltre 15 film lez, inclusa una coppia in cui recitava con...

628 I più visti

Likes 0

The Greatwar 3033 Parte 5: Jack scopre qualcosa

Era passato poco più di un mese da quando Jack riceveva la visita del suo vecchio amico e dato che erano a più di qualche anno luce dalla Terra, fecero qualche visita in più solo per salutare amici e parenti, come sarebbero stati scomparsi per un po' dopo di che furono lasciati completamente soli, ma la vita sull'enorme nave continuò come al solito. Avevano già superato due sistemi che inviavano messaggi a chiunque nel sistema sperando in una risposta che non arrivava mai, all'inizio pensavano fosse perché erano di razza preelettronica e non potevano ricevere i messaggi ma dopo aver scansionato...

358 I più visti

Likes 0

Spostare mobili

Prima di iniziare voglio iniziare descrivendo me stesso. Sono un ragazzo di 17 anni in buona forma. Ho lunghi capelli biondi che lascio crescere fino a coprirmi quasi gli occhi. Sono alto circa 6 '3 e ho un cazzo molto grande. E per questo non sono vergine. In effetti penso di aver scopato ogni ragazza del mio liceo. Suonai il campanello e poi spostai nervosamente i piedi. Dopo un momento o due la porta si aprì. In piedi c'era la ragazza più sexy che avessi mai visto. Non c'è altro modo per descriverla. Aveva circa venticinque anni ed era alta con...

661 I più visti

Likes 0

Le figlie controllate dalla mente di papà Capitolo due: Regalo di compleanno alla ciliegia della figlia

Le figlie controllate dalla mente di papà Capitolo due: Regalo di compleanno alla ciliegia della figlia Una storia di controllo mentale con fibbia per cintura Per mionome3000 Copyright 2020 Note: Grazie a WRC264 per la lettura beta di questo! Il mio quarantaquattresimo compleanno non era andato affatto come mi aspettavo. Come avrei potuto prevedere che la mia figlia più giovane Tonya sarebbe diventata così civettuola, che avrebbe finito per impalare la sua figa vergine sul mio cazzo e cavalcarmi finché non fossimo venuti entrambi? L'idea di fare sesso con Tonya, figuriamoci con una qualsiasi delle mie figlie, era stata un'idea estranea...

565 I più visti

Likes 0

Ragazzi adolescenti nudi che nuotano al liceo con hard-on

Ero una matricola in un liceo di una grande città negli anni '70 e non sono rimasto sorpreso quando nel mio primo semestre ho nuotato e per motivi di salute pubblica, tutti i ragazzi lo facevano nudi. Ero stato avvertito dai miei fratelli maggiori e provenendo da una famiglia di nove bambini, tra cui sorelle e una madre che allatta continuamente, non ero timido o estraneo al corpo nudo. Il primo giorno ci è stato detto che se avessimo sentito tre brevi raffiche di fischio, dovevamo uscire rapidamente dalla piscina, allinearci sul bordo e affrontare le gradinate, perché potrebbe esserci un'emergenza...

259 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.